Female Art Week: una finestra sull’arte e sull’universo femminile

0

TIMEOUTvibes e Females Arts Florence inaugurano nel cuore dell’Oltrarno, dal 25 al 29 Maggio, una rassegna interattiva tra performances, installazioni collettive e workshop.

L’Oltrarno, culla delle antiche arti fiorentine e vibrante centro propulsore della città, accoglie nel quartiere di San Frediano, dal 25 al 29 Maggio 2021, Female Art Week: un’occasione di creazione, condivisione e promozione artistica, dalla dirompente carica femminile.
A cura di TimeOutVibes e ospitato dal FAF -Female Arts Florence, l’iniziativa si dispiega attraverso cinque giornate scandite da performances, installazioni e workshop che stimoleranno e  offriranno nuovi momenti di partecipazione culturale per ripensare al ruolo della donna tra femminismo, erotismo e violenza di genere così come al rapporto tra essere umano e natura, sostenibilità ambientale, riciclo, artigianato e home-made creativo.    

Il progetto autofinanziato si rivolge sia a giovani che a  famiglie con l’obiettivo di promuovere le potenzialità dello scenario artistico contemporaneo e ricucire il clima culturale della città.

Female Art Week è curato da TIMEOUTvibes, hub per giovani artisti emergenti che abita occasionalmente luoghi pubblici e privati della città di Firenze per offrire un’alternativa al sistema galleristico di fruizione e committenza.  
Mentre ad aprire le porte di casa il FAF – Female Arts Florence, galleria laboratorio in Borgo San Frediano al 131/r, fondata da quattro creative, di provenienza e formazione diverse, unite da una visione comune: supportare, ispirare, creare sinergie e promuovere l’arte fatta delle donne.

PROGRAMMAZIONE FEMALE ART WEEK


MARTEDÌ 25.05.2021

SAND. DISPLAY. DIALOGUE. – Happening + installazione collettiva di Laura Manetti e Sofia Talanti ore 11.00 – 19.00
METAMORFOSI – Installazione collettiva di Elisa Pietracito e Benedetta Chiari ore 11.00 -19.00
Dalle ore 11.30- 13.30 I partecipanti saranno invitati a collaborare nella realizzazione di un quadro con la tecnica del mosaico utilizzando ritagli di pelle di scarto provenienti dall’area fiorentina.

PROJECT MAPPING – Proiezione di Alice Vernaglione In loop, tutta la giornata
HABITAT – Riproduzione disco di Daniele Carcassi In loop, tutta la giornata
OJO DE DIOS – Laboratorio per bambini di Vera Malevolti ore 16.30-18.00 


MERCOLEDÌ 26.05.2021

SAND. DISPLAY. DIALOGUE. – Happening + installazione collettiva di Laura Manetti e Sofia Talanti
VASETTI EROTICI – Laboratorio di Isidora De Camargo ore 11.00 – 12.30 
PRATICA POETICA E VERBO-VISIVA – Laboratorio di poesia visiva di Eleonora Terranova ore 15.30 – 17.30 
BAD, BAD GAME – Performance di Gabriele Provenzano, Marta Rocchi e Tommaso Merz ore 18.00 – 19.00

GIOVEDÌ 27.05.2021

COLLAGE – Laboratorio di Maria Merlo ore 11.30 – 13.30 
MANI CHE BRUCIANO – Proiezione di Paola Lucrezi ore 11.30 – 19.00
IL CANGIANTE MONDO DI ELIA – Presentazione Libro per bambini di Marta Bolognesi ore 16.00-17.00
MALVA – Spettacolo di marionette per bambini e adulti di Eva Miskovicova ore 17.00 – 18.00 

VENERDÌ 28.05.2021

MOLTIPLICA– Live painting di Giulia Serrentino ore 11.00 – 19.00
SKIN – Installazione di Giulia Rotini ore 11.00 – 19.00
“UN GENERE DI ABBECEDARIO” – Presentazione libro di Camilla Bati, Alessia Izzo e Serena Morandi ore 16.00 – 17.00
ADULT NATURE – Letture teatrali di Matthew Licht e Silvia Moneti ore 17.00 – 18.30
ONLIFE – Poesia performativa + proiezionedi Carolina Camurati, Anna De Venz, Asia Neri e Daniele Carcassi ore 18.30 – 19.00

SABATO 29.05.2021

MOLTIPLICA– Live painting di Giulia Serrentino ore 11.00 – 19.00
CREATIVITÀ E VUOTO FERTILE – Laboratorio di Arte e Gestalt di Liezel Mortega e Guendalina Puddu ore 11.30 – 13.00 
DANCING RESTRAINTS – Proiezione di Isabella Casu ore 17.00 – 18.00
INCONTRO CON GLI ARTISTI – Chiusura Female Art Week ore 18.00 – 19.00

Per maggiori informazione potete visitare la pagina dell’evento qui.

Share.

About Author

Sono nata in un caldissimo agosto del 1991 a Firenze e mi sono innamorata dell’arte da bambina, guardando un poster di Mirò appeso nel mio salotto. Da allora non ho mai perso questa passione che mi ha portato a laurearmi in Arte Contemporanea prima e poi in Critica d’arte affascinata sempre di più dall’idea che l’arte sia un linguaggio tanto universale quanto soggettivo, capace più di ogni altro di raccontare il nostro tempo