Inter Fiorentina, 30 minuti da incubo poi i viola… ma non basta

0

Primi 30 minuti inspiegabili della formazione gigliata, amnesie totali che ci portano sotto di 3 pere. Poi il risveglio, l’orgoglio e la classe ma le decisioni arbitrali di un “fazioso” Damato ne impediscono il recupero del risultato.

Tatarasanu  5: gravissimo errore su Candreva, male su Icardi. Spesso indeciso.
Salcedo 5: serata da incubo nella prima mezz’ora la sua parte non fa acqua… ma la piena!
Gonzalo Rodriguez  4,5:serata in linea con l’annata indecente non da lui anche se non era da espulsione ma spesso è in ritardo
Astori 6: ancora una volta il migliore del reparto
Milic 5: sbaglia praticamente tutto
Tomovic 6: entra al posto di Milic va centrale, discreto.
Badelj 6: bene dal 3-0 in poi.
Borja Valero 7: ovunque
Tello 4:  inadeguato,  abulico.  Probabilmente deve stare in campo per contratto perché non si spiega. La squadra è in 9! Tello Tello.. Tello te.
Perez 6: si intravedono cose interessanti nel ragazzino classe 98.
Ilicic 7: il migliore. Ci prova in ogni modo spesso pericoloso.
Bernardeschi 5,5: poca roba.
Chiesa 6: entra al posto di Berna determinato con carattere.
Kalinic 6,5: lotta come sempre da solo a far la guerra, segna, bene.
Paulo Sousa 5: approccio alla gara nemmeno da terza categoria invoca al tesseramento del mi omo Eziolino Capuano! Poi la squadra reagisce e bene! Non si capisce l’insistenza su Tello ma soprattutto l’indifferenza per Zarate.
DAMATO 3: Premesso che non amo criticare gli arbitraggi ma oggi l’arbitro è  stato ILLEGALE! Interista dichiarato non doveva essere designato. Ci mette tantissimo del suo nella sconfitta viola. Ingiusta l’espulsione di Gonzalo non vede un rigore netto ed è chirurgico nella direzione della gara nei momenti giusti e con tante decisioni evidentemente a senso unico. INDECENTE.

 

Share.

About Author

Marco Provinciali

Ideatore nel 2011, insieme ad Ilaria Marchi, di FUL Magazine. Oggi ne coordino la redazione online e ne gestisco i contatti oltreché occuparmi delle tematiche inerenti al panorama food, mondo nel quale mi muovo da anni con alcune pubblicazioni e ideazione di festival tematici.Da oltre 30 anni calpesto con passione improbabili campi di calcio della periferia toscana.

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00