L’arte urbana di ZED1 ospite del Teatro Verdi

0

Inaugurata il 22 gennaio la mostra dedicata a ZED1. Rimarrà visitabile per 2 mesi

Il 2020 celebra i 40 anni della Fondazione ORT che vedranno lo sviluppo di varie iniziative celebrative. Tra le prime quella di tornare ad ospitare mostre di giovani artisti contemporanei che vivono e lavorano nel nostro territorio. Dunque il Teatro Verdi, base della fondazione, luogo così ricco di storia e frequentato da più di centomila persone l’anno, diventa il posto ideale per portare all’attenzione di un pubblico eterogeneo questa espressione artistica così legata al nostro tempo. Il teatro diventa quindi una galleria in mezzo alla persone.

Zed1 write your flight path
“Write your flight path” Miami 2015

L’artista ospite è un grande della scena internazionale: Zed1 che da più di vent’anni incarna il significato più genuino del termine street artist. 

Le sue opere sono ormai presenti in molti paesi (non solo in Europa) e a tutti gli effetti si può considerare un cittadino del mondo. In Toscana però è nato, e qui mantiene la base logistica della sua attività.

Lo stile di ZED1

Tramite un costante e variegato sviluppo della tecnica, lo stile di Zed1 si è evoluto conseguentemente alla sua attività di writer, che lo ha portato a dipingere superfici di ogni tipo. Seguendo la sua predilezione per il figurativo, è arrivato a creare un mondo di burattini umanoidi, che, nella loro apparente asetticità, interagiscono con la realtà che li circonda, evolvendosi tanto nello spazio quanto nel tempo. Zed1 si muove, attraverso una raffinata danza di forme e colori, in un surrealismo postmoderno, che anche nei suoi tratti più irrazionali rimanda a una lucida consapevolezza, a volte malinconica, a volte terribilmente ironica. 

La mostra che il Teatro Verdi ospita è la più ricca di opere tra tutte quelle realizzate finora. Sono più di una ventina di pezzi, tecniche e materiali diversi tra loro, più una piccola galleria di foto per rappresentare forse la parte più significativa del lavoro di Zed1, ovvero le opere esterne di grandi dimensioni. Si tratta dunque di un salto di qualità nella proposta, che gli addetti ai lavori dell’ORT volevano fosse adeguata alle tante iniziative che saranno messe in campo per festeggiare i 40 anni dell’Orchestra della Toscana.

Zed 1 genova
La pecora Nera Genova 2015

Questa esposizione segna anche l’inizio della partnership con gli amici della Street Levels Gallery, prima galleria fiorentina totalmente dedicata all’arte urbana, nata nel 2016. L’intento di questa collaborazione è che noi di FUL sposiamo da sempre, ovvero quello di creare ponti culturali tra contesti tra loro apparentemente diversi come le gallerie, la strada, il teatro la musica ( anche quella classica ) oggi in continua espansione e con sempre maggiori punti in comune.

Gli orari per visitare la mostra di ZED1

La mostra sarà visitabile durante tutti gli spettacoli in programma al Teatro Verdi e la mattina dei giorni feriali (lun-ven dalle 10 alle 13) su prenotazione. Marcoledì 12 febbario alle ore 19 ci sarà la presentazione con l’artista.

Per info 055 068.17.23 o teatro@orchestradellatoscana.it

Share.

About Author

firenzeurbanlifestyle.com

⚡ Free magazine e sito web sulla vita a Firenze ⚡instagram: @ful_magazine

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00