La storica boutique fiorentina di Richard Ginori

0
1 di 3

Una storia ultracentenaria che grazie alla passione del marchese Ginori, nasce nel 1705 a Doccia.

L’omonima Manifattura che trasforma la porcellana in pura bellezza entrando nelle più belle case signorili, questo progetto di bellezza è in continua evoluzione e si tramanda di generazione in generazione, fino a quando nel 1896 Leopoldo Carlo Ginori Lisci trasforma la manifattura nella Società Ceramica Richard Ginoririchard ginori

Questo cambiamento segna una svolta soprattutto dal punto di vista stilistico, avviando collaborazioni con i più grandi designers del tempo, come Giò Ponti, Aldo Rossi e Achille Castiglioni. Da oltre due secoli la manifattura continua a produrre spettacolari pezzi in porcellana per la casa, affinando il design e le tecniche senza però perdere mai la sua identità storica. Nuove forme eleganti e funzionali, uno stile fortemente classico che strizza l’occhio a linee più contemporanee, con un uso sapiente e totale dei colori e delle decorazioni realizzate a mano, che raffigurano principalmente scene naturali e schemi geometrici. 
Proprio questi elementi fanno da sfondo alle porcellane, che arredano la tavola ma anche gli altri spazi decorando candelabri vasi e porcellana in genere. La manifattura ha continuato nel tempo la sua produzione d’eccellenza, anche dopo l’acquisizione nel 2013 da parte di Gucci sotto la direzione artistica di Frida Giannini, per rilanciare la Richard Ginori, Gucci decide di riaprire lo storico negozio Casa Ginori, a Firenze in Via de’ Rondinelli.

1 di 3
Share.

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00