Gucci a Firenze – la nascita di un Impero

0

Chi, come, dove, quando – dalle origini dell’impero Gucci ad oggi. Un viaggio nella storia del brand di lusso più amato.

Gucci nasce nel 1921 quando Guccio Gucci torna a Firenze dopo aver lavorato in alcuni hotel di lusso tra Parigi e Londra. Comincia ad aprire una serie di piccoli negozi di pelletteria, dedicando una parte del suo lavoro anche ad articoli da viaggio e per l’equitazione. Da qui i riferimenti sempre presenti all’ambito equestre: il famoso motivo verde-rosso-verde viene, non a caso, dalla sella da cavallo. gucci Firenze

Ad uno ad uno nascono i must del marchio. 1947, la Bamboo Bag, la prima borsa con il manico in bambù. Ispirata nelle forme alla sella da cavallo ma con un dettaglio povero in bambù nato per sopperire alla carenza di pellame nel dopoguerra, allo stesso tempo la sua particolarità esotica serviva ad alimentare il bisogno di evadere e viaggiare in mondi lontani. Nel 1953 arriva il mocassino con il morsetto e nel 1966 il foulard Flora era al collo di Grace Kelly. Da questo momento il Sole, ogni giorno, nasce e tramonta a Firenze – Audreay Hepburn, Jackie Kennedy e Maria Callas vestono Gucci.

1 2
Share.

About Author

Avatar

Fabrianese di nascita ma fiorentina di adozione, con la passione per i viaggi, la fotografia e l’architettura. Classe 1991, Pesci, collezionatrice seriale. Laureata in Architettura, indosso mocassini e ascolto indie rock. Leggo libri e vedo film.Dal 2017 ho il mio Blog di viaggio Tornopercena.com e oltre a collaborare con FUL – Firenze Urban Lifestyle, scrivo anche per National Geographic Traveler, Artribune e Viaggio nel Mondo.

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00