Girone Jazz con il Glenn Ferris Italian Quintet

0

Il mitico trombonista americano Glenn Ferris, tra le maggiori figure della scena jazz contemporanea (Frank Zappa, Stevie Wonder e Duran Duran) si esibirà sul palco con una nuova formazione, composta da Mirko Mariottini al clarinetto, Giulio Stracciati alla chitarra elettrica, Franco Fabbrini al contrabbasso e basso elettrico e Paolo Corsi alla batteria.

 

Sarà il mitico trombonista losangelino Glenn Ferris, tra le maggiori figure della scena jazz contemporanea, già prezioso collaboratore di Frank Zappa, Stevie Wonder, James Taylor e Duran Duran, a inaugurare la 14/ma edizione del Girone Jazz, stasera 15 maggio alle ore 21.30 presso il Circolo Arci Il Girone (via Aretina 24).

Il musicista si esibirà con l’Italian Quintet, composto da Mirko Mariottini al clarinetto, Giulio Stracciati alla chitarra elettrica, Franco Fabbrini al contrabbasso e basso elettrico e Paolo Corsi alla batteria, in un concerto gratuito, che anticipa l’uscita dell’album Animal Love di quest’estate.

La rassegna Girone Jazz, a cura de Nuovi Eventi Musicali, Il Girone e Eventi Music Pool, proporrà, fino al 29 maggio, tre appuntamenti per esplorare tutte le sfumature del jazz, in compagnia delle stelle del panorama jazzistico italiano e straniero.

Tema principale dell’edizione di quest’anno è la dignità:

“Vogliamo rendere omaggio a tutte le persone che con il loro impegno e con la propria testimonianza rappresentano il valore quotidiano della dignità e della libertà. A loro dedichiamo questi tre concerti realizzati grazie all’impegno del circolo, dei suoi lavoratori e volontari. Per farlo, e per diffondere il più possibile il nostro messaggio, il concerto con Glenn Ferris sarà a ingresso libero: un dono per tutti”, dice Augusto Benvenuti, direttore artistico.

 

Il Glenn Ferris Italian Quintet proporrà un concerto pieno di energia, creatività e imprevedibilità. Un mix che cercherà di catturare sin da subito l’ascoltatore per condurlo in una dimensione coinvolgente, dove i cinque musicisti si muoveranno con grande abilità tecnica, interplay ed espressività. Il gruppo, formatosi nel 2015 in occasione del Volterra Jazz Festival, dopo aver instaurato un forte feeling umano e musicale, ha deciso di ripetere l’esperienza dando vita a un mini-tour con un repertorio basato essenzialmente da brani originali. Il quintetto si esibirà a Firenze per la prima volta, eseguendo brani originali di Glenn Ferris, da “Animal love” che dà nome al prossimo cd, a “Calabria night”, “Istanblues”, “When the night tourn into day” e “Lo scopo”. Oltre alle tracce contenute nell’album, è in programma il tradizionale “St. James Infirmary”, reso noto al pubblico da Louis Armstrong e il brano “Five in China” di Mirko Mariottini, un gioco di parole che rimanda al quintetto, costruito su accordi di quarte e quinte come accade nella musica cinese.

Il Girone Jazz proseguirà martedì 22 maggio con Piero Borri & Friends, una serata speciale che unirà nello stesso concerto cinque musicisti, punti di riferimento del jazz italiano, ovvero il batterista Piero Borri, Stefano Cocco Cantini al sax, Nico Gori al clarinetto, Kalmàn Olàh al piano e Ares Tavolazzi al contrabbasso (ingresso 12 euro, 10 il ridotto).

Il festival si chiuderà il 29 maggio con i Dinamitri Jazz Folklore, una delle formazioni più interessanti nell’ambito della musica creativa che vede Emanuele Parrini al violino, Beppe Scardino al sax baritono, Gabrio Baldacci alla chitarra, Paolo Pee Wee Durante all’hammond, Andrea Melani alla batteria e Simone Padovani alle percussioni. Sotto la guida del sassofonista Dimitri Grechi Espinoza, la band esplorerà il linguaggio jazzistico indagando le connessioni tra le varie tradizioni musicali: dal bebop alle polifonie di New Orleans, al blues all’Africa, in una ricerca continua di innovazione e tradizioni di culture solo apparentemente distanti.

Info e prevenditewww.nuovieventimusicali.it – eventimusicpool.it – info@nuovieventimusicali.it

Share.