OnLife: una mostra online che risponde all’impasse globale del momento

0
2 di 4

Onlife è uno dei primi esperimenti di mostra organizzata interamente online e concepita per essere fruita dal pubblico esclusivamente in questa modalità. Questa novità riflette lo spirito del tempo che stiamo vivendo nell’esigenza e obbligo comune a tutti di restare a casa. Come cambia questo tipo di approccio all’esposizione per coloro che la organizzano e per gli artisti che vi espongono? È una situazione che nella sua straordinarietà pone sfide stimolanti e può creare nuove prospettive?

OnLife è un esperimento improvviso che investiga il potenziale di un’iniziativa che, prendendo ispirazione proprio dalle circostanze straordinarie in cui ci troviamo, mira a far accadere le cose andando oltre le strutture, gli schemi e le gerarchie tipiche dell’ordinario. Tra la sua ideazione e la sua pubblicazione sono trascorsi solo dieci giorni.

onlife mostra
courtesy Takayoshi Kitagawa, OnLife

OnLife rappresenta un tentativo di riflessione sulla situazione attuale, non enfatizzando il virus e le sue conseguenze, bensì coinvolgendo il pubblico attraverso una serie di contenuti tra loro molto eterogenei, estremamente simbolici di questo momento storico. Per attitudine sono portato a guardare il bicchiere mezzo pieno, ad osservare le improvvise circostanze critiche più per le possibilità che offrono, che per i limiti che impongono e questo progetto incarna esattamente questo, una reazione all’impasse globale.

2 di 4
Share.

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00