Occhio della città intelligente: l’app inclusiva per scoprire le meraviglie di Firenze

0

Si chiama Occhio della città intelligente e promette di offrire un’esperienza nuova e altamente inclusiva ai viaggiatori in visita a Firenze: è la nuova app realizzata dai Distretti Lions e Leo della Toscana in partenariato con il Centro per la Disabilità dell’Università di Firenze, che mira a fornire numerose informazioni turistiche e di pubblica utilità sfruttando i vantaggi delle tecnologie mobili, con particolare attenzione ai bisogni di non vedenti e ipovedenti. Ecco come funziona l’app e come scaricarla sul proprio smartphone o su tablet.

occhio città di firenze
Foto di Waldo93 by Pixabay

Le applicazioni mobili semplificano la vita

Le app per dispositivi mobili sono oggi ampiamente diffuse e utilizzate in maniera trasversale nelle diverse fasce sociali, non soltanto per ciò che riguarda le sole telecomunicazioni, ma anche nell’ottica dell’intrattenimento e del divertimento, comparti questi ultimi in cui la fruizione di contenuti audiovisivi e di giochi da casino rappresentano due delle possibilità più apprezzate a livello globale.

Proprio per le loro caratteristiche, le applicazioni rivestono ormai un ruolo di primo piano anche in ambito turistico, grazie alla praticità e alla facilità con cui tali software permettono di accedere a contenuti e informazioni di qualità, anche in strada, ed è proprio da questo assunto che nasce l’idea che ha portato a Occhio della città intelligente, un progetto che ha inteso coniugare le informazioni più utili per cittadini e viaggiatori ai bisogni di chi ha particolari esigenze per la fruizione del servizio.

Come funziona l’Occhio della città intelligente

Il nome racchiude già in sé ciò che l’app promette di fare, ossia mettere al servizio dell’utente un occhio attento e in grado di recepire informazioni in maniera rapida e smart. Occhio della città intelligente si pone dunque come un’applicazione capace di soddisfare ogni tipologia di utilizzatore, dal cittadino al turista, fornendo un supporto aggiuntivo a ipovedenti e non vedenti per muoversi in maniera ancora più autonoma in città.

Una volta scaricata sul proprio dispositivo, l’app si va a integrare perfettamente con le mappe già presenti permettendo di programmare gli spostamenti e di individuare numerosi POI, ossia punti di interesse, come musei, monumenti, piazze e ogni altra attrazione presente sul territorio, anche attingendo a una rubrica di preferiti.

Non solo, l’applicazione già attiva a Firenze non si limita alle sole informazioni di stampo turistico ma è in grado di accedere ai dati forniti da enti pubblici, reti civiche e aziende di trasporto, consentendo all’utente di essere sempre aggiornato sugli orari e sulle fermate dei mezzi pubblici, sulle farmacie di turno, sui punti di accesso Wi-Fi e su ogni altro servizio pubblico che possa essere utile nell’immediato a chi si trova sul territorio.

Uno dei vantaggi di Occhio della città intelligente è poi quello di poter essere gestito anche mediante comandi vocali e di ascoltare indicazioni e descrizioni, un aspetto che, come anticipato, mette in condizioni anche i non vedenti e gli ipovedenti, così come gli anziani e gli stranieri, di muoversi in città senza difficoltà sfruttando le migliori tecnologie digitali.

occhio applicazione
Foto di paulo duarte da Pixabay

Percorsi speciali in occasione di eventi e ricorrenze

Occhio della città intelligente è stata pensata anche come app per celebrare particolari ricorrenze ed eventi, come accaduto per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. In quest’occasione, infatti, sono stati previsti tre percorsi speciali basati sulla vita e sulle opere del Sommo Poeta, che da Firenze portano fino a Ravenna, città in cui Dante visse i suoi ultimi anni e dove tuttora è sepolta la sua salma.

I percorsi, che possono essere vissuti anche a distanza, permettono di scoprire monumenti e luoghi legati alla vita del poeta fiorentino, ricevendo numerose informazioni a riguardo per approfondire la conoscenza di uno dei personaggi italiani più conosciuti in tutto il mondo.

L’app promette di non limitarsi a questa singola celebrazione, ma è aperta a numerose altre possibilità che nei prossimi mesi saranno accessibili su smartphone e tablet, per un servizio sempre più completo e a misura di cittadini e turisti. Occhio della città intelligente è scaricabile da Google Play Store, previa verifica di compatibilità con il dispositivo in proprio possesso.

Foto di copertina di paulo duarte da Pixabay

Share.

About Author

⚡ Free magazine e sito web sulla vita a Firenze ⚡ instagram: @ful_magazine