L’arte di Miloš Todorović in mostra a Firenze

0

Fino al 7 agosto SPECULUM, l’esposizione esclusiva del pittore con un’iconica nuova serie di opere create durante il lockdown nella nostra città.

Aria Art Gallery ha prorogato la mostra “SPECULUM” di Miloš Todorović, nella sede di Borgo Santi Apostoli fino al 7 agosto 2021 – in collaborazione con Drina Gallery di Belgrado e Logic Art Space – a cura di Nataša Radojević.

Noi di FUL abbiamo avuto il piacere di conoscere il pittore serbo già in inverno e aspettavamo con trepidazione l’annuncio dell’inaugurazione. Chi recupera FUL #44 troverà l’articolo che gli abbiamo dedicato, arricchito con una curiosità sulla Belgrado degli anni ’80, dove è cresciuto, nonché una confidenza sulla sua ispirazione fiorentina che ha portato a questa mostra. Sì, perché Miloš lo annoveriamo già nella lista degli amici del nostro magazine!

L’artista, stimolato dal periodo di residenza nella silenziosa e vuota Firenze a causa del lockdown, ha ricercato modi per reinterpretare il ritratto fino ad eliminare tutto ciò che gli sembrava superfluo. Così sulla tela ha lasciato solo uno sguardo: un occhio a grandezza naturale dipinto su uno sfondo nebuloso e specchiante.

Il processo pittorico di Miloš è invertito, le forme sono composte da luce anzichè da ombra dove un singolo elemento, l’occhio, segue lo spettatore creando la sensazione di una presenza invisibile e di sguardi reciproci.

Milos Todorovic

Volti di vite vissute possono essere intravisti e immaginati attraverso le nitide pennellate che delineano occhi fluttuanti. Questi individui, immersi in diverse sfumature di blu, rappresentano un patrimonio culturale che si fonde con il minimalismo espressivo contemporaneo. Ogni immagine porta con sé un segreto, qualcosa di misterioso e insondabile che non può essere classificato o definito, ma rimane celato nella nebbia tra il terrestre e il sublime. 

In questa atmosfera le vibrazioni energetiche pulsano con forza, andando oltre i limiti del visibile, abbandonandosi al potere del silenzio e all’intensità del vuoto. La dimensione emotiva viene amplificata ulteriormente dalle installazioni audio 3D di Augustine Leudar.

Miloš Todorović, oggi francese d’adozione, a Parigi nel 1999 ha conseguito il Master in Pittura presso l’École Nationale Supérieure des Beaux-Arts. Già agli inizi della carriera ottiene riconoscimenti importanti, vincendo anche il premio più prestigioso che la Francia ha dedicato alla pittura: quello dell’Accademia delle Scienze e delle Arti – Fondo Pierre Cardin.

Oggi i suoi dipinti sono entrati a far parte di collezioni internazionali pubbliche e private, nonché esposti in molte capitali accanto a opere di Andy Warhol, Keith Haring, Roy Lichtenstein, Jean Michel Basquiat, Jeff Koons, Douglas Gordon o Damien Hirst. 

Nel 2020, dopo un periodo di introspezione e silenzio, torna a Belgrado per presentare la sua mostra personale Apocalypse Insight presso la Drina Gallery – grazie all’invito della curatrice Nataša Radojević – accettando così di esporre per la prima volta nella sua città natale. 

Inaugurata il 22 febbraio 2020, in quella serie di dipinti un “paesaggio apocalittico” si svelava nella foschia degli inferi. Un’ambientazione ridotta a nuvole, acqua e fumo faceva da cornice alle profondità oscure che infestavano l’artista, un luogo dove l’inesistenza trovava rifugio nella luce che scompare mentre un’eruzione energica si scatenava in quell’ombra velata. Il caso ha voluto che Apocalypse Insight fosse profetica, dopo pochi giorni tutta l’Europa chiude a causa della “pandemia globale”.

Curiosamente, il lockdown per il Covid-19 coglie l’artista a Firenze, dove si trova ospite di Antonio Budetta, direttore di Aria Art Gallery. Bloccato nella nostra città, Miloš continua a dipingere e il frutto dell’ispirazione toscana è adesso in esposizione alla galleria Aria, permettendo per la prima volta ai fiorentini di ammirare le sue opere. 

Infine, il giardino cinquecentesco della galleria offre a Miloš un’altra sfida: un intervento site specific che rappresenti la storia del luogo in cui espone. Ma questa è una sorpresa che scoprirete recandovi alla mostra!

Aria Art Gallery – “Speculum01/05/ – 07/08

Borgo Santi Apostoli, 40 R

Orari: dal Lunedì al Sabato 10:30 – 13:30 e 15:30 – 19:30

Per info & prenotazioni: info@ariartgallery.com

Share.

About Author

⚡ Free magazine e sito web sulla vita a Firenze ⚡ instagram: @ful_magazine