OnLife: una mostra online che risponde all’impasse globale del momento

0
1 di 4

OnLife è il titolo del progetto curato da Giacomo Zaganelli in collaborazione con Angelika Stepken che incarna un tentativo di reazione all’impasse globale provocato dagli effetti del virus, in campo artistico.

onlife mostra

Si tratta di una mostra che riflette lo Zeitgeist, ovvero lo spirito del tempo, in un periodo come quello che stiamo vivendo sicuramente molto particolare, e che mira a far accadere le cose andando oltre le strutture, gli schemi e le gerarchie tipiche dell’ordinario. L’esposizione è stata infatti organizzata senza alcun tipo di contatto fisico tra le parti ed è stata pensata per essere fruita dal pubblico esclusivamente online sul sito onlife.villaromana.org, in un tempo in cui l’unico spazio pubblico possibile è proprio il web. A differenza però di tanti altri enti che hanno organizzato tour virtuali riadattando le collezioni e le mostre in corso allo spazio virtuale, OnLife rappresenta l’esito di un esperimento improvviso che ha sfruttato l’obbligo di prescindere dalle sovrastrutture convenzionali, spesso limitanti, per sfruttare a pieno il potere dell’arte cioè quello di stimolare una riflessione, alimentata da tanti spunti, sulla vita o per meglio dire, “on life”.

onlife mostra
courtesy Armin Linke, OnLife

Abbiamo fatto qualche domanda all’organizzatore di OnLife, Giacomo Zaganelli, per saperne di più dell’esposizione e delle sue opinioni riguardo la reazione del mondo artistico alla crisi scatenata dal corona virus.

1 di 4
Share.

About Author

⚡ magazine cartaceo e web sulla vita a Firenze ⚡ instagram: @ful_magazine