10 buoni motivi per iniziare a praticare yoga

0

Lo yoga è una disciplina antichissima che affonda le sue origini in India nel pensiero filosofico-religioso, dove corpo e mente si trovano in perfetto equilibrio. Oggi lo yoga è praticato da molte celebrities e va anche un po’ di moda: centinaia di siti e canali social propongono diverse asana (posizioni) per la tonificazione dei muscoli e forme di meditazione legate al concetto tutto occidentale di mindfullness.

Raffaella Del Turco è un insegnante di yoga ormai da molti anni: ha incontrato lo yoga per caso, da allieva a cui non piaceva la palestra. Decisa a darsi una seconda opportunità, ha conseguito la certificazione Yoga Alliance e ha iniziato un lungo percorso che l’ha portata diverse volte in India per studiare a Rishikesh, la capitale dello yoga, con i maestri indiani; nel 2016 Raffaella ha aperto il suo sito dove organizza corsi e viaggi yoga e dove si dedica alla formazione di altri insegnanti.

Ma che cos’è veramente lo yoga? Falsi miti e le leggende gravitano intorno a questa disciplina orientale: dal “non è uno sport” al “lo praticano solo i frikkettoni”, Raffaella spiega perché fare yoga e quali sono i benefici.

1. Imparare a respirare

La cosa più difficile da fare è respirare: sembra banale ma la consapevolezza del respiro è fondamentale per iniziare la pratica e portarla avanti. Lo yoga nasce infatti dal respiro e alcune persone che soffrono di attacchi di panico hanno risolto il problema grazie alla respirazione yogica.

2. Si può praticare a qualsiasi età

Lo yoga può essere praticato dai bambini di 5 anni (esistono molti progetti per le scuole) e anche dagli anziani di 80: porta benessere a tutto il corpo indipendentemente dall’età.

3. Non solo il tappetino

Per fare yoga il tappetino non è l’unico supporto indispensabile: Raffaella ha ideato un corso di “yoga sulla sedia” dove basta appunto una sedia per eseguire alcuni movimenti. Consigliabile per chi ha qualche acciacco da risolvere.

4. Yoga ovunque

Lo yoga si può praticare dappertutto: in palestra, in casa, all’aperto. Non servono attrezzi, basta il proprio corpo che dà il peso necessario per allenare i muscoli. D’estate Raffaella organizza sessioni di yoga all’aperto come quella al Parco dell’Acciaiolo di Scandicci.

5. Favorisce il sonno

Grazie alla consapevolezza della respirazione, lo yoga aiuta a rilassarsi e a dormire; in particolare lo yoga nidra è una pratica di rilassamento profondo, usata anche come terapia a livello psicologico, in cui un’ora di pratica corrisponde a 4 ore di sonno naturale.

6. Lo yoga è una disciplina da donne!

Niente di più sbagliato: lo yoga è praticato da molti uomini e soprattutto da tanti atleti prima di una gara importante o dopo un allenamento intensivo per ritrovare il proprio equilibrio fisico e psicologico.

7. Favorisce il sistema immunitario

Chi pratica correttamente lo yoga sa che l’energia corporea aumenta notevolmente con alcune asana; a seconda della posizione il sistema immunitario è stimolato e aumentano le difese, diminuendo così la possibilità di ammalarsi.

8. Migliora la vista

In una recente intervista Paul McCartney ha parlato dei benefici del eye yoga, lo yoga per gli occhi; esistono diverse pratiche mirate che curano alcune patologie e migliorano il funzionamento di alcuni organi. Raffaella lo conferma e anzi lei stessa ha abbandonato gli occhiali da vista.

9. Favorisce il ciclo mestruale

Oltre a tanti benefici per il corpo, lo yoga aiuta le donne nella fase pre-ciclo e durante il ciclo stesso: alcune posizioni massaggiano le ovaie dando così sollievo e agendo da antidolorifico naturale.

10. Chi fa yoga, non fa fatica!

Contrariamente a quanto si pensa in molti casi, yoga non è solo stretching: migliora la flessibilità fisica, l’allungamento e la tonificazione dei muscoli. Il miglior sollevamento pesi è quello del proprio corpo!

Per continuare a scoprire i segreti dello yoga, basta seguire Raffaella su https://www.viaggioyoga.it/ oppure https://www.certificazioniyoga.it/

Share.

About Author

Veneta, classe 1980, è scesa dalle vaste pianure del nord per giungere alle colline toscane dove guarda Firenze con molteplici sguardi: insegnante per lavoro e scrittrice per necessità.