Cirk Fantastik! al Parco delle Cascine di Firenze 

Spettacoli comico-acrobatici, theater-box, teatro di figura, danza aerea e teatro fisico, musica dal vivo. L’essenza del festival è la diffusione di un’arte “no border” che è radicata su un terreno fertile per la continua sperimentazione.

Prosegue fino al 18 settembre il Cirk Fantastik! Al Parco delle Cascine. Qui troveranno spazio due Chapiteau: l’InStabile,  alla sua primissima trasferta dopo il proficuo  inverno trascorso nell’omonimo spazio di Firenze Sud, e il Madera.
Madera vuole essere quel luogo, in cui lo spettacolo viene avvolto da una cornice viva, in simbiosi con il proposito degli artisti. Dalle mani dello scultore Bruno Geda il Circo prende forma, struttura e atmosfera, mentre dagli altri artisti prende vita e forma narrativa.

Gli spettacoli in evidenza

Lo spettacolo dal vivo è vivo? È morto? Non si sente tanto bene? Sono le domande che si pone “Hesperus – a dead live show!” di Circo Madera (17 settembre): uno spettacolo che nasce dall’esigenza di rispondere a queste e a tante altre domande, proponendo musica dal vivo, acrobatica, comicità e non-sense. Hesperus crede in un futuro in cui lo spettacolo dal vivo costituisca una parte centrale dell’esperienza di vita di ognuno, grazie al suo straordinario ruolo: coinvolgere, stupire e divertire, far riflettere e crescere. Da segnalare anche “PsiComic! Il Varietà circense ad alto tasso di serotonina” sempre di Circo Madera il 16 settembre.

Dallo scontro tra due stili, due civiltà e la lotta per essere i primi, nasce un unico spettacolo mozzafiato. È “Gregarious” di Soon Circus Company (venerdì 16 settembre):  uno spettacolo di circo contemporaneo con Manel Rosés (Spagna) e Nilas Kronlid (Finlandia), entrambi medaglie d’oro al Festival de Cirque de Demain. Uno spettacolare misto di bascula, mano a mano, palo cinese e umorismo. Hanno ricevuto una medaglia d’oro al Festival Mondial du Cirque de Demain.

In “Chiringuito Paradise” della compagnia Sitting Duck (venerdì 16, sabato 17, domenica 18 settembre) due bizzarri bar men stanno preparando l’apertura di un imprecisato “Chiringuito Paradise”. È tutto pronto, o almeno così sembra. Gli ospiti sono arrivati, lo champagne è già in fresco e la festa può iniziare, ma non senza qualche imprevisto.  I due bar men getteranno il cuore oltre l’ostacolo in un mix apocalittico di commedia fisica, juggling catastrofico e fuochi d’artificio. Benvenuti al Chiringuito Paradise.

“PapagHeno PapagHena”  (sabato 17 e domenica 18 settembre) è invece previsto il nuovo spettacolo della Compagnia Trio Trioche che, dopo il successo dei precedenti spettacoli, vuole ora proporre un particolare lavoro clown/musicale. Il titolo dello spettacolo si rifà alla celebre aria dell’opera di Mozart “Il flauto magico”. Mozart compose quest’opera colorata due mesi prima della sua morte, mai un testamento spirituale fu più gioioso. Chi ha ispirato Mozart mentre componeva? Sono i suoi pappagalli ad imitarlo o lui ha preso ispirazione dalle loro sonorità? In questo continuo capovolgimento di prospettiva, come Il flauto magico propone nella sua trama, abbiamo preso in prestito i diversi registri musicali per reinterpretarli. I Trioche propongono le arie de Il flauto magico giocando con la lirica, il bel canto e la nobile arte comica. I pappagalli sono comici, tragici, sgraziati e poetici, come ogni animale tenuto in gabbia sognano la libertà, e se non possono spiccare il volo lo farà la loro musica.

I laboratori e la musica dal vivo al Cirk Fantastik!

Per tutta la durata del Festival sono previsti laboratori gratuiti di circo per bambini. Confermato anche quest’anno il Music Lab della Pippolo Music School, per conoscere  le note con i colori, provare gli strumenti musicali ma soprattutto giocare con la musica durante il Cirk Fantastik!.
Per quanto riguarda invece la musica dal vivo si ricordano in questa settimana le Cardamomò (16 settembre) – un eclettico quartetto di musicisti che propongono un repertorio ricercato e retrò di chansons francesi, pezzi onirici e  balli balcanici –  e i messicani Los Kamer (sabato 17 settembre): una miscela nomade di ritmi e culture che vanno dalla tradizione latino americana e del Messico, paese di origine della band, fino a quella balcanica.

Info e biglietti

Informazioni, orari e ticket su www.cirkfantastik.com
Biglietti spettacoli: da 6 a 15 €, 3 € per i work in progress.  
Riduzioni: studenti, scuole di circo, over 65, Arci, Controradio, Soci Coop, gruppi di 10 persone, adulti con bambini, bambini dai 4 ai 12 anni. Gratis: bambini fino a 3 anni.
I biglietti possono essere acquistati in prevendita online nel circuito BoxOffice – TicketOne
oppure alla biglietteria del festival dal lunedì al sabato dalle 16 alle 22, domenica dalle 11 alle 22.
Prenotazioni: info@cirkfantastik.com, oppure al 3891824669 dalle 11 alle 16 (solo WhatsApp)
affinché la prenotazione sia effettiva è necessario ricevere una mail o un messaggio di conferma.
*I biglietti prenotati devono essere ritirati alla biglietteria del Festival un’ora prima dell’inizio dello spettacolo, altrimenti saranno rimessi in vendita.

ARTICOLI CORRELATI