La morte della lingua

0

artlingua2Pensare meno e baciare di più.
Se si baciasse un po’ più spesso si starebbe molto meglio.
Il bacio, esattamente quel contatto iniziale che fa scattare la scintilla dell’eros, lo scambio di sapori, odori, feromoni.
Dopo 3 anni del mio lavoro come consulente de La Valigia Rossa spesi a parlare con tante donne e uomini ancora non sono riuscita a capire perchè non solo viene sottovalutato e svalutato, ma dopo qualche anno di relazione abbandonato.

La morte della lingua.

Si inizia nel baciarsi a stampo, stile francobolli, durante il sesso ci si mordicchia, la lingua non esiste più, spedita verso la pensione, ma che dico, in cassa integrazione, lì, ferma ad aspettare una retribuzione dai sapori, dimenticata e ritrovata banalmente quando le nostre bocche si avvicinano a parti molto molto sensibili, tristezza.
Pigrizia? Chi lo sa, accade e basta.
Non si può pretendere una costante ed accesa libido se si dimenticano alcune cose fondamentali. La vostra auto parte senza carburante? No.artlingua3

Nei topolini il contatto iniziale con la bocca del partner ha la precisa funzione di verificare se chi abbiamo di fronte è compatibile. Questo accade perché viene trasmesso un feromone che, se il topino trova gradevole, gli permette di continuare i rapporti con il suo partner; viceversa li interrompe subito.

Ora prendetevi un po’ di tempo, avvicinate il viso al partner, appoggiate il vostro labbro superiore sul suo, chiudete gli occhi e respirate lentamente. Non fate l’errore di porvi subito mille domande, lasciate che sia il vostro corpo a parlare, ascoltate i respiri.

Riscoprite i 5 sensi, resettate tutto quel che vi sembra di aver immagazzinato e ripartite dai sapori, dagli odori, assaggiatevi.

Ed ora il tasto dolente, se comunicare verbalmente non è funzionale, agite.

Noi consulenti del benessere sessuale non siamo insegnanti, diamo solo le giuste tempere per dipingere e colorare la vostra personale tela.

artlingua4Eccolo qua, lo strumento, semplicissimo, il chupa chups con due estremità dal sapore di fragole e champagne, costo irrisorio. Vi obbliga con il gioco a ricominciare a gustarvi, a muovere sensualmente quelle lingue atrofizzate senza puntare il dito sull’altro per ovvie mancanze, e il gioco è fatto, la mente ricorda, il corpo ringrazia.

La responsabilità è sempre al 50%, esattamente come questo doppio lecca lecca.

Smettete di lamentarvi e leccatevi di più!

SAMANTHA LA VALIGIA ROSSA

https://www.facebook.com/samanthalavaligiarossafirenze

Share.