Olio d’oliva: impara a conoscerlo con A.I.R.O

0

Marzo è il mese giusto per imparare a conoscere l’olio d’oliva grazie al percorso formativo organizzato da AIRO (associazione internazionale ristoranti dell’olio) in collaborazione con ANAPOO e conseguire così l’attestato di idoneità fisiologica all’assaggio.

 

«Ciascuno avverte. È in corso un epocale mutamento sociale. Coinvolge appieno l’agricoltura. Il divenire, per certi aspetti rivoluzionario, del comparto olio d’oliva è già iniziato…». Così nel 2001 Luigi Veronelli, fondatore dell’omonimo Seminario Permanente, iniziava il suo manifesto per una nuova cultura dell’olio d’oliva.

Fu un passo decisivo nella “battaglia” ingaggiata dal padre della critica gastronomica italiana contro gli interessi economici e politici che impedivano il reale sviluppo del settore olivicolo. Una sfida culturale vicina a quanto, sul fronte tecnico-scientifico, perseguivano negli stessi anni Marco Mugelli e Massimo Pasquini, ispiratori di AIROAssociazione Internazionale Ristoranti dell’Olio, pionieri nei campi della ricerca e dell’analisi sensoriale applicate all’olio d’oliva.

Quelle parole che in molti, allora, giudicavano visionarie, oggi dimostrano appieno la loro validità: grazie al contributo di operatori, associazioni e critici, infatti, il settore olivicolo italiano sta vivendo un momento di grande vitalità, arrivando a proporre oli d’eccellenza e suscitando un interesse sempre maggiore tra i consumatori.

Per consentire agli appassionati e ai cultori della gastronomia, ai professionisti del settore olivicolo, agli operatori del commercio agroalimentare e ai ristoratori di approfondire questa eccellenza dell’agroalimentare italiano , AIRO – Associazione Internazionale Ristoranti dell’Olio e ANAPOO propongono un nuovo percorso formativo dedicato alla conoscenza della filiera olivicola e alla degustazione dell’olio d’oliva.

Tre le sezioni in cui è stata sviluppata la proposta didattica

Il primo livello, che prenderà il via lunedì 9 aprile, avrà per oggetto le conoscenze di base relative alla filiera dell’olio extravergine d’oliva, i fondamenti della tecnica di degustazione trasmessi attraverso l’assaggio di oli vergini ed extravergini, la valutazione degli abbinamenti olio-cibo.

Si proseguirà, poi, nel secondo livello, con la valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva attraverso la dettagliata illustrazione del suo uso in cucina e degli aspetti nutraceutici, con prove pratiche di assaggio di oli di qualità sia italiani che esteri e dimostrazioni di abbinamento gastronomico.

Il terzo livello, infine, sarà riservato ai corsisti interessati ad acquisire l’attestato di idoneità fisiologica all’assaggio di oli d’oliva vergini ed extravergini e si comporrà di quattro appuntamenti dedicati alle prove selettive sugli attributi riscaldo, rancido, avvinato e amaro.

Divulgare le conoscenze sull’olio extravergine d’oliva d’eccellenza è la principale missione di AIRO, un messaggio che l’associazione desidera portare al pubblico toscano dove l’olio fa parte della cultura quotidiana ma dove troppo spesso nonostante ciò venga ancora oggi sottovalutato nella sua importanza.

Il corso, tuttavia, non si rivolge soltanto ai professionisti dell’olio o a coloro che desiderino diventarlo: è un’ottima opportunità di approfondimento anche per i consumatori più attenti agli aspetti salutistici degli alimenti. Inserito nel contesto della dieta mediterranea, infatti, l’oro verde vanta comprovate proprietà terapeutiche: l’olio extravergine di oliva è un prodotto straordinario che, se consumato nelle giuste quantità, ha un effetto protettivo sulla mucosa gastrica, riduce il rischio cardiovascolare, migliora il profilo lipidico e riduce i valori della pressione arteriosa.  Dunque, consumarlo con moderazione e nelle sue migliori espressioni qualitative, è anche una scelta a favore della nostra salute e del nostro benessere.

La conduzione delle lezioni è stata affidata dagli organizzatori ad alcuni dei massimi esperti del settore. A partire dalla prima lezione, che si terrà lunedì 9 aprile , un parterre di agronomi, assaggiatori, consulenti e giornalisti specializzati accompagnerà i partecipanti nel loro percorso formativo: personalità autorevoli quali Franco Pasquini, presidente di ANAPOO, Alberto Grimelli, agronomo e giornalista, Marco Scanu, oleologo, Cristina Gazzana, assaggiatrice AIRO, Piero Barachini, vivaista, e Fiammetta Nizzi Grifi, agronomo e responsabile tecnico del Consorzio Olio DOP Chianti Classico, Sonia Donati Slow Food, Simona Pappalardo docente AIRO, Beniamino Tripodi Pieralisi, Alessandro Parenti Università di Firenze, Filippo Falugiani presidente A.I.R.O. Per la sezione dedicata all’abbinamento olio cibo importantissima sarà la collaborazione con lo chef stellato Matia Barciulli.

Le lezioni del corso per aspiranti assaggiatori di olio d’oliva si terranno in orario serale (19-21 ) presso Hotel Villa Carlotta, Via Michele di Lando.

DETTAGLI DEL CORSO
Luogo: Hotel Villa Carlotta, Via Michele di Lando, 3 50125 Firenze. Tel. 055 2336151
Contatti: Segreteria AIRO: Dott.ssa Elisa Corneli info@associazioneairo.com
Costo: 245,00€ a pax + 25,00€ di iscrizione annuale ad AIRO come Socio Sostenitore Capopanel del Corso: Dott. Franco Pasquini.
Per tutte le altre informazioni e per l’orario delle dettagli lezioni visitare il sito alla seguente pagina

 

Share.