Alla Manifattura Tabacchi 3 giorni di eventi per BOTANICA TEMPORANEA, l’arte dei giardini invisibili

0

Manifattura Tabacchi inaugura Botanica Temporanea, l’arte dei Giardini Invisibili, una mostra-laboratorio curata dall’architetto e paesaggista Antonio Perazzi per ricreare fra natura e uomo un equilibrio autonomo e virtuoso a lungo termine.

L’esposizione Botanica Temporanea, l’arte dei Giardini Invisibili è aperta al pubblico dal 18 giugno al 19 settembre 2021 esi sviluppa negli spazi rigenerati di Manifattura attraverso la realizzazione di un giardino e di uno spazio progettuale aperto ricreato come un laboratorio esperienziale in un’iconica serra progettata dallo Studio Q-BIC all’interno del loggiato che separa piazza dell’Orologio dal Giardino della Ciminiera. L’approccio progettuale di Botanica Temporanea è condensato nella mostra, non solo attraverso l’installazione del verde che conta 1555 piante e più di 50 specie botaniche ma anche con documenti progettuali, materiali e testimonianze.

L’inaugurazione è concepita con un programma di 3 giorni dal 18 al 20 giugno che prevede talk, laboratori, workshop, proiezioni cinematografiche, un market di fiori e piante offre occasioni esperienziali di conoscenza dei ritmi naturali e della biodiversità attraverso la frequentazione quotidiana dei luoghi da parte dell’uomo.

PROGRAMMA DELLE ATTIVITA’ 

VENERDÌ 18 GIUGNO

ore 18:00 – Opening mostra

ore 18:30 – Talk “Botanica Temporanea, dalla progettazione al coinvolgimento. Il giardino come pratica di comunità”con Antonio Perazzi (Architetto e paesaggista, fondatore di Studio Perazzi), Anna Lambertini (Professoressa associata in Architettura del paesaggio presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze) e Robert Pettena (Artista visivo e Professore dell’Accademia di Belle Arti di Firenze). Talk moderato da Gregory Eve (CEO di GreenApes).

Tema: Botanica Temporanea racconta la capacità intrinseca delle piante di rigenerare i luoghi insieme all’elemento umano, seguendo un progetto partecipato individuo/natura. Piante libere, di crescere, di fiorire, di espandersi. Intervenire attraverso l’azione umana collettiva significa trasformare, cercando di far emergere l’identità dei luoghi, dei percorsi, per sottolineare cosa esiste intorno a noi. Il giardino diventa allora uno strumento di coinvolgimento e di creazione comune che nel tempo evolve insieme alla comunità che lo ha creato. In questo talk esploriamo le possibilità e le potenzialità del giardino temporaneo in quanto punto di contatto tra le persone e il luogo nella ricerca della sua identità.

ore 21:30 – Cinema | The Great Green Wall di Jared P.Scott (2019, 91′ – lingua originale, sottotitoli italiano). Il produttore esecutivo Fernando Meirelles e la musicista maliana Inna Modja ci conducono in un epico viaggio lungo la Grande Muraglia Verde dell’Africa – cioè l’idea ambiziosa di un muro di alberi da far crescere attraverso l’intero continente allo scopo di combattere la siccità, la desertificazione e i cambiamenti climatici.

Dalle 18:00 alle 22:00 sarà presente lo stand di Colla con le stampe analogiche e le prove di stampa serigrafica aperte al pubblico

SABATO 19 GIUGNO

ore 11:00 – Talk “Botanica Temporanea: la città nella sfida della transizione. La Manifattura Tabacchi come prototipo per la rigenerazione urbana”con Antonio Perazzi (Architetto e paesaggista, fondatore di Studio Perazzi), Michelangelo Giombini (Head of Product Development di Manifattura Tabacchi), Cecilia del Re (Assessora Urbanistica, Ambiente e Turismo Comune di Firenze), Ezio Manzini (Architetto e teorico del design). Talk moderato da Marco Tognetti (Direttore Lama Impresa Sociale).

Tema: Il nuovo progetto paesaggistico di Manifattura Tabacchi si fonda sull’incontro scientifico e culturale di reciproca conoscenza tra le piante e l’uomo. Non più sfruttamento, sopraffazione e ostilità, ma una moderna e innovativa convivenza tra persone e natura. Il talk esplora il modo in cui trasportare questo approccio su una scala più grande, quella della città.


ore 16:30 – Spettacolo Teatrale “Storie selvatiche” di Lorenza Zambon: tre storie d’amore, tre insolite passioni nate fra certe donne, certi uomini, certi “luoghi potenti”.


ore 18:00 – Presentazione del libro “Abitare la Prossimità” di Ezio Manzini con Giordana Ferri (Direttore Esecutivo di Fondazione Housing Sociale) e François Jegou (Direttore di Strategic Design Scenarios). Talk moderato da Marco Tognetti (Direttore Lama Impresa Sociale)


ore 19:00 – Spettacolo Teatrale “94 passi in giardino” di Lorenza Zambon: la narrazione del proprio intimo rapporto con la natura si intreccia ad una installazione vivente, un micro paesaggio che prende forma davanti agli occhi degli spettatori.


ore 21:30 – Cinema | Landscape film: Roberto Burle Marx di Joao Vargas (2018, 72′ – lingua originale, sottotitoli inglese). Il viaggio segue la traiettoria del pittore, scultore e architetto paesaggista brasiliano Roberto Burle Marx che progettò piazze e giardini scoprendo, riscoprendo e valorizzando le piante autoctone e nuove specie dei diversi luoghi da lui visitati. Una ricerca attenta che è diventata la sua firma.

DOMENICA 20 GIUGNO

ore 11:30 – Talk “Kachōfūgetsu: Fiori Uccelli Vento Luna”con Yuki Seli (Fotografo artista) Rossella Menegazzo (Prof.ssa di Storia dell’arte, spettacolo e design dell’Asia Orientale all’Università degli Studi di Milano) e Luca Bartolozzi (Curatore del reparto di Entomologia del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze). Talk moderato da Antonio Perazzi.

Tema: in giapponese, questo termine composto da quattro caratteri traduce e rimanda a tutte le rappresentazioni della natura pittoriche e non. Come ci poniamo in relazione con la natura? Con quale sguardo? Con quale sentimento? L’arte giapponese apre riflessioni profonde per noi occidentali a cui Rossella Menegazzo, docente di Storia dell’Arte dell’Asia Orientale e Yuki Seli, fotografo e artista giapponese introdurranno da prospettive diverse e complementari.


ore 16:00-18:00 – Workshop Urbarïum | Laboratorio Sinestetico Narrativo. È richiesta la prenotazione su Eventbrite a questo LINK

ore 21:30 – Cinema | The Tree Line, J. Manley (2018, 91′ – lingua originale, sottotitoli italiano). Treeline ci porta nei cipressi del Giappone, negli imponenti cedri rossi della British Columbia, in Canada, e negli antichi pini Bristlecone del Nevada, seguendo un gruppo di sciatori, snowboarder, scienziati e guaritori che si muovono al di qua e al di là di questi giganti ed esplorano una convivenza più antica di quella del genere umano.

Sabato 19 e domenica 20, dalle 10:00 alle 21:00, per i visitatori sarà allestito il flower market al quale parteciperanno Vivaio Giardino Signorini, il Posto delle Margherite, NOP, il Vivaio I campi di Ninfa e Giorgio Tesi Group.

Si affiancherà anche un market tematico con le proposte di Frab’s Publishing, Colla, Mattattoo e Mono_Graff con le stampe analogiche e Todo Modo con la vendita di libri in tema Botanica Temporanea.

I talk si svolgeranno nel Giardino della Ciminiera. La partecipazione ai talk è gratuita, i posti sono limitati.

Qui il programma completo di tutte le attività e modalità di partecipazione

Share.

About Author

Sono nata in un caldissimo agosto del 1991 a Firenze e mi sono innamorata dell’arte da bambina, guardando un poster di Mirò appeso nel mio salotto. Da allora non ho mai perso questa passione che mi ha portato a laurearmi in Arte Contemporanea prima e poi in Critica d’arte affascinata sempre di più dall’idea che l’arte sia un linguaggio tanto universale quanto soggettivo, capace più di ogni altro di raccontare il nostro tempo