Unusual Florence: una mappa non convenzionale

0

Il progetto Unusual Florence: sedici posti insoliti nel centro di Firenze accomunati dalla qualità dei prodotti e dal target originale.

© Francesca Lotti

© Francesca Lotti

Innanzitutto sono stati Irene Zarrilli e Matteo Querini di Boutique Nadine e Barbara Fontani di Amblè. Hanno deciso, giovani e ispirati, di creare una rete che stia dentro al circuito turistico e non, che avesse il carattere inusuale come quello dei piccoli scrigni che hanno creato e dove lavorano: tre anni fa è nato così il progetto Unusual Florence.
Spazi creativi oltre che negozi, un itinerario non convenzionale, dove sono indicati quegli esercizi fiorentini che si accordano tra loro, oltre che per la qualità eccellente dei prodotti, per il target originale.
Le ragazze hanno realizzato una bella mappa cartacea, oggetto di per sé amabile, grazie al lavoro del grafico Luca Maggini.
Il progetto si è sviluppato grazie alla collaborazione di sedici esercizi commerciali concentrati negli indirizzi del centro storico, ma sono in corso evoluzioni e cambiamenti, nel numero e anche nello spazio.
Dunque ci si incontra nei luoghi indicati per scoprire tante piccole meraviglie, specchio delle personalità di chi le ha create, arredate e arricchite. Basta con lo shopping nelle catene commerciali, torniamo al fascino delle botteghe sapientemente create.
E si spazia dal food all’abbigliamento, dalla profumeria al design, dalla galleria d’arte all’atelier di moda, dalla libreria artistica al negozio per bambini, dall’ostello al bed & breakfast.
Ci sono Sacha e Melisa, lei libraia lui chef, che hanno creato la Brac. Lorenzo Raggiunti Bruzzichelli, l’Ostello Tasso. Sileno Cheloni, mastro profumiere di Aquaflor. Filippo Anzalone di Bjork. Michele Chiocciolini e il suo atelier di moda. Il ristorante In fabbrica dell’argenteria Pampaloni. Le splendide suites di SoprArno. La Rari sul fiume, la galleria d’arte Aria Art Gallery
Date uno sguardo sul blog ai sedici scatti di Francesca Lotti nati dalla collaborazione tra Unusual Florence e Gerard Firenze, altro nome che ha fatto recentemente ingresso nella rete: gli inusuali ci mettono la faccia.
Unusual Florence ha collaborato con Fabbrica Europa per il suo Unusual Party festeggiato alla Stazione Lepolda e con Taste nella kermesse di appuntamenti dedicati al cibo e alla cucina di qualità. Si è occupato di progetti editoriali e fotografici. Propone mercatini insoliti, come quello che si è tenuto all’Ostello Tasso.

Ecco il blog di riferimento: unusualflorence.blogspot.it.
A breve, molte novità.
Una buona “unusual” Firenze a tutti.

Martina Scapigliati

***English version***

unusual_mapAt the beginning it was Irene Zarrilli and Matteo Querini of Boutique Nadine and Barbara Fontani of Amblè. They decided to create a network inside the existing tourist circuit characterized by the distinctive “unusual” character of the places they run. So it’s born the project Unusual Florence. A non-conventional itinerary between creative spaces, shops and all those stores that could share not just the excellence of their products but also their original target.
Thanks to the graphic designer Luca Maggini, they realized a nice map. With time the project gathered sixteen partners, all located in the old town centre. It’s a statement against the shopping malls advocating the return to the charm of small shops and workshops.
The circuit includes a wide range of commercial activity: from food to clothes, perfumes, design, art galleries, fashion stores, bookshops, kids, a hostel and also a bed & breakfast.
Unusual Florence collaborated with Fabbrica Europa for its Unusual Party (held at Stazione Lepolda) and with Taste for events dedicated to food and haute cuisine. It organizes unusual markets, like the one held at Ostello Tasso, and runs editorial and photographic projects.
This is their blog: unusualflorence.blogspot.it. Enjoy an unusual Florence!

Share.