Settembre in Manifattura Tabacchi: da SUPERBLAST a GOD IS GREEN

0

Un mese di raccolta e restituzione delle riflessioni sul rapporto tra uomo, città e natura che hanno guidato il primo anno di NAM – Not A Museum.

L’ecologia come nuova forma di relazione attraverso la sperimentazione dei linguaggi contemporanei e la connessione tra mondi diversi è il fil rouge delle iniziative in programma a settembre in Manifattura Tabacchi, un mese di raccolta e restituzione delle riflessioni sul rapporto tra uomo, città e natura che hanno guidato il primo anno di NAM – Not A Museum. Indagini che prendono forma nelle installazioni site-specific della mostra SUPERBLAST e nello spazio di dialogo e approfondimento offerto dalla quarta edizione di God Is Green, in programma dal 15 settembre in Manifattura Tabacchi.

Avviato nella forma di un open call internazionale, che ha raccolto oltre 700 candidature provenienti da tutto il mondo, SUPERBLAST si è evoluto in una residenza artistica che ha visto i sei artisti selezionati coinvolti nella produzione di sei progetti e che da settembre si mostra al pubblico con un’esposizione non tradizionale diffusa negli spazi di Manifattura Tabacchi. Allo stesso modo, God Is Green, festival dedicato alla sostenibilità e al futuro, rappresenta una derivazione delle questioni sollevate dagli artisti, creando connessioni con il mondo accademico, industriale e artistico.

manifattura tabacchi

Tra i temi della ricerca dei sei artisti figurano: lo stato di natura contemporaneo nel mondo virtuale; il rapporto tra ambiente urbano e ambiente naturale; il paradosso insito nella mobilità elettrica; i semi del colonialismo nella rappresentazione del paesaggio; lo spazio dell’arte in relazione ai fattori incontrollabili del contesto pubblico; il parallelo tra biodiversità culturale e biodiversità naturale nell’universo delle sottoculture.

Il progetto, patrocinato dall’Università di Firenze, è stato reso possibile grazie alla preziosa collaborazione di STUDIO STUDIO STUDIO, PEFC, il Dipartimento di Ingegneria Industriale (DIEF) dell’Università degli Studi di Firenze e i suoi Laboratori MOVING e LINEA, e all’importante contributo di Benevelli, Curtis, Del Morino, Dirtmor, Ditta Modi-Giannelli, Emob3 srl, FET Elettronica snc, Fondazione Listone Giordano – Margaritelli S.p.A., Ninotchka, Panguaneta S.p.A, Museo Piaggio, Museo Taruffi, Pompa Eolica Italia, Reserva Natural Palmarí, Yaga Yaga Sound System, Sketchmania, Syde srl e Vinilificio.

Il progetto vede la sua conclusione finale nella realizzazione di un archivio digitale dell’indagine realizzata dai sei artisti, che sarà pubblicato online il 19 settembre alle 00:00 e con un progetto editoriale che, coerentemente con l’approccio sperimentale dell’intero percorso, rappresenta un approfondimento interdisciplinare sul pensiero post-antropocentrico e raccoglie gli interventi di artisti, intellettuali, scrittori, critici. La pubblicazione SUPERBLAST è a cura di Nero Editions con i saggi degli autori Domenico Quaranta, Bianca Felicori, Tommaso Guariento, Xenia Chiaramonte, Antonio Perazzi e Riccardo Papacci, i quali hanno accompagnato e arricchito il percorso dei sei artisti durante la residenza presso Manifattura Tabacchi. Il libro sarà in distribuzione a partire dal prossimo autunno 2021.

Dal 15 al 21 settembre torna God Is Green, festival dedicato alla sostenibilità e al futuro ideato da Manifattura Tabacchi e prodotto da Nam – Not a Museum, con un programma di incontri che porta alla luce oggetti, strategie e considerazioni che sono emersi dai progetti realizzati dagli artisti di SUPERBLAST, i quali hanno creato connessioni con pensatori e intellettuali del mondo accademico, industriale e artistico. 5 talk che esplorano i temi sollevati attraverso un’indagine metodologica che unisce arte, scienza, teoria e industria. God Is Green si configura come una ramificazione contestuale dell’indagine di quel rapporto apparentemente inafferrabile tra l’uomo e l’ambiente circostante, raccogliendo le voci di figure attive nei loro ambiti disciplinari per riflettere sullo stato del pensiero post-antropocentrico. 

In linea con le riflessioni su sostenibilità e futuro delle città e sul rapporto uomo-natura, domenica 19 settembre si conclude con un simposio il percorso svolto in Manifattura Tabacchi da Antonio Perazzi con Botanica Temporanea, L’arte dei giardini invisibili, la mostra-laboratorio, inaugurata il 18 giugno, basata sulla filosofia dei giardini a bassa manutenzione che emergono spontanei nell’ambiente urbano, capaci di migliorare la qualità della vita e di riqualificare il paesaggio. Il simposio conclusivo si sviluppa intorno a delle conversazioni conviviali. I partecipanti saranno invitati ad un momento di discussione legato alla mostra.        

“Un calendario ricco di eventi che guarda alla sostenibilità in tutti i suoi aspetti – afferma l’assessore all’Ambiente e Turismo Cecilia Del Re – da quella ambientale a quella sociale. Un viaggio di apertura alla comunità con percorsi per far scoprire la storia del nostro territorio, con Itaca, e immaginare poi il futuro, con immaginazione civica. Sostenibilità è partecipazione, inclusione, cura del pianeta e di chi lo vive: tutti elementi che si rispecchiano in questa programmazione di Manifattura Tabacchi che vede nell’arte contemporanea il mezzo per lanciare messaggi con linguaggi nuovi”“L’arte incontra l’ambiente – sostiene l’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi – e non è un caso che questo avvenga nei giorni nei quali Firenze ospita il grande appuntamento internazionale del G20 dell’agricoltura, dove saranno affrontati i temi dello sviluppo sostenibile, della forestazione urbana, dell’educazione ecologica, di una cultura ‘verde’ che sono certo potrà attingere in maniera cospicua alla grande ‘fabbrica’ della contemporaneità che ha trovato casa alla Manifattura Tabacchi”.

Il programma

Domenica 19 settembre       

  • Flower Market – dalle 10:00 alle 19:00
  • Finissage di Botanica Temporanea | Talk con Antonio Perazzi (Paesaggista e fondatore Studio Perazzi)

Talk conclusivo di Botanica Temporanea, la mostra-laboratorio, curata del paesaggista Antonio Perazzi, ispirata alla filosofia dei giardini a bassa manutenzione che emergono spontanei nell’ambiente urbano, capaci di migliorare la qualità della vita e di riqualificare il paesaggio.

È possibile prenotarsi al talk qui.

-Workshop/Laboratori per Bambini a cura di GreenBioscience | 10:00-13:00 e 15:00-19:00 GreenBioscience è un’officina progettuale che si occupa di format scientifici e di educazione non formale per la didattica.

Martedì 21 Settembre

  • God is Green | Talk “Parco delle Cascine, la cura di parchi e giardini” con Antonio Perazzi (Paesaggista e Fondatore di Studio Perazzi) e Mario Bencivenni (storico).

È possibile prenotarsi al talk qui.

Dal 15 settembre al 13 ottobre

Mostra fotografica “La Città Nascosta. I luoghi e la storia dell’acquedotto di Firenze Capitale” del Fotografo Davide Virdis, prodotta da Publiacqua, che racconta per immagini alcune tra le strutture più interessanti dell’acquedotto storico fiorentino.

La mostra è visitabile dal martedì alla domenica, dalle 17:00 alle 21:00.

Tutti gli eventi sono aperti al pubblico e gratuiti nel rispetto delle normative COVID vigenti. Saranno inviati a seguire ulteriori dettagli ed eventuali modalità di partecipazione.

Per accedere ad alcuni luoghi della mostra, agli eventi e ai talk è necessario esibire il green pass o tampone negativo effettuato nelle 48h precedenti.

Per info: www.manifatturatabacchi.com

Share.

About Author

Sono nata in un caldissimo agosto del 1991 a Firenze e mi sono innamorata dell’arte da bambina, guardando un poster di Mirò appeso nel mio salotto. Da allora non ho mai perso questa passione che mi ha portato a laurearmi in Arte Contemporanea prima e poi in Critica d’arte affascinata sempre di più dall’idea che l’arte sia un linguaggio tanto universale quanto soggettivo, capace più di ogni altro di raccontare il nostro tempo