Il Polimoda riparte dal nuovo direttore: Massimiliano Giornetti

0

Il Polimoda, prima scuola di moda in Italia e tra le prime dieci al mondo punta alla ripartenza post-pandemica confermando la vocazione internazionale rafforzando il legame con la città e nomina il nuovo direttore Massimiliano Giornetti.

Massimiliano Giornetti è il nuovo direttore del Polimoda di Firenze: vecchia conoscenza della scuola – era già stato presente nello staff della Scuola dal luglio 2019, nel ruolo di Head of Design Department – Giornetti prende il testimone dal direttore uscente Danilo Venturi. Classe 1971, il neo direttore dopo la laurea a Firenze, è stato egli stesso studente il corso di Fashion Design del Polimoda. Ha poi iniziato una lunga e proficua carriera nel mondo del fashion che lo ha portato ad assumere il ruolo di direttore creativo per Salvatore Ferragamo. Insignito di del titolo di miglior Designer GQ Spagna ‘Uomo dell’Anno’, ‘Miglior Collezione di accessori’ Marie Claire Spagna e Designer internazionale dell’anno GQ Messico, Giornetti ha anche collaborato al rilancio internazionale del brand iconico cinese Shanghai Tang ridefinendo l’estetica e i valori del marchio.

Un curriculum di tutto rispetto dunque per il neo direttore, che tra gli obiettivi del suo nuovo incarico mette al primo posto quello di creare un rinnovato legame con la città: “Dall’etimologia stessa di POLI-MODA, in molti modi, ma anche in un modo diverso parte la mia visone della scuola oggi” ha dichiarato. “Una vera community capace di guidare i rapporti umani. Ascoltare, riflettere e parlare. Un vero dialogo interattivo, capace di esaltare al massimo il talento, le sfaccettature di ogni nostro studente. Il mio obiettivo è quello di creare un ponte culturale tra Polimoda, la città e l’internazionalità che la scuola ha sempre espresso. Uno spazio nello spazio dedicato alla creatività in cui evocare una dimensione riflessiva in bilico tra moda, antropologia, economia ed arte”.

Obiettivi chiari, quelli di Giornetti, sposati anche dal presidente di Polimoda Ferruccio Ferragamo: “Il Polimoda è pronto ad affrontare le sfide di questo particolarissimo momento storico ripartendo dai propri valori fondamentali. Il nuovo corso ripartirà da Firenze con le sue risorse artigianali, imprenditoriali ed artistiche, ma sempre in una dimensione multiculturale tesa ad esaltare la creatività e l’innovazione, con un’attenzione particolare alla sostenibilità. Per questo motivo avrà tra i suoi obiettivi quello di riconfermare la vocazione internazionale della scuola nonostante il panorama di incertezze mondiali legato alla pandemia”.

Una rinnovata fiducia e ottimismo verso il futuro dunque, condivisi anche dal direttore uscente Danilo Venturi: “In questi anni, grazie al prezioso apporto di tutti è stato possibile raggiungere importanti risultati e sviluppare progetti innovativi, che hanno consentito alla Scuola di crescere anno dopo anno. Tuttavia sento che questo ciclo professionale sia ora volto al termine, anche in ragione dell’importante cambiamento che, dopo questa terribile pandemia, subiranno la moda, l’industria e la scuola stessa.

Share.

About Author

Sono nata in un caldissimo agosto del 1991 a Firenze e mi sono innamorata dell’arte da bambina, guardando un poster di Mirò appeso nel mio salotto. Da allora non ho mai perso questa passione che mi ha portato a laurearmi in Arte Contemporanea prima e poi in Critica d’arte affascinata sempre di più dall’idea che l’arte sia un linguaggio tanto universale quanto soggettivo, capace più di ogni altro di raccontare il nostro tempo