DATACRAZIA: società algoritmica, algorave e controllo del capitale

0

Torna Talk + Night, la rassegna a cura di PHASE, collettivo con base a Prato che opera come indecifrabile contenitore di linguaggi artistici e che attraverso il clubbing e la musica elettronica d’avanguardia intende porre l’attenzione su tematiche politiche-sociali della nostra contemporaneità.

 

Datacrazia affronta il tema degli Algoritmi e la loro presenza invisibile ma sempre più rilevante e invasiva nella società. L’appuntamento sarà ospitato da Lottozero / textile laboratories e Spazio Materia, entrambi spazi culturali indipendenti della città di Prato.

Approfondimenti e Programma:

Ingranaggio fondamentale in qualsiasi settore della società di oggi, gli algoritmi sono parte integrante delle nostre vite, al punto da mostrarci quello che noi stessi vogliamo. Nell’era dell’economia digitale e dei social network il loro valore è cresciuto in maniera esponenziale e con il ridursi del confine tra vita online e offline essi non solo mediano il nostro sapere ed i nostri interessi ma vanno a costituire una nuova realtà.
La tecnologia con cui ci relazioniamo ogni giorno opera grazie ad essi ma comprendere il loro funzionamento diventa sempre più difficile, con il risultato che le scelte compiute da ogni singola persona sembrano essere stimolate e indirizzate da meccanismi ignoti.

Quanto pericolo si cela dietro questi processi e che tipo di impatto possono avere sulla società, oltre alle conseguenze sui singoli individui?

Questi e altri interrogativi verranno presi in esame Venerdì 23 marzo nel corso della tavola rotonda intitolata Datacrazia: società algoritmica, algorave e controllo del capitale, che si svolgerà presso Lottozero / textile laboratories, centro di ricerca per l’arte e il design tessile. Vi prenderanno parte Federico Nejrotti (direttore di “Motherboard Italia”, magazine online dedicato all’intersezione tra tecnologia, scienza e esseri umani all’interno della piattaforma di VICE), Manuel Recoil (Cypherpunk e crypto enthusiast, esperto in criptovalute e Blockchain), Claudia D’Alonzo (PhD in Audiovisual Studies, docente di Net Art presso l’Accademia di Brera a Milano e di Fenomenologia dei Media presso l’Accademia di Belle Arti di Bergamo), Renick Bell (ricercatore, programmatore e autore di computer music, residente a Tokyo).

Per il programma di concerti notturni PHASE si trasferisce presso Spazio Materia, luogo di sperimentazione tra arte, musica e design situato all’interno di quella fucina di creatività costituita dalla Corte di Via Genova, dove si esibirà con l’unica data italiana del suo tour europeo Renick Bell, musicista con una ricerca votata alla composizione algoritmica e al live coding che presenterà un live audio video che ha fatto tappa in alcuni dei più importanti festival internazionali di musica elettronica; nella stessa sera suoneranno Francesco Guiot, giovane compositore italiano anche lui impegnato nella ricerca sulla composizione algoritmica e Holy Similaun, nuova promessa della scena elettronica underground italiana, che opera attraverso la decostruzione dei suoni della club culture.

A seguire i dj set del fiorentino Lorenzo Fortino e del veneto Coeden, resident della serata Crispy a Venezia.

Curiosi di scoprire l’evento?

Non vi resta che partecipare.

Share.