Cinema, arte e arti marziali in piazza: torna il Korea Film Festival a Firenze

0

Dieci giorni di prime cinematografiche italiane ed europee, mostre d’arte, spettacoli, performance in piazza e perfino la possibilità di farsi un selfie con l’abito tradizionale coreano: torna a Firenze dal 23 al 31 marzo 2017 il Korea Film Festival. La rassegna avrà il campo base al Cinema La Compagnia in via Cavour, ma darà vita a una vera e propria Korea Week con eventi in vari luoghi della città.

 

Nato 15 anni fa con una manciata di film passati dall’Ambasciata coreana, il Korea Film Festival è cresciuto nel corso del tempo fino all’attuale cartellone di 43 titoli, tra prime italiane ed europee, tra cui l’anteprima italiana di “The Handmaiden”, l’ultima fatica del celebre regista Park Chan-wook.

Park Chan-wook sarà uno degli ospiti d’onore di questa edizione del Korea Film Festival. Il regista sarà a Firenze venerdì 24 marzo quando, oltre a presentare il film, riceverà anche le chiavi della città a Palazzo Vecchio e sarà accompagnato in un tour toscano dagli organizzatori del Festival. “Con l’idea che possa lavorare in Toscana prossimamente”, auspica Federico Gelli, ideatore e direttore della rassegna cinematografica.
Tra i film in concorso quelli della sezione Orizzonti, dedicata ai titoli di maggior successo in patria e nel mondo, il cinema indipendente della sezione Indipendent Korea, infine Corto, Corti, con 12 cortometraggi selezionati in collaborazione con Asiana e Seoul Festival. Le proiezioni si svolgeranno tutti i giorni dalle 3 del pomeriggio a mezzanotte circa, mentre il 29 marzo è in programma la Notte Horror.


Tra le novità di quest’anno la sezione dedicata alle donne, K Woman, che apre uno spaccato sull’universo femminile in Corea, attraverso pellicole coraggiose e fuori dagli schemi, come “The Bacchus Lady”, di E. J-yong (ospite del festival), sul fenomeno delle prostitute di mezza età, e “Madame B.”, documentario sulla storia di una donna coreana venduta a un uomo cinese.
Ma la Korea Week parla anche di danza, arte e altri eventi particolari. A partire dalla serata inaugurale, che sarà aperta da una performance di break dance e musica coreana. Il 25 marzo alle 16 in piazza della Repubblica un gruppo di esperti di Taekwondo, sport nazionale coreano, darà vita ad una spettacolare performance di arti marziali. Il 29 e 30 marzo al Cinema La Compagnia “corso di carta coreana” per imparare a dipingere le maschere tipiche, mentre dal 23 al 30 sarà possibile anche indossare un abito tradizionale e farsi un selfie con il backdrop del Korea Film Festival.
Nel carnet anche due mostre d’arte, la prima a Palazzo Bastogi e la seconda alle Murate, con una collettiva dal titolo “Straniamento” con le opere di 7 artisti già noti al pubblico italiano, ospiti della Biennale di Venezia (opening il 30 marzo alle 18). Chiude la rassegna una speciale serata al Teatro Verdi con danze e musiche tradizionali coreane (ingresso 5 euro).
Per maggiori info: www.koreafilmfest.com

Paola Ferri

 

Share.