A Firenze la prima Scuola del Caffè d’Europa

0

La Scuola del Caffè sarà il primo centro d’eccellenza in Europa dedicato alla tazzina più amata e alla sua filiera ospitato all’interno di una caffetteria aperta al pubblico, Ditta Artigianale Carducci nell’ex monastero di Sant’Ambrogio.


Si è da pochissimo inaugurata, alla presenza del sindaco di Firenze Dario Nardella, di partner e istituzioni, La Scuola del Caffè, il primo centro d’eccellenza in Europa dedicato alla tazzina più amata e alla sua filiera, ospitato all’interno di una caffetteria aperta al pubblico, Ditta Artigianale Carducci. Il taglio del nastro si è tenuto in occasione dell’International Coffee Day, la giornata che celebra il caffè in tutto il mondo. L’accademia, diretta da Simone Amenini, è dedicata alla diffusione della cultura di eccellenza del caffè, oltre che essere centro di formazione permanente per i professionisti e luogo di incontro per ogni coffee lover. 


La scuola è situata nel cuore della cittànell’ex monastero di Sant’Ambrogio, dove, dopo 35 anni di disuso e un restauro articolato durato quattro anni, ha aperto lo scorso luglio Ditta Artigianale & Hario Cafe in via Carducci (Via Carducci 2/r – 4/r).
La Scuola del Caffè coniugherà il sapere di esperti del mondo del caffè con lo sviluppo delle tecniche più all’avanguardia in un un concept unico, dinamico e innovativo. I co-fondatori di Ditta Artigianale, Francesco Sanapo Patrick Hoffer, hanno anche annunciato il piano di espansione del progetto, con l’acquisizione di nuovi partner e investitori, e il programma di apertura di altre caffetterie, tra cui spicca quella del primo punto vendita oltreoceano, in programma per la primavera 2022 nei locali del prestigioso edificio The Harlowe a Toronto, Canada, nel Garment District a Richmond Street West e Bathurst Street West, che ha visto un enorme sviluppo negli ultimi anni. La società prevede di aprire nuove sedi – oltre che in Italia – in Canada e negli Stati Uniti. 

Il nuovo Ditta Artigianale sarà aperto per caffè, pasticceria, brunch e cocktail d’autore la sera, confermando la formula italiana. “Siamo felici di rendere sempre più esportabile la nostra idea di hospitality, dallo spirito internazionale con un raffinato tocco italiano. Questa è una grande opportunità non solo per noi ma soprattutto per l’Italia, per dimostrare e condividere l’alta qualità dello specialty coffee tricolore”, ha detto Francesco Sanapo, amministratore delegato dell’azienda.
Luigi Paccosi, presidente di ASP Montedomini, ha sottolineato l’importanza di questa nuova iniziativa anche per la formazione dei futuri professionisti del settore, messaggio a cui si è aggiunto il presidente di Confcommercio Toscana Aldo Cursano: “Proporremo una serie di corsi e seminari per aggiornare le competenze di chi già lavora nel settore, ma anche per formare le nuove leve, giovani che in questo mestiere – impegnativo ma bellissimo – potranno trovare grandi soddisfazioni lavorative e personali. Perché la nostra missione è far star bene gli altri”.

Il Sindaco Dario Nardella ha aggiunto: “Oggi questa inaugurazione è un bellissimo segnale per almeno 3 motivi: il primo è che ogni qualvolta apre una nuova attività c’è più socialità, più sicurezza e attenzione agli spazi pubblici. Questo nuovo locale che è incentrato sulla cultura del caffè servirà anche a migliorare il decoro intorno a questa zona, a vivere piazza Sant’Ambrogio in modo più attento e rispettoso degli spazi pubblici. E può rappresentare un punto di incontro per tanti giovani: qui ci sono la facoltà di architettura, tante scuole straniere. Il secondo messaggio
è rivolto al mondo del lavoro: questo non è solo un locale, è un centro di formazione sul caffè. Credo che sia la prima scuola del caffè in Toscana, un centro che serve a dare ai giovani maggiori competenze in un settore, quello della ristorazione e del turismo, dove c’è sempre più
richiesta di lavoro con competenze. È giusto dare competenze ai giovani, sul mercato del lavoro possono trovare più opportunità. Il terzo punto è che siamo di fronte ad una azienda giovane che dà un messaggio di fiducia in un momento di ripartenza della città dopo il periodo del Covid. Il tutto proprio nel giorno dell’International Coffee Day”.

Ditta Artigianale è la prima linea di caffetterie specialty italiana (dedicate a caffè di particolare pregio gustativo), diretta dal pluripremiato campione baristi Francesco Sanapo, che sceglie le migliori miscele e monorigine nei paesi di produzione, direttamente dalle farm. È anche microtorrefazione, e i caffè, tostati e serviti freschi, sono disponibili per l’acquisto anche su www.dittaartigianale.it.

Share.

About Author

Sono nata in un caldissimo agosto del 1991 a Firenze e mi sono innamorata dell’arte da bambina, guardando un poster di Mirò appeso nel mio salotto. Da allora non ho mai perso questa passione che mi ha portato a laurearmi in Arte Contemporanea prima e poi in Critica d’arte affascinata sempre di più dall’idea che l’arte sia un linguaggio tanto universale quanto soggettivo, capace più di ogni altro di raccontare il nostro tempo