La Pépiniére: cucina e pizza bio nel cuore di San Frediano

0

In pieno San Frediano, quartiere dallo spirito hipster, tra botteghe artigiane e nuovi locali abbiamo scoperto La Pépiniére ristorante biologico dal carattere unico.

La Pépiniére, che in francese significa vivaio, è un ristorante vegano/vegetariano, biologico e senza glutine che offre una proposta culinaria di alto livello per vegetariani e onnivori con una grande scelta di piatti interessanti.
Non il solito santuario veg. ma un ristorante dove poter mangiare bene e svagarsi senza necessariamente sposare una causa. Frequentabile non solo da una nicchia di persone davvero ristretta ma aperto ad un pubblico più variegato sicuramente attento alle materie prime.

La Pépiniére Firenze

Il locale è delizioso, accogliente e arredato con gusto. Un “salotto verde” con una sala d’ingresso che ospita il bancone della pizza e sul retro due salette raccolte dove sedie e lampade in ferro battuto, mobili shabby chic e piante che scendono dalle pareti ricreano l’atmosfera di mangiare in un giardino.
Il servizio cortese ed attento ed ogni piatto è spiegato con una passione unica ed autentica.

La Pépiniére Firenze

Ma veniamo al menù de La Pépiniére: si inizia dalle golosità in piccolo come il Cubo al finocchio su salsa dorata e cialda saporita e si continua con gustosi primi piatti come gli Gnocchetti su crema di zucca e scalogno, gocce di fermentino di mandorle e chiffonade di spinacino. I secondi piatti includono sempre un contorno, da segnalare il buonissimo Filetto di lenticchie al brandy e succo di arancia con broccoli agrumati.

La Pépiniére Firenze

Tra le proposte anche un’ottima Pizza

Sì, perché La Pépiniére offre anche una carta di Pizze con impasti di farine biologiche macinate a pietra dell’Antico Molino Rosso, un procedimento che mantiene inalterate le caratteristiche del prodotto, conservando per quanto possibile nelle farine tutte le importanti qualità nutrizionali del chicco.
La specialità sono impasti diversi dal solito come l’impasto con farina 0 con orzo e germe di grano, con semola di grano duro, semintegrale, integrale, farro e grani antichi.
Si utilizza il lievito madre e la tecnica della doppia lievitazione con biga in modo da offrire una pizza con una lunga maturazione che risulti digeribile e profumata.

Vengono preparati anche due impasti senza glutine: classico e ai 5 cereali.
Il risultato è una pizza leggera ma anche sfiziosa grazie agli ingredienti di qualità con la quale viene guarnita. Dalla classica Margherita alla simpatica ed insolita Incavolata con fiordilatte, topinambur, patate e pesto di cavolo nero e i buongustai non possono non assaggiare La Gourmet con provola affumicata, indivia al forno, caviale di olive nere, crema di pistacchi, crème fraiche al limone e zeste di limone.

Tra le Pizze Vegane la Salentina con salsa di pomodoro, crema vegetale, cime di rapa, pomodori secchi e Gondino e Ladolce con crema vegetale, Blu di Pangea, cipolle fondenti e olio al rosmarino.

Piccola ma interessante è la carta dei vini biologici e non mancano birre biologiche sia alla spina che in bottiglia.

Una bella scoperta. Sicuramente da provare!

Share.

About Author

Toscana nel sangue, nel cuore e nell’anima. Lavoro nella Moda ma mangio Lampredotto e bevo Sangiovese. Non sono solo una mangiona ma una vera esploratrice del gusto. Viaggio, scrivo, fotografo, chiacchiero e pratico Yoga.