Lo Sverso

0

Lo SversoRendere più bella una città è un impegno di tutti e per farlo serve coraggio, passione e costanza.
Un esempio di coraggio e passione lo abbiamo trovato nel nuovo locale sotto i portici di San Lorenzo, Lo Sverso.
Alla nuova apertura del primo piano del mercato di San Lorenzo sono subito seguite polemiche dai commercianti limitrofi. È però incontestabile come quella zona, spesso additata come sporca e mal frequentata, abbia avuto un rilancio con le ultime modifiche della giunta che sono intervenute oer valorizzare la chiesa e il mercato di San Lorenzo.
Lo Sverso nasce a Fabriano, nelle Marche. Ma dalla scorsa settimana ha aperto i battenti anche sotto i portici di fianco al mercato di San Lorenzo, dalla parte di via Nazionale.
Ad accoglierci c’è Elena che, con una voce da cantante rock e degli occhiali fantastici, ci introduce allo spirito del locale. Figlia di ristoratori, è nata e cresciuta fra pentole e fornelli, ha maturato una grande attenzione per i prodotti biologici e a chilometro zero. Insieme a lei c’è Tatiana, sommelier professionista e, direttamente dalle Marche: Mosé “L’alchimista”.
Allo Sverso si mangiano prodotti biologici, forniti da produttori locali, e si bevono birre. La selezione è vastissima: dalle migliori italiane alla spina a tutti i grandi classici in bottiglia. Per i vini un’ottima e coerente selezione di etichette rigorosamente biologiche.Lo Sverso
Lo Sverso, insieme al Sabor Cubano (sotto i portici dall’altro lato del mercato) sono un’ondata di freschezza in questa zona finora dimenticata dai fiorentini. Lo staff è disponibile e simpatico, l’ambiente rilassato, curato, accogliente. Perchè andare a trovarli? Per la ricercatezza e l’accessibilità dei prodotti, per la selezione di birre, e per i magici cocktail di Mosé. Lo trovate aperto dalle 11.00 di mattina fino alle 2.00 di notte. Se andate da soli, non c’è problema: vi fanno compagnia loro.

Marco Fallani

Share.

About Author

firenzeurbanlifestyle.com

⚡ Free magazine e sito web sulla vita a Firenze ⚡instagram: @ful_magazine

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00