Florence Food Studio, la scuola di cucina che è un ristorante!

0

Nel cuore di Santo Spirito uno spazio per eventi, degustazioni e corsi di cucina che si trasforma ogni sera in qualcosa di diverso. Dal supertuscany al fusion.

In una Firenze dove apre un nuovo ristorante al giorno, c’è un posto pronto a diventare un ristorante diverso ogni giorno, cucito su misura in base alle richieste dei clienti: dai sapori tradizionali toscani, al cibo etnico, passando per la cucina fusion o le tecniche più innovative. Si chiama Florence Food Studio e si trova in un ex laboratorio di argenteria nel cuore di Santo Spirito: 200 metri quadrati circa, tra la cucina professionale a vista e una grande sala da convivio, in cui dominano il vetro e l’acciaio, a contrasto con l’impronta rinascimentale del palazzo. Qui ogni sera è possibile creare eventi personalizzati per piccoli gruppi (fossero anche tre persone interessate a seguire un particolare corso di cucina) o anche per molti invitati. La sala è in grado di ospitare fino a 70 coperti: ad essa si aggiunge una spettacolare terrazza in vetro calpestabile con vista sulla cucina e doppia funzione di spazio esterno e orto a km zero, dove si coltivano erbe aromatiche, fiori e ortaggi in vaso.

Nato come una scuola di cucina, oggi Florence Food Studio può contare su una squadra di chef in grado di realizzare degustazioni, aperitivi, pranzi di lavoro o cene affiancando la cucina italiana a quella internazionale. Tra quelle più richieste il sushi e la cucina thai, ma anche piatti toscani rivisti in chiave gourmet o proposti in versione finger food per serate più dinamiche.

Qualsiasi aspetto dell’evento può essere personalizzato e viene concertato dal cliente insieme al team di Florence Food Studio. Praticamente il sogno di chiunque abbia sempre desiderato un party come si deve ma si è arreso in partenza di fronte ai mille dettagli a cui pensare. Così ogni sera lo spazio di Santo Spirito si trasforma per ospitare feste a tema, compleanni, party prematrimoniali, cene aziendali o iniziative charity, magari completate da musica live o dj set.

Senza dimenticare il progetto originario di Florence Food Studio: la scuola di cucina, a cura dell’arcinota chef fiorentina Benedetta Vitali, riconosciuta in Italia e all’estero come uno dei maggiori interpreti del gusto toscano.
foodstudio
I corsi sono anch’essi tagliati sulle esigenze dei partecipanti, piccoli gruppi di non più di 30 persone, ma più spesso sotto la decina. A riscuotere maggior successo è quello che si tiene in mezza giornata (mattina o pomeriggio): si comincia con la spesa al mercato o nelle botteghe d’Oltrarno, per finire gustando ciò che si è preparato per pranzo o cena. Ma si sono tenuti qui anche corsi per piccoli chef alle prime armi e lezioni di alimentazione sana per studenti di Medicina. Perché il cibo è diventato molto più di una necessità: è prevenzione, cura e festa. E la festa va cucinata a modino, come si dice a Firenze.

Share.

About Author

Marco Provinciali

Ideatore nel 2011, insieme ad Ilaria Marchi, di FUL Magazine. Oggi ne coordino la redazione online e ne gestisco i contatti oltreché occuparmi delle tematiche inerenti al panorama food, mondo nel quale mi muovo da anni con alcune pubblicazioni e ideazione di festival tematici.Da oltre 30 anni calpesto con passione improbabili campi di calcio della periferia toscana.

Sostieni FUL – Magazine

FUL Magazine nasce nel 2011 con l’intento di far conoscere un’altra Firenze, quella #oltrelacupola. Da allora raccontiamo la cultura urbana, l’arte, la fotografia, la street art, la musica, il design e le innovazioni della nostra città. Le grandi mostre e le piccole gallerie, gli eventi internazionali e quelli più underground, il cibo di strada e i ristoranti, i cocktail bar e i bar storici o i vinaini e ancora, i teatri, i cinema e le persone. Insomma, una città unica al mondo che potete trovare sul nostro sito, sui nostri social e sulla nostra rivista cartacea.

Siamo orgogliosi della nostra indipendenza, crediamo profondamente nella nostra offerta informativa e culturale e pensiamo che possa contribuire a far vivere la nostra città in modo intenso, ma sempre critico. Ci sforziamo e ci sforzeremo sempre per mantenere FUL gratuito ma, come potete immaginarvi, non è facile. Se quindi apprezzate quello che facciamo, avete la possibilità di sostenerci con un contributo. Grande o piccolo che sia, sarà comunque per noi importantissimo per migliorare il nostro modo di fare giornalismo e la vostra informazione. Grazie!

Informazioni Personali

Totale Donazione: €2,00