“C’è un libro per te”: 5 biblioteche di LiberEtà Toscana

0

Il 25 aprile, per la Festa della Liberazione, Spi Cgil ha inaugurato le prime cinque biblioteche di LiberEtà Toscana: biblioteche di prossimità con 2000 volumi  e un unico catalogo online dove poter prenotare un buon libro anche a distanza.

Montepulciano, San Marcello Pistoiese, Pistoia, Pontremoli e Marina di Carrara: parte dall’entroterra toscano la “liberazione culturale” voluta da Spi Cgil, che apre le prime cinque biblioteche di LiberEtà Toscana in occasione del 25 aprile 2021. “C’è un libro per te. A casa in buona compagnia” questo il titolo dell’iniziativa che prende vita simbolicamente nel giorno in cui si festeggia la Liberazione d’Italia e che vede i primi 2000 volumi (che andranno aumentando nel corso dei prossimi mesi), custoditi all’interno di cinque biblioteche allestite all’interno delle sedi del sindacato, messi a disposizione di chi, d’ora in avanti, vorrà farsi compagnia con un buon libro.  Dalla saggistica alla narrativa, dalla poesia alle biografie fino alla storia, il progetto “C’è un libro per te” nasce dalla convinzione che attraverso la cultura si possa riacquistare fiducia nel futuro e di conseguenza si possa uscire dalla drammatica situazione che la società intera sta attraversando, che ha fatto esplodere non solo emergenze sanitarie e lavorative, ma anche la solitudine di tante donne e uomini, soprattutto anziani.

E non è un caso che le prime cinque biblioteche siano nate nelle aree interne del territorio toscano – a Montepulciano, San Marcello Pistoiese, Pistoia, Pontremoli e Marina di Carrara – perché è soprattutto in queste zone che la solitudine degli anziani sta diventando un problema allarmante, e Spi Cgil ha colto quest’occasione per offrire loro strumenti e opportunità per non sentirsi abbandonati e dimenticati.

Nell’anniversario della Liberazione vogliamo ricordare le migliaia di partigiani che uscirono dalle aree più impervie e interne per liberare le nostre città e darci il dono più grande della resistenza: la libertà – spiega Alessio Gramolati, segretario di Spi Cgil Toscana -. A quei luoghi, che rappresentano la memoria e il futuro della Toscana, alle donne e uomini che ci hanno consentito tutto questo, lo Spi toscano restituisce simbolicamente un libro. Dal 25 aprile di quest’anno per gli abitanti delle aree interne della nostra regione saranno disponibili migliaia di libri presso le biblioteche allestite nelle nostre sedi. Buon 25 aprile”.

Il primo nucleo di volumi del progetto “C’è un libro per te. A casa in buona compagnia” è stato raccolto grazie ad un accordo con LiberEtà, il mensile dello SPI CGIL, che nei prossimi mesi ha già in programma di arricchire la collezione con un nuovo importante nucleo di titoli. Le cinque biblioteche saranno unite in un unico catalogo online raggiungibile dal sito dello Spi Cgil toscana: spicgiltoscana.it. Chiunque lo voglia potrà prenotare un libro online lasciando i suoi contatti e sarà poi contattato per il ritiro. E per chi non può recarsi di persona in biblioteca a scegliere il libro da prendere in prestito? Grazie alla capillare presenza sul territorio lo SPI CGIL sta mettendo a punto una rete che permetterà di consegnare a casa i libri presenti nel catalogo.

Un servizio di prestito e consegna, che prevedrà anche occasioni di incontro e di scambio, per riappropriarsi di tempi distesi di lettura, mantenersi attivi, concentrati e curiosi e vivere le sedi dello SPI, quando tornerà ad essere possibile, anche per il bisogno di conoscenza, per il piacere di stare insieme, condividendo emozioni e opinioni.

Contatti e informazioni: telefono 348 5285436 – orari lunedì-venerdì dalle ore 10 alle ore 17, email biblioteca@spicgiltoscana.it

Le Biblioteca di LiberEtà Toscane:

Lega Spi Cgil Moltepulciano, Chianciano, Pienza c/o Centro Civico Sant’Albino – Piazza delle Calle 1, Montepulciano

Lega SPI CGIL Montagna Pistoiese – via Marconi 197, San Marcello Pistoiese

SPI CGIL Pistoia – via Puccini 68, Pistoia

Lega SPI CGIL Pontremoli – via Cavour 51, Pontremoli

Lega SPI CGIL Marina di Carrara – via N. Sauro 17, Carrara

Share.

About Author

Sono nata in un caldissimo agosto del 1991 a Firenze e mi sono innamorata dell’arte da bambina, guardando un poster di Mirò appeso nel mio salotto. Da allora non ho mai perso questa passione che mi ha portato a laurearmi in Arte Contemporanea prima e poi in Critica d’arte affascinata sempre di più dall’idea che l’arte sia un linguaggio tanto universale quanto soggettivo, capace più di ogni altro di raccontare il nostro tempo