Art with love: Stephen Ninnes ci insegna a dipingere con il cuore

0

Forse non tutti sanno che nel cuore di Firenze c’è un luogo familiare e accogliente che si nutre della creatività spontanea di chi ne varca la soglia.

Gioia, amore per l’arte e il piacere della condivisione sono le fondamenta su cui si basa questa vera e propria palestra artistica e di vita in cui rifugiarsi dal frenetico vivere quotidiano, ritagliarsi del tempo e, perché no, ritrovare un po’ di se tra tele, tempere e pennelli che il laboratorio mette a disposizione delle mani di chiunque, dai più piccoli ai più grandi.
Qui, ciò che importa non sono i virtuosismi o la forma artistica ma imparare a dipingere con il cuore e con la consapevolezza di ciò che si sta creando, tutto questo in un clima naturale di spensieratezza e di scambio reciproco. Palazzo Bruciato, antica casa padronale dell’Alto Medioevo, poi acquistata da uno dei fratelli di Cosimo de’ Medici e resa sede di una delle prime accademie di linguistica italiana del tempo, l’Accademia degli Umidi, è stato scelto da Stephen Ninnes per dar luogo al suo progetto e atto d’amore per la città: Art with Love. 

Stephen, imprenditore e amatore d’arte, vola tra Brisbane, in Australia, dove ha fondato la sua prima scuola d’arte, e Firenze, in cui nel 2015 ha dato forma alla sua idea attraverso la presentazione di classi d’arte totalmente gratuite e accessibili a chiunque.
Artista per oltre 12 anni, 5 anni fa Stephen decide di sperimentare l’arte attraverso lo stile rinascimentale, lo stesso che attualmente caratterizza i suoi lavori. 

art with love

Quale città avrebbe potuto meglio soddisfare questa ricerca artistica se non la culla del Rinascimento?

E quindi arriva a Firenze, scelta per amore, non solo per l’arte.
Ispirato dai grandi pittori del Rinascimento e, in particolare, dal genio rivoluzionario di Leonardo, ciò che Mr Ninnes ricerca e più lo colpisce di fronte ad un’opera è il cuore. I sentimenti veicolati dalle mani e che la persona, nel momento in cui dipinge, esprime ed imprime sulla sua tela.
Occasionalmente, Art with Love ospita e presenta anche corsi d’arte che affrontano topic diversi, a cui chiunque può liberamente partecipare. Ma dietro l’intento di insegnamento c’è soprattutto la volontà di creare momenti di giovialità fatti di condivisione di idee, passioni comuni e libertà espressiva.

Allora Art with Love diventa un atto d’amore attraverso cui l’arte può essere in qualche modo terapeutica.
In un mondo che ci fa correre, c’è sempre più bisogno di fermarsi e godere della bellezza e della semplicità che risiede nelle piccole cose.

Articolo a cura di Sara Coseglia

Share.