Dai Teatri alle Ville. L’ORT pronta per l’Estate

0

Il calendario di maggio 2019

Il violoncellista Mario Brunello non ama le strade battute, si annoia a ripetere liturgie a cui il pubblico si è ormai assuefatto. Perciò suona sulle Dolomiti, sulle Apuane o nel deserto. Per questo ha creato un’officina artistica per sperimentare nuove forme di spettacolo. Ed è grazie a questa sua curiosità insaziabile che, oltre a far tanta musica da camera, sconfina in altri generi musicali e si trova a collaborare con Vinicio Capossela, Uri Caine e con l’attore Marco Paolini. All’Orchestra della Toscana, di cui è amico da tanti anni, torna con un programma incentrato sulla Russia ottocentesca, in cui – come un domino – la musica di Mozart, idealizzata come luogo di eden, si riflette in quella di Čajkovskij e questa a sua volta si rifrange nelle composizioni dei suoi contemporanei Arenskij e Rubinstein. La produzione debutta a Poggibonsi il 6 maggio per poi replicare a Pisa (7 mag), al Verdi di Firenze mercoledì 8 maggio, a Piombino (9), a Figline Valdarno (10) e ad Arezzo (11).

ville e giardini ort

Chiude la Stagione numero 38 il direttore principale dell’ORT Daniele Rustioni al suo terzo appuntamento in cartellone. Solista al violoncello il francese Edgar Moreau, oggi ventiquattrenne, che a 15 anni ha conquistato il secondo premio al Concorso Čajkovskij di Mosca e a 17 ha vinto il Rostropovič di Parigi.
Per lui, il Concerto n.2 per violoncello del connazionale Camille Saint-Saëns, il quale descriveva tale pagina come “troppo difficile”. In programma anche estratti da Carmen in una selezione ricercata a firma dello stesso Rustioni e la Sinfonia n.2 del finlandese Jean Sibelius, scritta in parte durante un soggiorno a Rapallo e considerata a Helsinki quasi un inno nazionale. Primo concerto sul palco del Teatro Verdi di Firenze giovedì 16 maggio; repliche a Siena il 17 e al Teatro Manzoni di Bologna il 20.

A fine mese l’ORT è già pronta per l’Estate con il debutto della terza edizione della rassegna di musica da camera e itinerari d’arte “Ville e Giardini incantati” nata dalla collaborazione tra la Fondazione ORT e il Polo museale della Toscana. Musica e arte saranno di nuovo protagoniste insieme in un originale percorso di 12 concerti, dal 25 maggio al 22 giugno, nelle Ville medicee della Petraia, di Cerreto Guidi, di Poggio a Caiano e nel Giardino della Villa di Castello.
Cinque diverse produzioni ognuna a tema, storie, che solisti, ensemble e i maestri dell’Orchestra della Toscana raccontano a modo loro, raggruppandosi in complessi di volta in volta differenti. Nel primo appuntamento (sabato 25 e lunedì 27 maggio ore 21.30), “Archi in amore”, ecco la prima liaison, di cui Daniele Giorgi tiene le file come violino solista e direttore. Rappresenta l’affinità elettiva fra strumenti ad arco, gravi e acuti. Quanto sia forte, la si misura nei due Concerti per violino, archi e basso continuo BWV 1041 e 1042 di Johann Sebastian Bach. Comunque gli archi riescono ad andare d’accordo anche con altri strumenti: nel Divertimento K.334, per esempio, con una coppia di corni.
Data unica per la Villa di Castello (venerdì 31 maggio ore 18.00). Ad animare il ricco giardino, immersi nella collezione di agrumi antichi più importante e numerosa d’Europa, è la volta dei gruppi da camera dell’ORT che fioriscono sulle note del Divertimento K.563 di Mozart, l’unico trio originale per violino, viola e violoncello scritto dal genio salisburghese, considerato una delle sue “creature più nobili”. Il secondo momento è riservato allo spettacolo che coniuga teatro e musica, del Sestetto di Ottoni e Percussioni dell’ORT. Quattordici personaggi raccontano la storia del compositore tedesco Johann Sebastian Bach attraverso la voce dell’attrice Annamaria Guerrini.

Prima di ogni concerto sarà possibile partecipare a visite guidate gratuite (per la durata di 30 minuti circa), curate dal personale del Polo museale della Toscana, alla scoperta di luoghi emblematici dello straordinario scenario culturale e paesaggistico appartenente oggi al sito seriale “Ville e giardini medicei in Toscana”, dichiarato patrimonio Unesco dell’Umanità nel 2013.

Ville e Giardini incantati 2019 in collaborazione con il Polo Museale della Toscana.

Biglietto posto unico 12,50 euro (incluse commissioni) – Biglietto soci Unicoop Firenze 10,50 euro (commissioni incluse)
Biglietti in vendita presso la Biglietteria del Teatro Verdi (tel. 055 21.23.20 orario 10/13 e 16/19); i punti del Circuito Regionale Box Office; online su www.teatroverdifirenze.it e sul luogo del concerto se non esauriti in prevendita.
Per le visite alle Ville è necessario presentarsi all’ingresso alle ore 20.00. Le visite avverranno per singoli gruppi con partenze scaglionate.

Share.