Anche la Street Art alla Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea di Firenze

0

Alla Florence biennale di quest’anno ci sarà spazio anche per l’arte urbana grazie allo spazio curato dalla Street Levels Gallery di Firenze che ospiterà opere di Ache77, Mr Wany e Nemo’s.

Questo venerdì dalle ore 17 alla Fortezza da Basso di Firenze si terrà l’inaugurazione della XII edizione della Florence Biennale. La rassegna fiorentina di arte contemporanea internazionale sarà aperta al pubblico fino al 27 ottobre e ospiterà artisti provenienti da tutto il mondo.

Anche nell’edizione di quest’anno ci sarà uno spazio dedicato alla Street Art e sarà curato dalla Street Levels Gallery, la prima galleria di Firenze interamente dedicata all’Arte Urbana. Vi abbiamo raccontato questo spazio e le loro attività QUI.

Nemos

Per lo spazio della Florence Biennale 2019 che cureranno hanno scelto tre artisti che interpretano all’arte urbana e le sue pratiche in modo molto diverso tra loro, così da offrire un panorama, nei limiti del concessi, più vario possibile.

Mr Wany – è un graffiti writer della prima guardia, attivo sin dai primissimi anni ‘90. Ha imposto il suo stile sui muri di tutto il mondo, essendo riconosciuto ed apprezzato per i suoi inconfondibili puppets che uniscono l’universo del graffiti writing all’immaginario del manga giapponese.

Nemo’s – è uno street artist affermato e di fama internazionale. I suoi famosi personaggi sono ormai diffusi sui muri di moltissime città di tutto il mondo, dall’Europa al Nord Africa, dal Sud America all’Asia. 

Ache77 – un giovane street artist emergente che utilizza la tecnica dello stencil per lasciare il suo segno nelle città. I suoi lavori sono ampiamente diffusi tra le strade di Firenze, Venezia, Roma, Bologna, Napoli, Palermo, Perugia, Bucarest etc. Ne abbiamo parlato qui.
In occasione di Florence Biennale realizzerà un’installazione partecipativa, composta da una tela “Dall’uomo vitruviano all’Homo Spiritualis” e una scultura “End of the journey“.
Oltre a questo, verranno installate all’interno della fortezza da basso, il ciclo di opere dal titolo “Ritratti dall’infanzia negata” già scenografia del festival Copula Mundi 2019 svoltosi nel parco delle cascine di Firenze.

Se siete amanti dell’arte in generale la Florence Biennale è un appuntamento che fa per voi. Se avete un debole per l’arte contemporanea, potete perdervela. E se vi piace anche la street art, in questa edizione avete perfino una ragione in più per andarci!

Share.