Il toro cornuto, celebrazione o adulterio?

0

Duomo di Firenze, Cattedrale di Santa Maria del Fiore, Porta della Mandorla. Proprio qui, si può scorgere la testa di una animale che, con sguardo inquietante, sembra scrutare attentamente i passanti del centro storico fiorentino. 

Riguardo al toro cornuto, situato all’altezza di Via Ricasoli, ci sono due storie che spiegano come mai una testa di un bovino sia situata su una facciata del Duomo di Firenze. 

Secondo la prima delle due, la testa dell’animale (in questo caso non meglio specificato se toro o mucca) sarebbe un omaggio a tutte le bestie che furono impiegate nella costruzione della Cattedrale di Santa Maria del Fiore. 

L’altra versione invece racconta che la testa del toro sarebbe la testimonianza di un adulterio fra un mastro carpentiere e la moglie di un fornaio. Secondo questa versione dei fatti, un operaio che lavorava proprio all’interno della Cattedrale durante il periodo della sua costruzione, avrebbe intrattenuto una relazione sentimentale con la moglie di un fornaio, la cui bottega si trovava proprio in pieno centro storico. Il carpentiere, noto a fiorentini che lo conoscevano per il marcato senso dell’umorismo, decise di piazzare la testa del toro in un punto strategico della Cattedrale. Il motivo? Voleva che il fornaio la vedesse tutte le volte che, al mattino, si recava al lavoro, nell’intento di ricordargli che, indipendentemente da tutto, era un gran cornuto.

Articolo a cura di Sacha Tellini

Foto di copertina di blogger.it

Share.

About Author

firenzeurbanlifestyle.com

⚡ Free magazine e sito web sulla vita a Firenze ⚡instagram: @ful_magazine

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00