La storica boutique fiorentina di Richard Ginori

0

Una storia ultracentenaria che grazie alla passione del marchese Ginori, nasce nel 1705 a Doccia.

L’omonima Manifattura che trasforma la porcellana in pura bellezza entrando nelle più belle case signorili, questo progetto di bellezza è in continua evoluzione e si tramanda di generazione in generazione, fino a quando nel 1896 Leopoldo Carlo Ginori Lisci trasforma la manifattura nella Società Ceramica Richard Ginoririchard ginori

Questo cambiamento segna una svolta soprattutto dal punto di vista stilistico, avviando collaborazioni con i più grandi designers del tempo, come Giò Ponti, Aldo Rossi e Achille Castiglioni. Da oltre due secoli la manifattura continua a produrre spettacolari pezzi in porcellana per la casa, affinando il design e le tecniche senza però perdere mai la sua identità storica. Nuove forme eleganti e funzionali, uno stile fortemente classico che strizza l’occhio a linee più contemporanee, con un uso sapiente e totale dei colori e delle decorazioni realizzate a mano, che raffigurano principalmente scene naturali e schemi geometrici.  
Proprio questi elementi fanno da sfondo alle porcellane, che arredano la tavola ma anche gli altri spazi decorando candelabri vasi e porcellana in genere. La manifattura ha continuato nel tempo la sua produzione d’eccellenza, anche dopo l’acquisizione nel 2013 da parte di Gucci sotto la direzione artistica di Frida Giannini, per rilanciare la Richard Ginori, Gucci decide di riaprire lo storico negozio Casa Ginori, a Firenze in Via de’ Rondinellirichard ginori

Un ritorno in questa location per la manifattura, che già nel 1802 aprì qui a palazzo Ginori il suo primo negozio. Il flagship ricopre una superficie di 500 mq, riproducendo l’atmosfera di una casa elegante, suddivisa in vari ambienti come la sala da pranzo, la cucina, il salone, la stanza degli innamorati, il living room e il giardino d’inverno, ristrutturati da artigiani fiorentini. Entrando nello store Ginori si viene avvolti da un atmosfera magica, tipica delle case all’interno dei palazzi storici fiorentini. Un susseguirsi di ambienti formali e informali di vita quotidiana, animati dalla produzione di Richard Ginori, un’atmosfera calda è il file rouge che accomuna gli spazi tutti diversi fra loro, pavimenti in pastina di cemento, parquet in formelle Versailles, boiserie di colore grigio con dettagli neri, tavoli, consolle, cornici, specchi e sedie in stile impero con contaminazioni dello stile fiorentino del tempo, dove infatti tutti gli elementi originali sono stati portati a nuova luce, come i soffitti a cassettoni in legno, soffitti a volte decorate a mano e le imponenti vetrate decorate con il marchio dell’azienda, realizzate dall’architetto Tito Chini. richard ginori

Un’altra piacevole sorpresa è sicuramente in Via dei Banchi, dove è collocato il secondo ingresso del negozio adibito a laboratorio artigianale caratterizzato da pavimento in lastre di ghisa, un tavolo da lavoro, vasi a parete con le terre colorate e il caolino utilizzati per la preparazione dell’impasto. Per immergerti nell’elegante e raffinato ambiente di Richard Ginori, puoi andare nel loro store e perderti in questa atmosfera sognante, un gioco di prospettive tra le collezioni del passato e del presente, in un tripudio di colore inteso sempre in veste elegante. Un’eccellenza del design italiano, la Manifattura Ginori è leader nella produzione e nella lavorazione della porcellana di alto livello.

Articolo e foto a cura di Valentina Malevolti & Martina Mustur  

 

Share.