Ricette fiorentine, il crostino ai fegatini

0

Su FUL le ricette fiorentine dei Mollica’s, truck food giramondo che difende i valori e la tradizione della nostra cultura gastronomica.

DECALOGO DEL CROSTINO AI FEGATINI

1- Non c’è Natale, Pasqua e pranzo della domenica se un si principia col crostino ai fegatini.
2- I’ pane ci vole Toscano, sciocco, se vi va salato avete a mangiare la schiacciata.
3- La Salsa già fatta dì supermercato l’è da vagabondi, le fanno schifo.
4- Filetti d’acciuga da pulire, capperini e tritare tutto a cremina, la pasta d’acciughe avete a usalla per attaccare le figurine.
5- I’ fegatino va battuto al coltello o con la mezzaluna, i’ mixer l’è la disgrazia del secolo.
6- Quando si mangia e ci si devono sentire i pezzettini di fegato, gli omogeneizzati son da “Bimbi”
7- I’ pane va abbrustolito, non troppo, e bagnato veloce nì brodo, l’è la su morte.
8- Quando si comincia a mangialli bisogna dassi una regolata, sennò ci si gioca i’ primo.
9- Mentre si cociono vanno sfumati col Vinsanto, un vi crederete mica che serva solo per inzuppare i cantucci.
10- C’è una variante per ogni nonna. crostini ai fegatini

Crostini ai Fegatini – Ricetta

500 gr di fegatini di pollo
1 cipolla rossa
2 cucchiai di capperi sott’aceto
3 filetti di acciughe sottosale
50 gr di burro
Vin Santo
olio extra vergine d’oliva
sale e pepe
Tagliate una cipolla rossa e fatela rosolare in 5 cucchiai d’olio. Appena prende colore buttate i fegatini di pollo puliti (senza filamenti e senza fiele, bile, la robina verde per intendersi…che poi vi vengono amari).
Cuocete per 10 minuti sfumando con mezzo bicchiere di vinsanto (c’è chi usa del buon vino rosso). Trascorso questo tempo togliete i fegatini e tagliateli con la mezzaluna o un coltello.
Rimettete tutto dentro aggiungendo i capperi e i filetti d’acciuga, ovviamente pulite, tutto ben tritato. Deve diventare una cremina. Per finire il burro, aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere per altri 10 minuti bagnando con del brodo, se vedete che si asciugano troppo.
Iniziate a prepare le fette di pane toscano per l’assaggio prima di portarli al tavolo, sennò chi cucina non mangia mai nulla!
Ricordatevi che il crostino perfetto va fatto abbrustoline e passato leggero sul brodo prima di servire.

Consigli, Curiosità e Varianti:

Se aggiungete la Milza ricrodatevi di togliere la sua pelle raschiandola con la costola di un coltello e aggiungetela quando metterete i capperi e le acciughe…la differenza sta nella cottura, ci vorranno 30 minuti, sempre con l’aiuto di un po’ brodo. Così fatti prendono il nome di “Crostini Neri“.

Chi sono i Mollica’s? Sono una coppia di innamorati pazzi della cucina toscana, l’hanno portata fino in Australia, per poi tornare, comprare un truck e con quello far star bene un sacco di gente.
Se ti stanno simpatici trovi maggiori informazioni alla loro pagina facebook, qui

Share.