Firenze Rocks vs. Lucca Summer: la sfida del cartellone estivo che fa bene alla Toscana.

0

Siamo ancora nel pieno dell’inverno ma gli amanti del rock stanno già contando i giorni che li separano dall’estate, quando la Toscana tornerà ad essere protagonista con i suoi due festival di richiamo internazionale.

 

Come molti ricordano, lo scorso novembre, in tempo per i regali di Natale, Live Nation ha annunciato i nomi degli headliners della seconda edizione del Firenze Rocks (14-17 giugno) con l’esplicito obiettivo di tagliare il traguardo delle 200 mila presenze. Il cartellone completo si sta delineando proprio in questi giorni ed è fresca la notizia che ci saranno i The Kills di spalla ai Foo Fighters e il leader dei Korn Jonathan Davis con il suo progetto solista ad esibirsi prima degli Iron Maiden. E ancora tanto hard rock con i Judas Priest di spalla per Ozzy Osbourne e Volbeat nella serata dei Guns n’Roses. Firenze Rocks, oltre ad inserire la nostra città nella mappa dei grandi festival europei e far registrare un aumento delle presenze turistiche, ci rendiamo conto che ha suscitato pure un altro effetto positivo: stimolare il Summer Festival al rilancio. Ed infatti a Lucca non sono stati da meno! Tra l’altro, contrariamente alla sua natura eterogenea, quest’anno il festival sarà molto rock-oriented, come se Mimmo D’Alessandro avesse voluto cogliere la sfida e rispondere per le rime a Firenze su chi alza di più i decibel. Il cartellone dell’estate lucchese è inaugurato il 23 giugno dallo stoner-rock dei Queens of The Stone Age. La band californiana dell’eclettico Josh Homme, straordinaria dal vivo, porta in Europa il tour promozionale dell’ultimo album “Villains”. Dopo l’ex batterista dei Beatles, Ringo Starr l’8 luglio, torna in Italia Roger Waters con tappa l’11 luglio sotto le antiche mura (solita location dei Rolling Stones).

Lo storico bassista dei Pink Floyd porta in scena lo spettacolo US+THEM, con cui ha già riscosso successo in tutto il mondo. Tanta curiosità ci sarà anche il 7 luglio per vedere per la prima volta dal vivo gli Hollywood Vampires. Operazione commerciale o stravaganza da vecchi divi, comunque la pensiate si tratta di una super band che mette insieme l’attore Johnny Deep e l’ex Aerosmith Joe Perry alle chitarre con la voce di Alice Cooper. La “parata di star” si esibisce con una lettura personale di brani classici del rock e, dalle recensioni che ci giungono dagli States, il divertimento pare assicurato. Altro pezzo forte del cartellone è l’unica data italiana dei Gorillaz (ve ne abbiamo parlato qui), il più originale dei progetti musicali del geniale leader dei BLUR Damon Albarn, che sarà in scena il 12 luglio. Di questo evento abbiamo già trattato in un precedente articolo. Non sono da meno gli ultimi appuntamenti nella seconda metà di luglio che completano il festival: il 17 torna in Italia Nick Cave & the Bad Seeds. La band australiana continua il tour mondiale a supporto dell’album Skeleton Tree. Il 18 è la volta di un altro illustre protagonista del rock: Lenny Kravitz, sempre molto amato nel nostro paese. Si chiude il 25 luglio con uno dei gruppi più sperimentali della storia del rock: i King Crimson. La storica band inglese festeggia i cinquanta anni di attività con un tour che gli amanti del rock progressive non possono mancare.

A questo punto, pur nell’attesa di conoscere il destino del Pistoia Blues (a rischio l’organizzazione ma il comune sta lavorando alla ricerca di un promoter che non faccia saltare l’appuntamento) e il cartellone dell’Empoli Beat Festival, possiamo comunque già dire: a voi la scelta!
Appuntamento su FUL tra qualche mese per tirare le somme, quale che sia il vostro gusto e budget per i concerti, anche l’estate 2018 si preannuncia calda.

Francesco Sani

Share.