La Fattoria di Arcetri

0

La Fattoria di Arcetri, un’azienda agricola florida e riconosciuta, prodotti biologici di grande qualità, nati dalla passione per la terra di Guido Mazzoli.

arcetri_5Qual è quel lavoro che vi permette di vivere all’aria aperta 365 giorni l’anno, non conosce il sabato e la domenica, Natale, Pasqua e Capodanno?
Lavorare la terra oggi, come ieri, è un’attività primaria dura e senza pause, da portare avanti nel buono e nel cattivo tempo. E di certo non adatta a chi ama dormire fino a tardi. La sveglia suona sempre presto, in inverno anche quando è ancora buio e l’attenzione verso le colture e gli animali dell’allevamento è quotidiana. Vacanze? Quali vacanze?! Se hai un’azienda agricola a rovinarti la vita basta una neve fuori stagione e devi trovare una fidanzata a cui non interessa viaggiare.
Guido Mazzoli è nato e cresciuto in pieno centro a Firenze ma fin da piccolo ha avuto il pallino della terra. Quando alla fine delle scuole medie voleva iscriversi ad Agraria, sua madre l’ha convinto a fare il Liceo Scientifico. Dopo il diploma  ha cominciato a collaborare con alcune aziende agricole e a fare esperienza sul “campo”, a memorizzare i trucchi e i segreti dei contadini più anziani che lo prendevano sotto la loro ala, imparando tutto quello che avevano da insegnare. A queste conoscenze Guido ha sempre affiancato lo studio privato di manuali fino a che, 4 anni fa, ha avuto l’opportunità di prendere un terreno nella zona di Arcetri. Dopo meno di un anno ha aperto l’azienda agricola che ne porta il nome, La Fattoria di Arcetri.
Le cose sono andate bene da subito e oggi l’azienda conta 8 ettari di terreno, divisi tra le serre fredde e 3 poderi in diverse zone di Firenze in cui si coltivano frutta e ortaggi oltre a polli e galline.arcetri_4
La coltivazione è rigorosamente biologica ma la certificazione non è quella ufficiale, si basa sulla partecipazione di altre aziende agricole e si chiama, infatti, Garanzia Partecipata. L’International Federation of Organic Agriculture Movements  definisce la garanzia partecipata un «sistema di assicurazione della qualità che agisce su base locale; la verifica dei produttori prevede la partecipazione attiva delle parti interessate ed è costruita basandosi sulla fiducia, le reti sociali e lo scambio di conoscenze».
E vi posso garantire che è davvero così. La qualità dei prodotti è garantita innanzitutto dalla vendita diretta ai consumatori e dal rapporto di fiducia che si crea con loro e poi da questo meccanismo di certificazione autonomo in cui i contadini si controllano tra di loro a rotazione.
La certificazione biologica ha grosse falle al suo interno perché esistono molti enti privati ai quali l’azienda può rivolgersi e che deve pagare per il rilascio della documentazione. Difficilmente il certificato non viene rilasciato. Inoltre gli standard della coltivazione biologica cambiano di giorno in giorno, forti delle richieste di un mercato in cui il biologico va sempre più di moda.
Questa forma di controllo tra pari assicura che tutti rispettino le norme secondo un codice d’onore per cui solo i virtuosi possono accedere ai mercati, pena la distruzione non solo della propria immagine ma di chi ha garantito per te.
arcetri_1Oltre ai vari gruppi di acquisto solidale e ai mercati, la Fattoria di Arcetri rifornisce un’azienda che produce pasti per la mensa dell’Ospedale Meyer e per scuole e anche la Bottega del Buon Caffè, il ristorante dello chef stellato Antonello Sardi.
Lo chef acquista tutti i giorni ortaggi e frutta e parte della produzione della Fattoria di Arcetri viene ottimizzata a seconda delle sue necessità. Un compito non semplice perché a volte si tratta di anticipare o posticipare la maturazione di certe colture.
La vendita al dettaglio al contrario della vendita all’ingrosso, richiede che i campi siano frazionati in più zone e le piante piantate scalarmente in modo da arrivare a maturazione in periodi diversi e garantirne la consumazione per tutta la stagione.
Ma in cosa consiste la coltivazione biologica? Essenzialmente nel non usare prodotti chimici nocivi all’ambiente. Per evitare che le piante si ammalino ci sono dei sistemi di prevenzione con lanci di altri insetti e pratiche colturali meccaniche come sarchiature e fresature, che permettono di areare la terra e impedire la formazione di funghi. Importanti sono anche la concimazione e l’alternanza dei terreni affinché non si impoveriscano delle sostanze nutritive.
Incredibile come la passione di un giovane poco più che trentenne sia riuscita in pochi anni a creare un’azienda agricola florida e stimata. Un’azienda a conduzione familiare in cui l’intera produzione è gestita da Guido e da un dipendente, e la vendita dal padre e dalla sua ragazza. Andateli a trovare, non ve ne pentirete. •

 

ENGLISH VERSION>>>>

Tilling the soil is hard, as it has always been. There are no breaks, and it doesn’t matter if it’s good or bad arcetri_3weather. The are no holidays and an off-season snow is enough to ruin your harvest. Guido Mazzoli was born and bred in the very centre of Florence but he has always had a penchant for the soil. After taking his Diploma he started cooperating with some farms to gather experience “on the field”, learning all the tricks he could from the older farmers. He’s also an autodidact, having studied handbooks about farming techniques.
Then, four years ago, he bought a plot of land in the Arcetri area and started his own farming business called La Fattoria di Arcetri. The business is going really well and now they have got 8 hectares of land where fruit and vegetables are cultivated. There are chickens and hens too.
They only do biological farming, even though they do not have an official certification. The biological origin of their products is guaranteed by a system called Garanzia Partecipata: the quality of the products is checked by other local farming businesses, through a trust-based collaboration. Direct selling does the rest, establishing a strong relationship with the consumers.
The biological certification is not always 100% guaranteed, as there are many private authorities which get paid to release certifications. Also, it’s difficult to say what is allowed in the biological productions as the standards changes every day.
Among its customers, Fattoria di Arcetri supplies a firm which provides meals for Meyer Hospital’s canteen, as well as Bottega del Buon Caffè owned by starred chef Antonello Sardi, who purchases vegetable and fruit from them every day.arcetri_2
But what does biological farming exactly consist in? Basically, it’s about not using harmful chemicals. It involves different ways of taking care of plants and prevent their diseases, for example by tossing a specific type of insect to fight the bad ones.
It’s amazing how a young man in his early-thirties managed to create such a respected and booming family-run business. •

Testo e foto Annalisa Lottini

Share.

About Author