Centro Storico Lebowski in festa

0

Centro Storico Lebowski: presentazioni di libri, cena e musica live. Il programma della serata di autofinanziamento del 20 novembre.

La curva Moana Pozzi

La curva Moana Pozzi

Venerdì 20 novembre il Centro Storico Lebowski organizza una festa di autofinanziamento al CPA FI Sud: un’occasione per conoscere da vicino un’idea diversa di calcio e aggregazione e contribuire attivamente alla sua crescita.

La serata inizia alle 19:00 con la presentazione di “Strikers – Viaggio in Irlanda del Nord tra George Best e Bobby Sands” di Alessandro Colombini. Il libro (qui la recensione) racconta  la storia, le contraddizioni e le cicatrici di una terra dove calcio e politica formano da sempre un legame inscindibile. Strikers è il resoconto di un viaggio tra gli stadi, i pub e i murales dell’Irlanda del Nord: l’autore raccoglie testimonianze e aneddoti che ci dimostrano ancora una volta quanto lo sport possa fare da collante sociale, raccogliendo istanze, sogni e ricordi di un intero popolo.

La curva Moana Pozzi

La curva Moana Pozzi

Alle 21:00 prende il via la cena, accompagnata dagli incessanti cori della Curva Moana Pozzi.

Alle 23:00 K!Dust aka Link presenta il suo nuovo disco Molti Nomi Una Faccia. Un concept album intimo e sperimentale, completamente autoprodotto, basato sulle produzioni di Lapo, Botz, Ago (Numa Crew), Black Lotus, Pupet (Tullo Soldja). Ad accompagnare Link ci sarà un altro volto noto della scena musicale fiorentina, LapoNuma.

A seguire, il live di Tonu Mannaja e Dj Muffa: un appuntamento classico in cui i due mc si diletteranno in pezzi vecchi e nuovi. Per concludere la serata, special guest da Reggio Emilia Murubutu & La Kattiveria Crew: Murubutu è un rapper convinto del potenziale della musica come strumento di emancipazione culturale. Accompagnato da La Kattiveria proporrà il suo repertorio, vero e proprio esempio di storytelling rap apprezzato da pubblico e critica.

 L'esultanza di tifosi, dirigenti, squadra. Il Lebowski è una grande famiglia

L’esultanza di tifosi, dirigenti, squadra. Il Lebowski è una grande famiglia.

Durante la serata sarà possibile sottoscrivere la tessera di socio. Partecipare attivamente al progetto Lebowski significa sostenere un modello di calcio diverso, che prova a ripartire dal basso. Contribuire significa opporsi a un sistema fatto di ciclici scandali, politically correct a buon mercato e operazioni finanziarie; significa provare a ripartire dalla spontaneità delle serie minori. Con un progetto oramai decennale, nato a Firenze e migrato allo Stadio di San Donnino alla ricerca di una fissa dimora e di una progettualità di lungo periodo. Stasera i ragazzi del Lebowski vi aspettano per stare insieme e fare festa, ma anche per raccontarvi una bellissima storia, che ha bellissime pagine tutte da scrivere.

Perché un altro calcio è possibile, insieme.

Alessandro Bezzi

 

Note:
Le foto sono di Ilaria Festa.
L’articolo è dedicato a Andrea Cerboneschi, fondatore e capitano del Centro Storico Lebowski, che proprio oggi si opera a seguito di un infortunio di gioco. Forza Cerbo!

 

Share.

About Author