Lezioni d’amore #3: i regali che non ti aspetti

0

Puntualmente, a ogni ricorrenza che si rispetti, scatta l’ansia da regalo perfetto: quello capace di sorprendere la vostra Lei e farla innamorare ancora di più. Il regalo che non si aspetta, quello che la renderà felice come non mai e che vincerà a mani basse su tutti gli irraggiungibili precedenti del suo ex (che l’anno scorso l’aveva portata in vacanza a Formentera).

Ora, posto che il regalo perfetto esista, non ci sono scuse: sta a voi trovarlo. Quello che noi possiamo fare per aiutarvi nell’impresa è fornire un prontuario generale di regali che, salvo rarissime eccezioni, NON dovete assolutamente fare alla vostra partner. Perché non se li aspetta, ma non per i motivi che immaginate voi…

© Yasin Hosgor

1 • La termocoperta

Può essere indubbiamente vero che la vostra partner sia freddolosa e comprendiamo che quando vi poggia le sue ‘gelide manine sul viril torace, questo possa dar luogo a spiacevoli sensazioni, MA la termocoperta non è la soluzione. Chiunque ve lo abbia detto, probabilmente prende una percentuale oppure segue le televendite Eminflex: in entrambi i casi, meglio non fidarsi. Per ovviare al problema basta poco: un abbraccio caldo e disinteressato da parte vostra con la scusa “Amore, senti come sei fredda!! Vieni qui che ti scaldo” otterrà senza dubbio risultati migliori che non la termocoperta. Stesso dicasi per pigiamoni, pile, copriletti e quant’altro. La stagione del corredo insieme a quella delle lenzuola insanguinate, se Dio vuole, è finita.

2 • L’abbonamento in palestra

Se anche la vostra metà è una tipa sportiva oppure, al contrario, si lamenta già da un po’ che vuole rimettersi in forma in vista dell’estate e perdere peso: regalare un abbonamento in palestra NON è la soluzione. Ripeto: non è la soluzione. Lei penserà che voi vi siete accorti che ha messo su peso o ha perso tono muscolare e che, di conseguenza, non vi piace più come prima. Penserà che non siete più attratti da lei, che avete un calo del desiderio, che avete un’altra e che comunque, dulcis in fundo, in ogni caso la reputate una cicciona pigra. Insomma i suoi trip mentali si perderanno in meandri a noi sconosciuti (a seconda della creatività individuale) ma il finale sarà sicuramente lo stesso: le uscirà il labbrino e si sentirà ferita nella sua femminilità. MAI MINARE LA SICUREZZA DI UNA DONNA.

3 • L’anello della ex

Nel caso ci sia bisogno di ribadirlo ogni storia non è solo un capitolo a sè: è proprio un’altra cosa. Almeno dovrebbe esserlo. Quindi, se anche avete investito mezzo conto in banca per comprare un brillante a quella prima mi dispiace per voi MA non potete proprio riciclarlo. Sono due donne diverse, due storie diverse e quindi due anelli diversi. Stop. Il De Beers è per sempre, ma l’amore chi lo sa… Vedi ‘il regalo riciclato’.

4 • La parmigiana (o qualsiasi altro piatto) della madre

Se non volete che in questi casi il famoso urlo nero sia quello della fidanzata piuttosto che quello della madre, evitate di presentarvi alla porta con una tegamata unta di cibo preparato dalla vostra progenitrice. Fuor di sinestesia, in cucina le armi non sono mai pari e tra nuore e suocere si sa che non corre buon sangue, meglio ancora se riuscite a non farlo scorrere. So che può sembrare un gesto carino dichiarare che come la parmigiana di mamma (o lasagne, tortellini, lampredotto ecc.) non ne esistono ma, a meno che la vostra partner non sia una foodblogger (e in tal caso tremate al pensiero del suo giudizio implacabile), tutto ciò che espone al confronto suocera e nuora è potenzialmente una bomba a orologeria… Molto meglio un invito a cena fuori, anche totalmente improvvisato: una semplice pizza sembrerà paradisiaca al confronto della catastrofe che stavate per innescare.

5 • Gli sci, il casco, le scarpe da trekking

Disclaimer: a meno che entrambi non siate appassionati sciatori, alpinisti, cercatori di funghi, escursionisti: questi regali non sono da fare. Almeno informatevi prima, così non correrete il rischio di regalare una tuta da sci a chi odia la montagna o il corso per cercatore di funghi a chi è allergico. Se avete un hobby, coltivatelo. Coinvolgere la partner in teoria sarebbe magnifico se anche lei nutrisse le stesse passioni, se così non è, non forzate la mano.

6 • Elettrodomestici

La lavatrice, il robot da cucina ecc… Sicuramente sono regali utili, su questo non c’è dubbio. Ma ciò che è utile, generalmente, non è considerato dalle donne come un vero regalo. Il vero regalo per sua natura deve essere bello, piacevole, superfluo, un lusso piccolo o grande da concedersi in una ricorrenza speciale. Mi pare evidente che far rientrare la lavatrice in questa categoria, sia abbastanza difficile…

bottiglie profumo
© Rawpixel

7 • Il profumo

Nonostante sia un regalo decisamente apprezzato, sceglierlo è difficilissimo. Il profumo è una cosa personale perché l’odore cambia a contatto con la pelle, con la temperatura e con l’incidenza di un sacco di altri fattori. Per cui scegliere un’innocua bottiglietta può diventare un’impresa e farsi consigliare dalla commessa è un gioco a perdere: andando alla cieca, vi rifilerà nell’ordine il profumo più costoso, quello più nuovo e quello più di moda (o uno che racchiuda tutte insieme le tre caratteristiche) con il risultato che l’odore della pelle della vostra ragazza, così seducente e individuale, si uniformerà a quello di mille altre. Un consiglio spassionato: se proprio volete regalarci prodotti beauty, fateci un buono spesa.

8 • L’animaletto domestico

Idea di per sé bellissima e tenerissima se, di fatto, non è una sorpresa. Se state pianificando da tempo di adottare un cucciolo insieme, regalarglielo la renderà probabilmente molto felice. Ma se, al contrario, si tratta di una sorpresa, può essere una scelta rischiosa. Un animale presenta responsabilità ed esigenze: spazio, cura, tempo, attenzioni… Se non siete perfettamente sicuri che lei (o voi due insieme) possiate o vogliate garantirle, evitate. Perché gli animali non sono oggetti e sarebbe bene ricordarselo.

9 • Il regalo che non c’è

Ovvero il regalo che vi siete dimenticati. Anniversari, compleanni, feste varie che vi siete totalmente scordati di appuntare e che Facebook non è ancora in grado di ricordarvi in tempo. In questo caso vale la frase di Bennato: «Seconda stella a destra/ questo è il cammino/ e poi dritto, fino al mattino/ poi la strada la trovi da te…« E dove porta lo sai da te, ma certo non all’isola che non c’è.

© Charisse Kenion

10 • Il regalo riciclato

Peggio di un non regalo c’è solo il regalo riciclato: quello che era stato pensato per qualcun altro, o peggio, che era stato fatto a voi… I regali dovrebbero essere pensieri, non rifiuti da riciclare e riutilizzare: già ci sono fin troppi problemi con la raccolta differenziata!

In fondo…

… siamo tutte un po’ romantiche: tutto quello che vorremmo da un regalo è semplicemente un “Ti penso” in forma concreta e tangibile, un modo come un altro per ricordarci che siamo importanti, speciali e uniche ai vostri occhi. Qualcosa da ricordarci il più spesso possibile, a gesti e a parole. Qualcosa di sincero, davvero. 

E voi, Hermosas del mondo, qual è il regalo che non vi aspettavate? Convidetelo con noi per il bene dei maschietti qui presenti!

Share.

About Author

Pensate che il cervello delle donne sia o troppo sviluppato o troppo poco? Non sapete che pesci pigliare quando lei vi guarda con i suoi occhioni rimmel? Continuate a collezionare un fallimento dopo l'altro? La birra rimane spesso la vostra prima e ultima compagna della serata? Eccoci, siamo Las Hermosas, il collettivo tutto al femminile nato per aiutare gli ometti in difficoltà. Se il corteggiamento tende ad essere una parola dimenticata, non è una pratica sorpassata, anzi! Può essere divertente e molto molto utile…