FAKE: il locale fiorentino che sfida le false credenze

0

Un cocktail bar ma anche un bistrot gluten free, in cui c’è spazio per la musica e per l’arte, in cui si passa dall’aperitivo, alla cena, al brunch della domenica: vi raccontiamo FAKE.

In via Firenzuola, nel quartiere delle Cure a Firenze c’è FAKE, un Urban Bistrot & Cocktail bar specializzato in cibo senza glutine e cocktail nato con un concept particolare, quello che gli dà il nome: FAKE come falso, come sfida verso alcuni degli stereotipi più comuni e false credenze al grido di “FAKE è sotto i tuoi occhi ma nulla è come sembra, nemmeno tu!”.

Cos’è FAKE?

FAKE nasce infatti dall’idea di creare un luogo dove la diversità viene accolta come un valore aggiunto, dove l’arte può essere differente da come “normalmente” viene concepita, dove tutto ciò che sembra può assumere un altro significato, e dove tutto ciò che si crede di conoscere può stupirci assumendo forme, sapori, colori diversi da ciò che ci si aspettava.

Già entrare è un’esperienza: creato con la collaborazione dell’architetto Eleonora Schettino, FAKE nasce nei locali di una vecchia bottega, spogliato di qualsiasi ornamento architettonico e torna a far rivivere la sua anima più vera con gli archi in muratura e le travi in ferro a vista, coniugando uno stile tradizionale ma anche moderno industriale.

Anche la scelta del quartiere delle Cure non è casuale; Firenze oltre al centro storico è viva e esiste anche per i suoi abitanti e non solo per un pubblico di turisti mordi e fuggi. FAKE è un locale nato e pensato per i fiorentini e da ciò deriva anche la scelta di un quartiere storico fiorentino come le Cure, dove l’animo più tradizionale, fatto di case e piccole botteghe si unisce e si fonde con quello più contemporaneo, fatto di arte urbana e nuove culture.

Infatti FAKE è insieme un invito e una sfida a infrangere il convenzionale e a guardare ogni cosa oltre ciò che sembra, è un luogo dove i dettagli sradicano convinzioni e false credenze, dove la street art è riconosciuta come vera arte e la cucina senza glutine arriva a gratificare anche i palati più raffinati tanto da non credere neppure che lo sia.

Un’ esperienza che unisce cibo e arte

Abbiamo detto cucina ma anche arte sì, perché FAKE è anche l’acronimo di Food Art Kitchen Experience ed è la fusione delle anime delle sue due proprietarie e creatrici, Sarah e Alice, che hanno dato vita ad un locale in cui tutto ciò si unisce in una maniera che funziona davvero grazie anche al team, quasi tutto al femminile, che le affianca.

Da FAKE infatti si mangia e si beve circondati da opere d’arte, tra cui saltano all’occhio i bellissimi murales di ZED (ce n’è uno bellissimo anche in bagno!) che racchiudono il senso più profondo di FAKE, del niente è come sembra alla prima occhiata. Ognuna di queste opere ha infatti dei particolari che svelano il senso più vero del disegno anche se a prima vista non si colgono immediatamente, ma di questi non vi sveliamo nulla, vi lasciamo la curiosità di vederli e di scoprire che messaggio “nascondono”.

Inoltre FAKE ospita spesso esposizioni e mostre d’arte, tra cui alcune dedicate al tema della violenza di genere, grazie anche alla collaborazione con il centro antiviolenza Artemisia. Viene dato molto spazio agli artisti emergenti e le esposizioni che realizzano sono interattive e “invadenti”, creando così una vera e propria esperienza che unisce arte e cucina.

Piatti e cocktail: l’abbinamento perfetto

Altra particolarità di FAKE è il menù fatto di “colori, sapori e sensazioni” in cui ogni piatto ha il suo cocktail abbinato: un menù totalmente gluten free (con alcune proposte anche senza lattosio!) in cui però non manca il gusto grazie alle contaminazioni regionali e fusion e della cucina vegetariana. La proposta è davvero varia e particolare e permette di passare dall’aperitivo a base di tapas nostrane e cocktail ai piatti della cena da accompagnare anch’essi ai cocktail studiati su misura o alla bella selezione dei vini del triveneto (grazie alle origini di Sarah che ha preso il meglio della sua regione d’origine) e di birre artigianali e ovviamente anche senza glutine!

Per questo FAKE è il locale giusto per godersi un’intera serata che va dall’aperitivo alla cena fino al dopo cena, tutto in un unico locale, che una sera a settimana offre anche la possibilità di ascoltare musica dal vivo.

Novità di dicembre di FAKE è il brunch e il pranzo della domenica, per i più tradizionalisti un pranzo con tante proposte di piatti con prodotti selezionati e di alta qualità, carne a km 0 e materie prime di stagione con tanti cocktail abbinati ovviamente, e il brunch salato per chi invece si vuole godere tutto il relax della domenica mattina con pancakes, avocado o salmon toast, uova strapazzate e i grandi classici della colazione-pranzo all’americana.

Fake Firenze: Via Firenzuola 9R, Firenze – 055-5308090 | 366-4870670

fakefirenze@gmail.com | Fb e Ig: @fake_firenze

Share.

About Author

Sono nata in un caldissimo agosto del 1991 a Firenze e mi sono innamorata dell’arte da bambina, guardando un poster di Mirò appeso nel mio salotto. Da allora non ho mai perso questa passione che mi ha portato a laurearmi in Arte Contemporanea prima e poi in Critica d’arte affascinata sempre di più dall’idea che l’arte sia un linguaggio tanto universale quanto soggettivo, capace più di ogni altro di raccontare il nostro tempo