Castiglioncello: cinque ristoranti per mangiare il pesce come si deve

0

Una volta entrati in FI-PI-LI, Castiglioncello è tra le mete più veloci da raggiungere per una fuga dal caldo torrido cittadino. Un tuffo nel mare limpido ed una vasta scelta di ristoranti per il vostro palato: quale scegliere? Ecco qua la classifica dei nostri preferiti. 

 

Casale del Mare
Situato su una collina in un angolo di paradiso sospeso tra mare e colline, il ristorante è la base dello chef campano Marco Parillo che accoglie i suoi avventori con piatti dalle raffinate tecniche di cucina molecolare ed un menù degustazione che vi trasporterà in un viaggio nelle infinite sfumature di gusto della cucina mediterranea.

Su questa stessa collina i proprietari del ristorante producono il vino Fortulla, l’unico vino autoctono di Castiglioncello.
Spesa media tra i 50 e i 60 euro.

 

Ristorante Enoteca La Stazione
Come indica il nome, il ristorante si trova proprio vicino alla stazione di Castiglioncello. Qui troverete una cucina pop, caratterizzata dai piatti tipici della tradizione di mare e da una buona selezione di carni di provenienza dalla macelleria del Cecchini.

Consigliamo di assaggiare la pappa al pomodoro di mare oppure lo sgombro alla livornese, oltre agli spaghetti del viaggiatore. Se proprio non potete rinunciare alla carne, allora il sushi del Chianti sarà il piatto giusto per voi.
Per coloro che non perdono mai l’appetito il ristorante il sabato sta aperto tutta la notte con il suo food project “Pasta e Basta”.
Spesa media 35/40 euro.

Dove dormire vista mare – Hotel Miramare – prenota qui


Nonna Isola
A Castiglioncello è un’istituzione. Nonna Isola, che troverete in zona Portovecchio percorrendo l’Aurelia, è situato all’interno di una delle prime case del paese.

Qui, da sempre, i viandanti trovano rifugio per il proprio palato; prima era proprio la nonna Isola a ricevere i commensali, ora ci pensa il nipote, Enrico Faccenda, chef navigato che offre agli amanti della cucina di mare piatti classici ma buonissimi con pesce fresco e locale. Da provare il bollito di mare o la frittura.
Spesa media tra i 40 e i 50 euro.

La Baracchina 
Altro locale storico. La famiglia Panicucci ha tirato su tre generazioni in vetta a Punta Righini. Da qui sono passati i grandi del cinema italiano da Alberto Sordi (a lui intitolato il lungomare che raggiunge il ristorante) a Mastroianni. Oggi Alessio, il nipote che gestisce attualmente la struttura, ne ha fatto un vera “chicca” dove si può mangiare non solo dell’ottimo pesce ma anche godere di una vista senza eguali. Come stare in barca!
Spesa media 50/60 euro.


Scolapasta 
Situato sulla via Aurelia verso Caletta è uno dei ristoranti top dell’intera Costa degli Etruschi. Lo chef Michele Maltinti (anche pescatore) propone piatti di cucina tipica rivisitata secondo il suo estro e con grande rispetto per la materia prima. Carta dei vini ben fornita.
Spesa media 45/55 euro.


Mario Senesi

Share.