Bright Festival: Firenze invasa da arti digitali, lighting design e musica elettronica

0

La prima edizione del Bright Festival si terrà il 21, 22 e 23 febbraio 2019 fra la Stazione Leopolda e gli spazi de’ The Student Hotel di Firenze.

Tutto ruota attorno alla luce  come elemento di studio e come forma di espressione evocativa.
Una serie di interventi e performance che affronteranno le metodologie scientifiche e l’aspetto estetico-emozionale di questa nuova forma d’art

I primi ospiti che vi sveliamo?  

Craig Caton-Largent, mostro sacro dell’animazione 3D made in USA, ha creato effetti speciali per più di cento film tra cui Jurassic Park, Batman – il ritorno, Ghostbusters, Apollo 13 e Terminator 2. Caton-Largent, si dividerà fra una masterclass a TSH Collab e una lecture alla Stazione Leopolda, è uno degli otto co-fondatori di Digital Domain, azienda leader nella produzione di effetti speciali con sede a Los Angeles. È inoltre docente presso la New York Film Academy.

Sul fronte della fotografia digitale spazio a Francesco Francia, ospite per un workshop a TSH Collab e per una lecture alla Stazione Leopolda. Francia è un fotografo pubblicitario e di moda a livello nazionale, docente ufficiale Nikon School, fotografo ufficiale per PlayBoy Italia, docente di fotografia avanzata e illuminotecnica al CSF Adams di Roma. Note le pubblicazioni su Vanity Fair, Photo world magazine, Vero, oltre al sopracitato Playboy.

Nell’ambito del graphic design spicca il nome di Sara Franci: fiorentina, 35 anni, le sue illustrazioni realizzate con iPad Pro e Apple Pencil hanno conquistato Apple. La storia di Sara è stata raccontata da Angela Ahrendts sul palco dell’ultimo keynote Apple di New York. bright festival

La Stazione Leopolda ospiterà anche una masterclass dedicata al lighting design condotto da Luciano Tovoli, direttore della fotografia di livello internazionale, autore dello studio sulle luci di Suspiria, Dracula 3D di Dario Argento. L’incontro con l’artista verterà sul tema dell’utilizzo della luce in ambito cinematografico.

Tra gli altri ospiti degli incontri alla Leopolda, Stefano Fomasi, artista e video designer italiano, che realizza installazioni utilizzando video, film, fotografie, design, sculture e tecnologie interattive. Precursore della tecnica del 3D videomapping (videoproiezioni architetturali che ridisegnano con illusioni ottiche le facciate dei palazzi) Fomasi è stato incluso nel prestigioso International Lighting Design Index e  partecipa ora alla realizzazione delle mostre multimediali di Magritte, Klimt, Van Gogh e Leonardo Da Vinci in giro per il mondo. bright festival

La sintesi sonora e la produzione musicale realizzata attraverso i nuovi dispositivi tecnologici, sarà invece a cura di  Enrico Cosimi: uno dei massimi esperti di sintesi sonora riconosciuti a livello internazionale. Musicista, compositore, docente, consulente del MIUR-Ministero dell’Istruzione, beta tester Moog, Kurzweil, Novation, Arturia e PPG.

Non mancherà ovviamente la musica. Numerosi i live set e i dj set previsti alla Stazione Leopolda nelle serate di venerdì 21 e sabato 22 febbraio 2019.
Maggiori informazioni le trovate sul sito della manifestazione dove è anche possibile possibile prenotare il pass completo per tutti e tre i giorni della manifestazione con uno sconto del 30%.

Share.