Florence Folks Festival 2022

florence folks festival

Il 21, 22 e 23 luglio a InStabile – Culture in Movimento torna  la “Festa popolare urbana” dell’Associazione culturale La Scena Muta.

Una festa, ma anche un momento di confronto e condivisione. Una rassegna con ospiti internazionali, ma anche una tre giorni fortemente incentrata sulla dimensione locale, ormai radicata in uno spazio che negli ultimi anni ha rilanciato la periferia fiorentina, come luogo culturale, d’incontro e di accoglienza.

Dal 21 al 23 luglio presso InStabile – Culture in Movimento torna il Florence Folks Festival, la “Festa popolare urbana” dell’Associazione La Scena Muta nel cui programma spiccano tre nomi del panorama musicale internazionale ed europeo: Chocolate Remix, rapper e attivista argentina che con il suo raggaeton sconvolge i codici di stile di tradizione maschilista; Viva l’Itance, progetto “franco-fiorentino” tra sapore di mare e fuochi d’artificio; e Acido Pantera, direttamente dai palchi del Jova Beach Party Tour, un duo dal sound dinamico che coniuga elettronica e tradizione colombiana.
Ma non finisce qui, come sempre tanto spazio alle librerie indipendenti, con la libreria Florida e le due neonate Alice Storyteller e L’ornitorinco. Quest’anno gli incontri saranno dedicati al linguaggio di genere, sonoro e poetico e vedranno protagoniste le autrici Vera Gheno, Roberta Lippi e Giulia Martini. E poi il market dedicato ai giovani artigiani, i laboratori musicali per bambini e il cibo.

Il programma musicale

Rapper, producer dj e attivista. Tra gli ospiti più attesi di questa edizione del FFF c’è l’argentina Romina Bernardo con il suo progetto solista Chocolate Remix.
Nominata dalla BBC come una delle 100 donne più innovative e influenti al mondo, il suo brano  “Non una di meno” è diventato, in Argentina e altrove, un inno alla lotta contro la violenza sulle donne. Romina, in concerto all’InStabile giovedì 21 luglio, usa la satira e l’umorismo attraverso diverse declinazioni del reggaeton, passando per la cumbia, il funk carioca, il reggae e l’elettronica. Il suo è un messaggio di rivendicazione, volto a sconvolgere i codici di stile di tradizione maschilista. Il tour di presentazione del suo nuovo album “Pajuerana” sta facendo tappa in più di 20 città d’Europa passando per Francia, Spagna, Italia, Svizzera e Germania. A seguire il dj set di Dj Leblond. Il concerto sarà preceduto da un talk circolare, con Chocolate Remix, su musica, attivismo e identità di genere (ore 19:00).

Venerdì 22 luglio è invece la volta di un nuovo progetto che vede protagonista un collettivo di musicisti italo-francesi pronti a far festa: tra sapore di mare, ostriche e fuochi d’artificio. Viva l’Itance è un progetto musicale allegro e scanzonato capace di raccontare un epico incontro – umano e artistico –  tra Edoardo Florio Di Grazia e Antonin Bartherotte, nel villaggio di pescatori di Le Canon (Francia).
L’omonimo EP, registrato in uno studio immaginifico immerso nella foresta della Nuova Aquitania e pubblicato dalla mitica etichetta parigina Comet Records, ha visto la collaborazione di molti artisti noti sulla scena musicale internazionale, tra cui Armand Penicaut dei PAPOOZ, Niccolò Fornabaio e Giacomo Lecchi D’alessandro de Le Feste Antonacci. A seguire il dj set di Hugolini.

Acido Pantera è il duo colombiano con base a Bogotà avviato nel 2013 e guidato dai produttori Juan Correal (voce, gaita, synth & DJ) e Diego Veira (strumentista, synth & DJ).
Il gusto di Juan e Diego per la musica elettronica e tradizionale colombiana, li ha condottia creare questo progetto in continua evoluzione che sarà possibile apprezzare sul palco del FFF sabato 23 luglio.
Una delle loro collaborazioni più importanti risale alla fine del 2021: Jovanotti ha infatti invitato gli Acido Pantera a realizzare un remix del suo pezzo “Il Boom”. Qui le voci in lingua spagnola, gli strumenti della tradizione colombiana come il flauto gaita, la tambora e i tamburi alegre si fondono con sonorità acid ed elettroniche. La continua sperimentazione, che attinge dai ritmi profondi della Colombia alle sonorità dell’acid music, rappresenta il motore propulsivo, una spinta verso la costante produzione di musica nuova e piena d’energia. Con quest’ultimo tour, che passa anche dal Jova Beach Party Tour, gli Acido Pantera si spingono ancora più in alto, con un nuovo spettacolo dal vivo che mescola ultime uscite e lavori meno recenti. A seguire Biga dj set.

Liindi – La rassegna delle librerie indipendenti
Il potere invisibile del linguaggio, dentro e fuori dai libri

La rassegna delle librerie indipendenti realizzata al Florence Folks Festival in collaborazione con Mira! è dedicata al linguaggio e ai linguaggi, dentro e fuori dai libri. Il linguaggio di genere, da maneggiare con cura, il linguaggio sonoro, per libri che diventano audiolibri e podcast, e infine il linguaggio poetico… quante forme può assumere un libro? Ce lo diranno autrici e autori, libraie e librai nelle tre serate del Festival (inizio ore 20).

Giovedì 21 l’incontro “Linguaggio di genere” con la libreria Florida, vedrà come ospite la  sociolinguista, traduttrice e divulgatrice Vera Gheno. Ha collaborato per vent’anni con l’Accademia della Crusca e per quattro anni con la casa editrice Zanichelli e oggi è ricercatrice presso l’Università di Firenze. Di recente si occupa di questioni di diversità e linguaggio ampio, lavorando a contatto con le comunità marginalizzate. Il suo ultimo libro è Chiamami così. Normalità, diversità e tutte le parole nel mezzo (Il Margine, 2022).

Venerdì 22 l’incontro “Linguaggio sonoro” con la libreria Alice Storyteller e Radio Papesse, ospiterà  la scrittrice e podcaster Roberta Lippi.  Autrice, giornalista, docente multimediale, è responsabile dello sviluppo dei contenuti originali di Dude Originals e FeST- Il Festival delle Serie Tv. Come autrice radiofonica e televisiva, ha lavorato per diversi broadcaster e case di produzione. Ha seguito la nascita del sito di Vogue.it, di cui è stata coordinatore editoriale, per poi prendere in carico la Video Factory di tutte le testate Condé Nast Italia. Ha pubblicato tre libri e ha scritto due podcast di grande successo per storielibere.fm.

Sabato 23, infine, l’incontro “Linguaggio poetico”, con la libreria L’ornitorinco. Ospite la poetessa Giulia Martini, con la partecipazione di Rebus edicola indipendente.
Giulia Martini è attualmente dottoranda in Filologia e Critica all’Università degli Studi di Siena, con un progetto di ricerca dedicato alle forme del dialogo nella poesia italiana del Novecento. Nel 2018 ha pubblicato il libro di poesie Coppie minime (Interno Poesia; Premio Ceppo Under 35). Sue poesie sono comparse su varie antologie e riviste («Poesia», «Gradiva», «L’Ulisse», «Paragone»). Ancora per Interno Poesia, è curatrice dell’antologia Poeti italiani nati negli anni ’80 e ’90, in tre volumi (il primo uscito nel 2019, il secondo nel 2020, il terzo in corso di lavorazione). Tutti gli incontri sono moderati da Lisa Innocenti.

Laboratori musicali per bambini


Dalla poesia alla musica, dalla musica alla poesia.
Dal libro “Ogni goccia balla il tango. Rime per Chiara e altri pulcini” di Pierluigi Cappello.

Quest’anno i laboratori musicali per i più piccoli – curati da Lorenzo Hugolini e Sara Rados per la Pippolo Music School e realizzati in collaborazione con la libreria Todo Modo DiLà – saranno dedicati all’incontro tra la musica e la poesia. Ai bambini verranno lette delle poesie piene di natura, animali , colori e sensazioni: grazie alla presenza in loco di tantissimi strumentini musicali posizionati su dei grandi tappeti colorati, sarà possibile, con l’aiuto degli insegnanti, tradurre in musica le immagini poetiche. Partendo dalla parola e dalle mille possibilità dell’intonazione si capirà come anche il nostro linguaggio, come quello poetico, sia fatto di musica.
Viceversa ascoltando il suono e la diversa natura degli strumenti sarà possibile inventare delle piccole composizioni poetiche: i bambini presenti scopriranno quanto i diversi linguaggi espressivi possano essere vicini e intercambiabili.

Il market dedicato agli artigiani e l’area food

Torna anche quest’anno il Creative Factory a cura dell’Associazione Heyart. Un self made market che propone giovani artigiani con le loro creazioni manifatturiere ed artistiche. Uno spazio in cui i nuovi makers di antichi mestieri danno visibilità alla loro maestria con le loro produzioni curate nei minimi dettagli e realizzate in serie limitata e unica.
In esposizione sartorie creative e artigianali, gioielli materici, idee per bimbi e per la casa, illustrazioni e tanto altro ancora. In occasione del FFF il ristorante di InStabile proporrà un menu speciale inserendo piatti tradizionali a base di melanzana violetta e verdura, come sempre protagonista del Festival.

Info:

21/22/23 luglio – InStabile – Culture in Movimento

Via della Funga 27b – Firenze
Parcheggio consigliato intorno a Via Emilio Visconti Venosta, Via Villamagna e Via del Bisarno. 

Apertura spazio ore 18:30,  – inizio concerti ore 21:30. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.

ARTICOLI CORRELATI