Novembre al Museo Novecento: arte, musica e letteratura

0

Dalla musica del Gamo International Festival agli incontri con i protagonisti della cultura. Novembre al Museo Novecento giorno per giorno.

Un mese di eventi tra musica, arte e letteratura. Novembre al Museo Novecento comincia con i concerti di Gamo International Festival e prosegue con gli appuntamenti di Cultura resiliente, ciclo di incontri dedicati al valore della cultura intesa come principio etico e strumento di resilienza. Senza dimenticare l’appuntamento con la presentazione del volume firmato da Pier Franco Quaglieni.

MUSIC@NOVECENTO
Domenica 29 ottobre ore 11.00
Voice_Drums_Noise
Dal 29 ottobre al 10 dicembre arriva al Museo Novecento la 38/ma edizione del Gamo International Festival (Gif), la rassegna di musica contemporanea dedicata alle produzioni più innovative e interessanti della scena italiana e internazionale. L’inaugurazione del festival sarà affidata a Voice_Drums_Noise, il nuovo progetto del percussionista Simone Beneventi, talento oggi richiestissimo dagli ensemble specializzati nella nuova musica di tutta Europa. Benvenuti ha raccolto attorno a sé due delle voci dei celebri Neue Vocalsolisten di Stoccarda, Truike van der Poel e Andreas Fischer, e pensato un programma musicale caratterizzato da forti componenti gestuali e teatrali, che raccoglie una vetrina di giovani compositori. Tra i nomi Jennifer Walshe e Erik Oña, che si ascoltano per la prima volta in Italia, oltre a Vittorio Montalti, Riccardo Nova, Younghi Pagh-Paan, Matthias Kaul e Filippo Perocco, e una preziosa prima esecuzione assoluta del brano Moira per mezzo soprano, basso e violoncassa di Lucio Garau.
Biglietti a pagamento (intero 5 euro).
L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale.
Info e prenotazioni: segreteria@gamo.it
Box Office tel. 055 210804

MUSIC@NOVECENTO
Domenica 5 novembre ore 11.00
Stockhausen
Il secondo appuntamento del Gamo International Festival (Gif), la rassegna di musica contemporanea dedicata alle produzioni più innovative e interessanti della scena italiana e internazionale, sarà un omaggio a Karlheinz Stockhausen, nella ricorrenza dei dieci anni dalla scomparsa. Per l’occasione il pianista toscano Duccio Beverini, artista con base in Germania dove svolge un’importante e intensa attività concertistica, si esibirà nel ciclo integrale dei Natürliche Dauern (Durate Naturali): 24 brani composti tra il 2005 e il 2006 dal maestro della musica contemporanea, per un concerto evento della durata di 140 minuti e un’imponente performance d’artista.
Biglietti a pagamento (intero 5 euro). L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale.
Info e prenotazioni: segreteria@gamo.it
Box Office tel. 055 210804

CULTURA RESILIENTE – PROTAGONISTI DEL NOVECENTO
Mercoledì 8 novembre ore 17.30
Angela Ricci Lucchi e Yervant Gianikian
Nel mese in cui ricorre l’anniversario dell’Alluvione di Firenze, il Museo Novecento propone un ciclo di incontri dedicati al valore della cultura intesa quale principio etico e strumento di resilienza. L’alluvione, che ha segnato profondamente la storia recente della città, offre lo spunto per interrogarsi sulla capacità di reagire alle difficoltà e sul ruolo che possono avere l’arte e la cultura in questo processo di rinascita. Nel primo incontro, la coppia di registi Angela Ricci Lucchi e Yervant Gianikian proporrà una riflessione sul rapporto tra arte e società traendo spunto dalla propria esperienza nell’ambito del cinema sperimentale, oltre che dalle relazioni instaurate negli anni con artisti e curatori.
Il ciclo si inserisce nell’ambito del progetto Beyond Borders. After the Flood: the Artists’ Engagement/ Dopo l’alluvione: l’impegno degli artisti, realizzato da Mus.e e finanziato dalla Fondazione Sistema Toscana attraverso il programma Sensi Contemporanei, promosso dall’Agenzia per la Coesione Territoriale in collaborazione con il MiBACT.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale

PAGINE D’ARTE
Martedì 21 novembre ore 17.30
Figure dell’Italia civile
Presentazione del libro di Pier Franco Quaglieni, alla presenza dell’autore.
Amendola, Bobbio, Calamandrei, Casalegno, Chabod, Montanelli, Olivetti, Spadolini, Tortora e tanti altri protagonisti raccontati da chi ne è stato allievo o amico, una serie di scritti che Quaglieni arricchisce ricostruendo la storia dei rapporti tra il Centro “Pannunzio” e le diverse personalità che animano il libro. Il ritratto a tutto tondo dell’Italia civile, con episodi del tutto inediti e poco convenzionali, in alcuni casi persino politicamente “poco corretti”.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti. L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale.

CULTURA RESILIENTE – PROTAGONISTI DEL NOVECENTO
Mercoledì 22 novembre ore 17.30
Renato Barilli in dialogo con Enrico Crispolti
Nel mese in cui ricorre l’anniversario dell’Alluvione di Firenze, il Museo Novecento propone un ciclo di incontri dedicati al valore della cultura intesa quale principio etico e strumento di resilienza. L’alluvione, che ha segnato profondamente la storia recente della città, offre lo spunto per interrogarsi sulla capacità di reagire alle difficoltà e sul ruolo che possono avere l’arte e la cultura in questo processo di rinascita. Nell’incontro del 22 novembre i due storici dell’arte ripercorreranno la propria attività di critici e curatori, soffermandosi non solo sul rapporto con gli artisti, ma anche sul ruolo delle istituzioni e dei media nella società moderna.
Il ciclo si inserisce nell’ambito del progetto Beyond Borders. After the Flood: the Artists’ Engagement/ Dopo l’alluvione: l’impegno degli artisti, realizzato da Mus.e e finanziato dalla Fondazione Sistema Toscana attraverso il programma Sensi Contemporanei, promosso dall’Agenzia per la Coesione Territoriale in collaborazione con il MiBACT.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale

MUSIC@NOVECENTO
Domenica 26 novembre alle 21.00
Works for Ensemble
GAMO Ensemble
Il concerto del GAMO Ensemble, nell’ambito di GIF – Gamo International Festival, diretta da Francesco Gesualdi, porterà sul palcoscenico Works for Ensemble, una selezione di musiche firmate da importanti autori italiani. Piccolo gioiello in programma sarà la prima esecuzione assoluta della versione per sax baritono concertante di Mi lirica sombra del compositore Alessandro Solbiati, con la partecipazione del celebre sassofonista Mario Marzi, a cui il brano è dedicato. Sarà proposta in prima anche Twenty-seven (Cobalt blu) di Matteo Giuliani; a completare il cartellone Architetture del canto e del silenzio di Federico Gardella.
Biglietti a pagamento (intero 5 euro). L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale.
Info e prenotazioni: segreteria@gamo.it
Box Office tel. 055 210804

MUSIC@NOVECENTO
Lunedì 27 novembre alle 21.00
The Counterpoint Project: Sound-Light Constructs
AJO Ensemble
Progetto per voce recitante e quattro strumenti nato dalla collaborazione tra il compositore fiorentino Diego Minciacchi e il musicista norvegese James Clapperton, interpretato dai norvegesi AJO Ensemble. Sound-Light Constructs racconta di estremi: l’oscurità brumale e il sole di mezzanotte, la bellezza e la brutalità della natura e la sottile linea tra la solitudine e l’isolamento. Dall’indagine neurologica ai frammenti del diario di prigionieri artici dei campi di concentramento, Sound-Light Constructs è una performance che illustra la vita a Nord in maniera del tutto originale. Un’iniziativa Italia-Norvegia realizzata in collaborazione con AJO, con il supporto di Arts Council Norway e Det Norske Komponistfond, e la partecipazione di Scuola di Musica di Sesto Fiorentino, nell’ambito della seconda edizione del Nuovo Ciclo di Concerti GAMO, dal titolo “Gruppo Aperto Musica Oggi. Nuovo ciclo di concerti SIAE Classici di Oggi” – sostenuto da SIAE – che avrà il suo proseguimento e conclusione nelle primavera 2018.
Biglietti a pagamento (intero 5 euro). L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale.
Info e prenotazioni: segreteria@gamo.it
Box Office tel. 055 210804

CULTURA RESILIENTE – PROTAGONISTI DEL NOVECENTO
Mercoledì 29 novembre, ore 17.30
Arturo Carlo Quintavalle
Nel mese in cui ricorre l’anniversario dell’Alluvione di Firenze, il Museo Novecento propone un ciclo di incontri dedicati al valore della cultura intesa quale principio etico e strumento di resilienza. L’alluvione, che ha segnato profondamente la storia recente della città, offre lo spunto per interrogarsi sulla capacità di reagire alle difficoltà e sul ruolo che possono avere l’arte e la cultura in questo processo di rinascita. Allievo di Carlo Ludovico Ragghianti, lo storico dell’arte introdurrà la figura del maestro e il suo contributo al rinnovamento culturale della città di Firenze nella seconda metà del Novecento.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
L’ingresso non prevede l’accesso al percorso museale

Share.