Amedeo Modigliani Mon Amour: il tour in battello

0

Dopo il sold out dell’inaugurazione, torna lungo i canali di Livorno Amedeo Modigliani Mon Amour e sarà impossibile mancare!

Amma – Amedeo Modigliani Mon Amour è il tour esperienziale di Uovo alla Pop. Uovo alla Pop? Si, proprio Uovo alla Pop, che da due anni si occupa di l’arte contemporanea, pop e urbana a Livorno.

Saranno Libera Capezzone e Viola Barbara a raccontare Amma – Amedeo Modigliani Mon Amour. Un’esperienza strabiliante-stravolgente-straordinaria. Il giro in battello dedicato a Modì mai realizzato prima. Modigliani visto come artista ma e soprattutto come uomo. La sua grandiosa storia sarà resa ancor più eccezionale della realtà aumentata e dalle opere di un collettivo di sei artisti. Ognuno con il suo speciale tocco, ci regalerà un frammento della sua opera.

Un tour in battello perché? Perché lungo i canali la dimensione del porto e del mare assume la vocazione nodale di riuscire ad evocare la figura di Modigliani. Da piccolo, insieme a suo nonno, spesso veniva in questa parte di città ed è qui che la sua mente ha iniziato a navigare vie mai esplorate prima. Livorno è un porto. E’ uno di quei luoghi dove le navi portano con se carichi pesanti, uomini, esperienze lontane e – soprattutto – scintille per la genialità.

Durante questo viaggio sarete accompagnati dai racconti, da immagini, da foto e da diverse opere. Sarà usando l’app di realtà aumentata che riuscirete a goderne. Scoprirete come sei artisti tanto differenti tra loro hanno interpretato l’icona. Ci saranno i pixel di Ligama e la palette di colori di Modì in versione astratta di Elisa Muliere. Le Cariatidi – sacerdotesse di Dedo – interpretate da Gio Pistone e le teste di Modigliani in stop-motion grazie a Giulia Oblo.

Per le vie di Livorno continuerete a viaggiare con Isabella Staino e Mart, fino ad arrivare ad una speciale video installazione all’interno della Galleria Uovo alla Pop realizzata da Nicola Buttari.

Il Video di presentazione di AMMA

Per ora, AMMA , continua fino al 4 agosto, con l’idea di allargare la mappatura di Livorno e creare un percorso che al suo interno racconti anche i sapori, le storie dei luoghi e delle persone. «Dalle uscite in barca in estate, alle visite nei musei livornesi, passando per degustazioni di pernod, ristoranti con menu dedicati a Modì e street food, l’esperienza immersiva nel racconto di Amma si addentra alla scoperta della città. Crediamo che questo approccio sostenibile ed esperienziale al turismo possa raccontare una storia appassionante» spiegano le quattro ragazze di Uovo alla Pop.

La speciale mappa proteica propone un percorso che spazia anche nel cibo creando un’esperienza totale e immersiva della città. Così dalla Galleria di Uovo alla Pop su su fino agli Scali delle Cantine al numero 36. Arrivare alla piazza più bohémienne di Livorno, piazza Garibaldi, per fermarsi da Anita Bistrot con il suo menu dedicato a Modì e sorseggiare pernod, il liquore all’assenzio tanto amato da Modigliani, da Madame Bovar.

La mappa proteica propone un percorso che spazia anche nel cibo creando un’esperienza totale e immersiva della città. Così dalla Galleria di Uovo alla Pop su su fino agli Scali delle Cantine al numero 36. Arrivare alla piazza più bohémienne di Livorno, piazza Garibaldi, per fermarsi da Anita Bistrot con il suo menù dedicato a Modì e sorseggiare Pernod, il liquore all’assenzio tanto amato da Modigliani, da Madame Bovar.

Non potevano macare anche tutti i murales degli gli artisti ospitati da Uovo alla Pop, come Diana di Gio Pistone e il murale di Mart, sino alle gallerie d’arte di Borgo Cappuccini, tra cui l’Atelier Blu Cammello, punto focale dell’art brut della città.

Per prenotare i prossimi tour: http://www.uovoallapop.it/tour/  o scrivere a uovoallapop@gmail.com

Share.

About Author

Avatar

Fabrianese di nascita ma fiorentina di adozione, con la passione per i viaggi, la fotografia e l’architettura. Classe 1991, Pesci, collezionatrice seriale. Laureata in Architettura, indosso mocassini e ascolto indie rock. Leggo libri e vedo film. Dal 2017 ho il mio Blog di viaggio Tornopercena.com e oltre a collaborare con FUL – Firenze Urban Lifestyle, scrivo anche per National Geographic Traveler, Artribune e Viaggio nel Mondo.