Firenze dall’alto, alt(r)i punti di vista

0

A partire da giovedì 8 luglio e fino a giovedì 23 settembre ritorna la seconda edizione di Firenze dall’alto, una rassegna di differenti sguardi sul tema delle città, raccontati dalle inedite vedute dai tetti e dalle terrazze fiorentine: concerti, talk, performance e visite guidate con il racconto ‘stratigrafico’ della città.

Un evento che nasce per raccontare la città di oggi e di domani nel suo rapporto con il territorio, le comunità e le sfide della contemporaneità dal privilegiato punto di vista di 7 terrazze, quelle di Torre San Niccolò, Palazzo della Borsa, Casa del Popolo di Settignano, Forte Belvedere, Caffè del Verone, Villa Bardini, Palazzina Indiano Arte. Completano l’elenco il colle di Arcetri, il Giardino delle rose e l’Anfiteatro della Limonaia di Villa Strozzi.

Saranno ospiti di questo ciclo di incontri: Max Casacci e Stefano Mancuso, Massimo Zamboni, Gabriella Greison, Murubutu & Claver Gold, Bobo Rondelli.  

Firenze dall’alto è un progetto che fa parte dell’Estate Fiorentina del Comune di Firenze ed è organizzato da LAMA Società Cooperativa – Impresa Sociale, in collaborazione con La Scena Muta e in partnership con Cooperativa Archeologia ed Enjoy Firenze; queste due ultime realtà, che sono la novità di quest’anno, inaugurano il programma previsto.

Il programma

Giovedì 15 luglio alle 19 Firenze dall’alto si sposta alla terrazza della Casa del Popolo di Settignano dove Massimo Zamboni, chitarrista e principale compositore dei CCCP presenterà il suo libro “La trionferà” (Einaudi): un evento con brevi intermezzi musicali moderato da Michele Rossi a cui si accede con prenotazione e donazione libera alla campagna “Dona un albero” del Comune di Firenze https://bit.ly/PrenotazioniFialtoZamboni.  

Giovedì 22 luglio ore 19 presso il tratto all’estrema punta ovest del parco delle Cascine, si terrà il terzo incontro: PIA, le Cascine e la confluenza di due fiumi – Sulla terrazza della Palazzina Indiano Arte. La storia di questo tratto del parco delle Cascine e un nuovo rapporto con uno spazio suggestivo recuperato alla fruizione della comunità. (Per prenotazioni turismo@archeologia.it o 055 5520407).

Giovedì 29 luglio ore 19 ad Arcetri si terrà una passeggiata che dal Piazzale del Poggio Imperiale porterà fino al Colle del rinomato Osservatorio Astronomico. (Per prenotazioni turismo@archeologia.it o lo 055 5520407).

Giovedì 5 agosto ore 19 sulla terrazza del Forte Belvedere, Bobo Rondelli presenta il suo nuovo album “Cuore Libero”, 12 canzoni nate durante questo periodo assurdo. Al suo fianco Claudio Laucci al pianoforte e tastiere. (Ingresso con prenotazione e donazione libera alla campagna “Dona un albero”, info: firenzedallalto1@gmail.com).  

Giovedì 26 agosto ore 19 presso il Giardino delle Rose la fisica Gabriella Greison racconterà i fatti più sconvolgenti, misteriosi, divertenti, umani che hanno fatto nascere la fisica quantistica. Lo spettacolo è la prima rappresentazione teatrale che racconta il ritrovo a Bruxelles di tutti i fisici del XX secolo che hanno fatto nascere quel giorno la fisica quantistica, e quindi il nostro mondo (Ingresso con prenotazione e donazione libera alla campagna “Dona un albero”, info: firenzedallalto1@gmail.com). 

Photos by: www.gabrielezanon.com

Giovedì 2 settembre ore 19 presso l’Anfiteatro della Limonaia di Villa Strozzi, è invece la volta di “Dante a tempo di rap”. Murubutu e Claver Gold, due degli esponenti più in vista dello storytelling rap italiano, hanno pubblicato Infernvm, un album completamente dedicato all’Inferno di Dante che ha riscosso l’approvazione unanime di critica e pubblico. (Ingresso con prenotazione e donazione libera alla campagna “Dona un albero”. Info: firenzedallalto1@gmail.com). 

Giovedì 9 settembre ore 19 l’ultimo appuntamento in musica vede infine protagonista Max Casacci sulla Terrazza di Villa Bardini. Il chitarrista e produttore dei Subsonica presenterà il suo ultimo lavoro, ovvero “Earthphonia”, uscito a novembre 2020 per Sugar Music. 
(Ingresso con prenotazione e donazione libera alla campagna “Dona un albero”, info: firenzedallalto1@gmail.com). 

Giovedì 16 settembre ore 19 tornano le visite guidate della Cooperativa Archeologia, che stavolta si spostano sulla terrazza del Caffè del Verone. Il locale si trova nella grande loggia affacciata sulla città, il verone, ovvero l’antico stenditoio dell’Istituto degli Innocenti dove, dalla fine del Quattrocento, veniva tesa ad asciugare la biancheria. (Per prenotazioni turismo@archeologia.it o lo 055 5520407). 

Giovedì 23 settembre ore 19 il programma della seconda edizione di Firenze dall’alto si chiude sulla terrazza della Torre San Niccolò nel cuore dell’Oltrarno. In collaborazione con Direzione Cultura del Comune di Firenze e con Associazione MUS.E (Per prenotazioni turismo@archeologia.it o lo 055 5520407). 

Share.

About Author