20 anni di Libernauta a Firenze

0

Una delle delle più importanti iniziative in Italia dedicate alla promozione della lettura in ambito adolescenziale. Dal 2000 ad oggi vi hanno partecipato 15mila ragazzi tra i 14 e i 19 anni e ogni anno coinvolge 30 scuole secondarie di secondo grado e oltre 40 biblioteche della Città Metropolitana

Libernauta è un progetto di promozione del libro e della lettura tra gli adolescenti che si propone di valorizzare la letteratura contemporanea e di porre a confronto i giovani adulti con i linguaggi e le problematiche del tempo, stimolandoli a leggere, scrivere, discutere di opere che trovano difficilmente spazio nella programmazione curricolare

La XX edizione prende il via venerdì 20 dicembre in oltre 40 biblioteche della Città Metropolitana. Partecipare è facile: basta andare sul sito www.libernauta.org e registrarsi al concorso. Una volta effettuata la registrazione i ragazzi potranno recarsi in una delle 40 biblioteche dell’area Sdiaf e scegliere uno dei 15 testi selezionati ( sono comunque reperibili anche sul web della manifestazione ) leggere almeno 3 di questi ed inviare le proprie recensioni entro il 20 maggio 2020 sempre tramite la pagina web del concorso. 

libernauta 2020

I magnifici 15 di questa edizione

 “Ragazzi dell’estate” di Cristina Brambilla (Rizzoli), “Cose più grandi di noi” di Giorgio Scianna (Einaudi), “Santa Muerte” di Marcus Sedgwick (Pelledoca), “L’età dei sogni” di Annelise Heurtier (Gallucci), il Premio Andersen 2019 “A sud dell’Alameda” di Lola Larra e Vicente Reinamontes (Edicola), “L’ambasciatore delle foreste” di Paolo Ciampi (Arkadia), “Dalla terra alla luna” di Rocco Cantore (Rubbettino), “Ladies football club” di Stefano Massini (Mondadori), “La principessa sposa” di William Goldman (Marcos y Marcos), “storiemigranti” di Sio, Nicola Bernardi (Feltrinelli), “Dolci traumi” di Gianmarco Tricarico (Miraggi Edizioni), “Kentuki” di Samanta Schweblin (Sur), “L’ultima notte della nostra vita” di Adam Silvera (Hot Spot), “Il gioco della paura” di Maren Stoffels (Pelledoca), “Gli squali” di Giacomo Mazzariol (Einaudi).

libernauta 2020

I premi di Libernauta

Il concorso mette in palio molti premi (come e-readers, buoni-acquisto utilizzabili in librerie, abbonamenti a teatri, biglietti per concerti e spettacoli, abbonamenti per palestre e piscine) per gli autori delle recensioni giudicate più autentiche e significative. Ogni partecipante che scrive almeno 3 recensioni riceve un premio e un attestato.

La novità di quest’anno un percorso di formazione per permettere agli insegnanti di apprendere tecniche di racconto utili allo stimolo della lettura.

Come ogni anno Libernauta arriva direttamente sui banchi delle scuole attraverso le animazioni in classe dei 15 libri in concorso, curate dall’Associazione Allibratori: momenti in cui la lettura ad alta voce, l’interazione e la valorizzazione delle dinamiche di gruppo favoriscono il coinvolgimento dei ragazzi. Tra le novità di quest’anno l’avvio di un percorso di formazione rivolto agli insegnanti per proporre queste tecniche di presentazione utili per “attirare nelle storie” e incentivare l’avvicinamento dei ragazzi alla lettura.
Per fare ciò, è necessaria un’ampia e mirata esplorazione bibliografica, che focalizzi i temi e gli argomenti “forti” e metta in luce, in ogni testo, quelle potenzialità, qualità e sfumature adatte a stimolare l’interesse durante una presentazione in classe (la lettura espressiva di brani avvincenti; il riscontro di momenti che si contaminano col vissuto dei ragazzi; l’individuazione di possibili punti da lasciare in sospeso, che suscitano irrimediabilmente la voglia di conoscere il seguito).
Il percorso, che prenderà il via nel mese di gennaio 2020, sarà gestito da Andrea Gasparri e Margherita Micali dell’Associazione Allibratori, dal Comitato scientifico e da ospiti speciali che porteranno il loro contributo ad ogni incontro.

Share.

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00