“Uffizi On Air”: gli Uffizi live su Facebook

0

Si chiama ‘Uffizi On Air’ il nuovo progetto social delle Gallerie, per portare l’arte del museo fiorentino più famoso al mondo on-line.

La chiusura dei musei e di tutti i luoghi cultura imposta dall’ultimo Dpcm in tutta Italia ha portato ad un vero e proprio “Lockdown dell’arte”. Le Gallerie degli Uffizi non si arrendono però e aprono al pubblico di tutto il mondo, in diretta, attraverso il web con un nuovo progetto social: ‘Uffizi On Air’.

Dal 6 novembre, ogni martedì e venerdì, alle ore 13, sul profilo Facebook del museo sono trasmessi video live con curatori e specialisti delle Gallerie per illustrare le opere d’arte e svelarne i dettagli e i segreti; ma è anche l’occasione per raccontare aneddoti e curiosità del museo e della sua storia. Alla fine anche uno spazio dedicato a rispondere alle risposte alle domande del pubblico che può avere l’occasione di chiedere in diretta curiosità e chiarire dubbi semplicemente scrivendo nei commenti della live chat.  

“Vi accompagneremo virtualmente nelle sale e ci metteremo a disposizione per soddisfare le vostre curiosità” – ha dichiarato il direttore Eike Schmidt – “Come già nel caso del lockdown di primavera, anche stavolta gli Uffizi resteranno in contatto con tutti voi: ora, con Uffizi On Air, offriamo un modo ancora più diretto per condividere i nostri tesori con il mondo. Se non possiamo portarvi fisicamente in museo, con questo nuovo progetto social vi ci accompagneremo virtualmente, in versione live, mettendoci a disposizione per soddisfare il vostro desiderio di sapere e le vostre curiosità”.

Un museo social

L’esperimento di portare il museo sui social tentato durante il lockdown di marzo ha avuto da subito grande successo: i video della serie ‘La mia sala’ su Facebook, con addetti delle Gallerie ad illustrarne capolavori e spazi, in pochi mesi dall’apertura avevano infatti ottenuto milioni di visualizzazioni. Forte la presenza del museo fiorentino anche su Instagram, con oltre 561mila seguaci, che lo rendono uno dei complessi museali più seguiti d’Europa, mentre sul canale TikTok, aperto appena ad aprile e che ha già raggiunto oltre 60mila follower, è, insieme al Prado, il museo con più seguaci al mondo. Perciò anche durante questo nuovo periodo di chiusura forzata, verranno potenziate anche le altre attività di comunicazione a distanza. Tra le iniziative in programma c’è anche la “trasposizione” online delle ultime tre mostre inaugurate nelle scorse settimane, con “ipervisioni” (così si chiama la sezione sul sito dedicata ad esse) sul sito web delle Gallerie http://www.uffizi.it: ‘L’esperimento’ di Joseph Wright of Derby per la prima volta in Italia (già visitabile), Il ritorno a Firenze del Leone X di Raffaello, Imperatrici, Matrone, Liberte. Volti e segreti delle donne romane.

E poi ancora visitabili online “Rinascenza. Itinerario di emozioni e sentimenti attraverso la statuaria antica delle Gallerie degli Uffizi”, “Francesco, Fratello Universale. La vita e il culto del Poverello di Assisi nelle opere delle Gallerie degli Uffizi” e molte altre, oltre alle visita delle sale a 360 gradi e a interessanti approfondimenti sui capolavori ospitati nel museo.

Share.

About Author

Lucrezia Caliani

Sono nata in un caldissimo agosto del 1991 a Firenze e mi sono innamorata dell’arte da bambina, guardando un poster di Mirò appeso nel mio salotto. Da allora non ho mai perso questa passione che mi ha portato a laurearmi in Arte Contemporanea prima e poi in Critica d’arte affascinata sempre di più dall’idea che l’arte sia un linguaggio tanto universale quanto soggettivo, capace più di ogni altro di raccontare il nostro tempo