Alla scoperta dell’ “Arte Metaforica” con Olga Percinschi

0
Olga Percinschi 7Non sarà un semplice vernissage, non sarà solo un evento artistico, sarà molto di più, molto altro: l’inaugurazione della mostra Nuova Realtà Metaforica di Olga Percinschi, che si svolgerà venerdì 25 luglio a Palazzo Panciatichi, sarà l’occasione per lanciare un vero e proprio manifesto culturale, un nuovo modo di guardare all’arte e al suo rapporto con il mondo.L’ “Arte Metaforica” nelle intenzioni dell’artista vuole rappresentare un nuovo modo di guardare alle cose, una vera e propria concezione artistica che, come suggerisce lo stesso termine “metafora”, implica un trasferimento di significato che fa uscire l’arte dalle  solite e abusate simbologie e da una dimensione artistica monotematica, per aprirsi a un libero e incondizionato sviluppo, superando il labirinto delle facili interpretazioni.

Olga Percinschi 6

Attratta dalla pittura fin dalla prima infanzia, Olga Percinschi inizia a tratteggiare le sue prime composizioni già cinque anni, e sviluppa il suo talento naturale dedicandosi allo studio all’ Accademia di Belle Arti di Chisinau. Le sue opere spaziano dal realismo alle più avanzate tecniche sperimentali. Dai dipinti a pastello, alla pittura, dall’acquerello al disegno: Olga Percinschi padroneggia molte tecniche, e i suoi temi attraversano  dimensioni cosmiche, paesaggi reali, o immaginari e anche  particolari composizioni floreali, in una particolare e personalissima sintesi di inchiostro, acquerello e mosaici di carta dipinta.

Olga Percinschi 3Nelle sue composizioni c’è sempre un particolare: una sfera, un orologio, un’onda, una sfumatura di mare o cielo, che danno risalto,  contestualizzano e mettono in primo piano  l’atmosfera  delle opere, caratterizzata da un’innata e luminosa energia.

Secondo il critico dell’arte Umberto Putzu, che sarà presente all’inaugurazione, «l’insieme di più piani descrittivi sospesi tra immaginario e reale, tipici della sua “Arte Metaforica” ci trasmette una sintesi  armonicamente compiuta, grazie a uno stile pittorico dall’elaborata architettura, d’effetto immediato e deciso, pur  nella danzante e consapevole leggerezza del  tratto artistico. L’affascinante attenzione dell’artista per i colori si

Olga Percinschi 5articola  in un continuo intrecciarsi dei blu con i rosa, gli azzurri, gli arancioni, i verdi e gli ocra ed è molto attenta ai particolari per dare risalto a un autentico mondo immaginario. Sono colori dosati con attenzione perché possano alternare la leggerezza delle sfumature ai continui contrappunti tonali grazie a dinamici accostamenti cromatici, soffusi ma accesi,  vivi e avvolti   in un universo  di vibrante di luce».

L’artista moldava, già affermata sulla scena artistico-culturale internazionale, ha scelto Firenze per presentare i suoi ultimi lavori, folgorata dalla cultura e dalle atmosfere di questa città che – diciamolo- sa farsi voler bene. La sua è un’arte viva, che parla dell’artista e della sua visione del mondo. Un messaggio semplice e d’impatto, che  lei stessa rilancia: «Ama tutti, ama te, ama il mondo».

DANIEL C. MEYER

 

Olga Percinschi 8INFO

NUOVA REALTA’ METAFORICA di Olga Percinschi
Inaugurazione venerdì 25 luglio 2014 ore 17 presso Palazzo Panciatichi (sede del Consiglio Regionale Toscano, Via Cavour 4, Firenze)
All’inaugurazione interverranno il Consigliere regionale Eugenio Giani e il Critico d’arte Umberto Putzu.
La mostra si terrà dal 25 luglio al 1 agosto 2014

Share.