Open, gli architetti aprono le porte dei propri Studi

0

L’Ordine Degli Architetti PPC di Firenze attraverso la Commissione Giovani, e con il patrocinio della Città Metropolitana di Firenze nell’intera giornata del 24 maggio, in occasione di OPEN STUDI, propone un evento itinerante nella città all’interno del quale 6 studi di architettura o singoli professionisti del territorio fiorentino allestiranno liberamente uno spazio pubblico che sia in grado di raccontare la rilevanza stessa che il ruolo dell’architetto riveste nella società, con l’obiettivo di far interagire il cittadino coinvolgendolo in maniera immersiva sulla tematica dell’iniziativa.

Un’iniziativa nazionale per far conoscere il mondo dell’architettura ai non addetti ai lavori

La tematica di fondo è “la figura dell’architetto indispensabile”. Lo scopo è far conoscere le specializzazioni e gli ambiti in cui operano i singoli studi nell’intento di avvicinare il cittadino all’architetto e di far comprendere l’importanza dell’architettura e della professione stessa.

L’evento a Firenze

Un percorso ideale che porterà il visitatore fino alla Palazzina Reale dove gli studi fiorentini parteciperanno da protagonisti ad un Talk, un confronto che vedrà coinvolti gli autori degli allestimenti, gli iscritti all’ordine e la cittadinanza stessa che potrà interagire e portare le proprie considerazioni sul tema dell’evento. 

open studi

Che cosa potrete visitare

Un Battistero rivisto in chiave “pop” in piazza Salvemini, uno “studio sul vuoto” in piazza D’Azeglio, rifiuti plastici appesi in piazza Beccaria, una “Camera delle meraviglie” a Le Murate Progetti Arte Contemporanea, un quadrato in cui entrare scalzi, giocare e disegnare alla Scuola di Architettura di Santa Verdiana e uno stand mutabile dedicato al riuso alla Palazzina Reale di piazza Stazione. 

Il percorso tra gli allestimenti temporanei sparsi per la città condurrà poi i visitatori fino alla Palazzina Reale, dove alle 19 un talk aperto a tutti e moderato da Andrea D’Antrassi dello studio MAD architect sarà l’occasione per presentare le sei installazioni e dar vita a una riflessione e a un confronto sui temi da queste proposti, a cui seguiranno aperitivo e dj set.

Share.