Firenze, la pizza ai grani antichi si chiama Simbiosi

0

Una pizza buona, di qualità e a km zero. Si i grani sono toscani.  

Per il Fuori di Tastedi questo Marzo 2019, Simbiosi ha proposto ai suoi clienti una serata speciale. All’evento i protagonisti sono stati i pregiati grani antichi toscani. Senatore CappelliVernaGentilrossoFrassineto. Tutte rinomate varietà coltivate rigorosamente in Val d’Orcia.

L’intero processo della loro produzione avviene in una tipica fattoria senese. Qui il grano viene raccolto e macinato accorciando il viaggio della farina, così abbiamo una filiera corta e le aziende locali vengono premiate. C’è da aggiungere anche che in questo modo la tradizione oltre a sfidare il nuovo millennio, incontra i nostri bisogni per una pizza leggera e digeribile. Di altissima qualità. 

Bio, a km zero e con una macinatura a pietra. Il tipo di lavorazione a pietrafa sì che tutte le proprietà originarie del chicco di grano rimangono intatte, compreso il suo prezioso germe di grano– ricco di nutrienti fondamentali come vitamine del gruppo B, sali minerali, proteine e grassi essenziali. 

pizza grani antichi simbiosi

Se pensate che finisca qua vi sbagliate. Amedeo Grappi, proprietario del Mulino Valdorcia e ospite speciale della serata, ci ha raccontato come sia importante la composizione nutrizionale dei grani antichi. Ad esempio il grano Verna contiene solo lo 0,9% di glutine, diversamente dai tipici grani moderni con il loro 14%. Il basso contenuto di questa sostanza li rende più facilmente digeribili e sopportabili per il nostro organismo. 

Da Simbiosi la pizza è una certezza. Quindi se siete in cerca del “dove mangiare una buona pizza a Firenze” l’indirizzo giusto è via dei Ginori 56 r. Qui ogni giorno vengono usate le tecniche migliori e scelti gli ingredienti più buoni. Trovate sempre nel menù piatti con farina di grani antichi, non solo durante gli eventi speciali. Scegliere Simbiosi significa chiudere gli occhi e sapere di cadere sul letto di pomodoro e mozzarella più comodo – e buono – di Firenze. 

A noi di FUL piace da matti e ve ne abbiamo già parlato, qui e qui

Share.

About Author

Avatar

Fabrianese di nascita ma fiorentina di adozione, con la passione per i viaggi, la fotografia e l’architettura. Classe 1991, Pesci, collezionatrice seriale. Laureata in Architettura, indosso mocassini e ascolto indie rock. Leggo libri e vedo film.Dal 2017 ho il mio Blog di viaggio Tornopercena.com e oltre a collaborare con FUL – Firenze Urban Lifestyle, scrivo anche per National Geographic Traveler, Artribune e Viaggio nel Mondo.

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00