10 borghi della Toscana da visitare dopo la pandemia

0

Quest’anno la primavera è arrivata in anticipo, già a febbraio le temperature in aumento promettevano belle giornate e gite all’aria aperta; poi è arrivato il vento gelido di marzo a ricordare che per il secondo anno consecutivo, a causa della pandemia, le vacanze di Pasqua saranno blindate entro i limiti imposti dalla zona rossa estesa a tutta Italia.

La campagna di vaccinazione prosegue e così il ciclo stagionale, lasciando intuire che presto sarà possibile tornare alla quasi normalità, ai weekend fuori porta, alle vacanze estive, alle attività all’aperto.

Gli ultimi trend del turismo hanno visto salire in cima alla classifica dei luoghi preferiti per le vacanze i piccoli borghi (ve ne abbiamo parlato qui) perché rappresentano una meta distante dal caos cittadino e un valore aggiunto in termini di ricettività, esperienze e sostenibilità dell’ambiente.

Meglio portarsi avanti e stendere una check list dei 10 borghi poco conosciuti della Toscana da visitare dopo la pandemia:

1. Borgo di Castelvecchio

Si tratta di un piccolo borgo medievale in provincia di Siena, nel centro della Val d’Orcia: perfettamente restaurato, è l’ideale per una mini vacanza di lusso perché sono disponibili 32 stanze, tra camere e appartamenti in affitto in esclusiva. Piscine, passeggiate a cavallo e privacy completeranno il relax.

2. Ortignano Raggiolo

Nel cuore del Casentino, questo piccolo paese, inserito da poco tra i borghi più belli d’Italia, sorge dall’unione di due comuni più piccoli ai piedi del monte Pratomagno in una valle verdissima e fresca d’estate. Una meta ideale per chi ama la natura, le lunghe passeggiate e il silenzio.

3. Isola Santa

Questo piccolo borgo in provincia di Lucca, sta diventando uno dei luoghi più “instagrammabili” dai travel blogger della Toscana: il suo fascino senza tempo, i colori del foliage in autunno, la posizione ai piedi di un bacino idrico artificiale lo rendono una meta da fiaba molto desiderata, di cui vi avevamo già parlato la scorsa estate qui).

4. Vertine

Un piccolo borgo fortificato collocato nelle colline senesi del Chianti: chiuso nelle sue mura, Vertine è il borgo che non ci si aspetta perché fuori dalle solite mete turistiche della zona. Fa parte del sito castellitoscani.com e offre tour per piccoli gruppi al castello con degustazione vini.

5. Lucignana

In provincia di Lucca si trova questo paese di origine medievale, dalle vie strette e dalle salite ripide; è diventato la meta per gli amanti delle piccole librerie indipendenti perché qualche anno fa ha aperto la Libreria sopra la Penna, un piccolo cottage di 5 metri dove è possibile fermarsi per sorseggiare un tè circondati da libri. Merita una visita anche la sola storia della libreria!

6. Gargonza

Il castello di Gargonza è un borgo fortificato collocato nell’aretino; la sua storia è antichissima e si dice che abbia ospitato anche il sommo poeta Dante Alighieri. Si tratta di una meta che offre molte attività all’aria aperta, tra cui yoga e passeggiate a cavallo, ed esperienze enogastronomiche che vanno dai corsi di cucina alla degustazione vini.

7. Castiglion che Dio sol sa

Il nome di questo piccolo borgo fortificato a pochi chilometri da Siena, descrive perfettamente il luogo in cui si trova: isolato e immerso della natura. Il castello, di cui la storia parla poco, spicca maestoso tra il verde delle colline che offrono diversi itinerari per gli amanti del trekking: d’estate, dopo una lunga camminata, è possibile fare il bagno nel vicino fiume Merse.

8. Castevoli

Castevoli è un bellissimo borgo medievale della Lunigiana nella provincia di Massa-Carrara; perfettamente conservato, è l’ideale per chi ama la storia e il Medioevo. Il suo castello, recentemente restaurato, è di proprietà privata ma sono consentite visite su appuntamento.

9. Sant’Agata del Mugello

Alla porte di Firenze, il borgo di Sant’Agata del Mugello è ricco di arte, storia e di testimonianze del passato: vanta una delle pievi medievali più antiche della zona decorata da artisti come Andrea della Robbia e un mulino del Seicento che serviva per la follatura dei panni. Archeologia, arte ma anche trekking e passeggiate nei dintorni.

10. Lamole

A qualche chilometro dalla più nota Greve in Chianti, Lamole è un piccolo borgo nel cuore del Chianti fiorentino. Qui si può trovare pace e tranquillità in qualsiasi stagione, dall’autunno alla primavera quando i campi si tingono di viola per la fioritura dell’iris. Ogni anno all’inizio dell’estate ospita la festa in piazza I profumi di Lamole, la kermesse dei vini del Chianti.

Share.

About Author