Il Magnifico Extra Virgin Olive Oil Awards 2016

0

Il Magnifico Extra Virgin Olive Oil Awards 2016, il Rinascimento italiano dell’olio si è tenuto giovedì 17 marzo alle cantine Antinori.

magnifico-1

Il marchese Piero Antinori e il marchese de Griñon Carlos Falcò.

Nella splendida location delle nuove cantine Antinori, nel mezzo delle campagne del Chianti Classico, si è tenuta giovedì 17 marzo, una importante manifestazione che ha visto come protagonista uno dei prodotti dell’eccellenza enogastronomica italiana: l’olio.

Si tratta della quarta edizione del concorso oleario Il Magnifico Extra Virgin Olive Oil Awards – organizzato dalle Associazioni APM (Associazione Premio il Magnifico) e AIRO (Associazione Internazionale Ristoranti dell’Olio) che ha decretato Il Magnifico Extra Virgin Olive Oil Awards 2016.

Le tre commissioni di assaggio intervenute (la commissione di assaggio dell’Anapoo – Associazione Nazionale Assaggiatori Professionisti Olio di Oliva, la commissione di assaggio della Dop Chianti Classico e la commissione di assaggio ASSAM  Agenzia Servizi Agroalimentare delle Marche di Ancona) hanno valutato oli provenienti da tutto il mondo (in particolare da USA, Sud Africa, Portogallo, Francia, Spagna, Croazia, Slovenia, Turchia e ovviamente Italia) fino a decretare il vincitore: è il 100% Italiano Monocultivar coratina di Dievole, l’olio ad aver ottenuto il punteggio più alto tra gli oltre 220 in concorso per Il Magnifico 2016.

Grande la soddisfazione espressa dal presidente del premio, Matia Barciulli, che sottolinea: «Da evidenziare in questa quarta edizione, oltre all’elevato numero di partecipanti, provenienti dalle più importanti nazioni produttrici mondiali, il fatto che la percentuale di oli difettati, pervenuti in concorso, sia solamente del 22,8%. Ciò ci indica che, a livello nazionale e internazionale, l’attenzione verso una produzione di olio extravergine di alta qualità è sempre maggiore».

Infatti il premio Il Magnifico, nasce in maniera indipendente, con il supporto di alcuni importanti sponsor locali (tra cui Chianti Banca, cantine Antinori e con il patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Firenze e dei Comuni di Firenze, San Casciano Val di Pesa e di Tavarnelle Val di Pesa), con l’obiettivo di diffondere nel mercato e nel pubblico la conoscenza e la cultura dell’olio extra vergine di alta qualità, così come auspicato dai due pioneri nella ricerca scientifica e ispiratori della manifestazione: Marco Mugelli e Massimo Pasquini, alla cui memoria il premio è appunto dedicato.

I finalisti e il vincitore, grazie all’intervento di AIRO, otterranno la possibilità di vendere il proprio prodotto ai ristoranti consorziati, creando anche una mappa dell’eccellenza delle attività di ristorazione e cementificando i rapporti, sempre più diretti, tra produttori, ristoratori e consumatori consapevoli.

magnifico-2Inoltre, quest’anno, il premio alla carriera Marco Mugelli 2016 è stato assegnato dalla giuria e consegnato personalmente dal Marchese Piero Antinori al Marchese de Griñon Carlos Falcò, conosciuto produttore di olio extra vergine d’oliva d’eccellenza e autore di varie pubblicazioni tra le quali, Il Grande Libro dell’Olio d’Oliva – Una Storia Millenaria, edito e tradotto in quasi tutti i paesi di Europa. Il marchese de Griñon, è stato accompagnato dal sindaco della città di Toledo, la sig.ra Milagro Tolón Jaime, in visita nella città di Firenze per stabilire importanti collaborazioni per la valorizzazione dell’olio extra vergine di oliva di alta qualità.

Insomma un concorso necessario e importante per la ricerca e per la diffusione di una vera e propria cultura sull’olio, prodotto simbolo dell’enogastromia italiana che risente però gli effetti negativi di una concorrenza non sempre leale. Infatti questa manifestazione vuole essere, come conclude lo stesso Barciulli: «Un vero e proprio rinascimento italiano dell’olio, dopo un 2014 che ha portato in primo piano l’esigenza dell’olio di eccellenza. Sotto la pressione di produzioni di pessima qualità, “il Magnifico” si erge a faro per indicare la rotta del futuro. Sono entusiasta che il detentore del titolo 2016 sia una bella azienda, sana, di grandi capacità imprenditoriali che ha collegato sviluppo e qualità, mercato e correttezza. Sono altresì felice che conquisti la vetta con il prodotto che riteniamo sia il futuro, il 100% italiano».

Un premio eccellente per un prodotto altrettanto eccellente.

Rita Barbieri

Share.