I migliori film horror da guardare assolutamente

I migliori film horror da guardare assolutamente

Il cinema è anche chiamata la macchina dei sogni, in quanto numerose storie con personaggi e luoghi lontani nel tempo e nello spazio, prendono vita davanti ai propri occhi, con immagini, suoni e talvolta canzoni. I film vengono suddivisi per genere, in base agli elementi visivi e agli archetipi della narrazione proposta. Oggigiorno, per meriti da condividere tra dispositivi e software all’avanguardia, i dati registrati in tutto il mondo evidenziano una maggiore fruizione di film e serie tv, sia all’interno del proprio ambiente domestico che fuori.

Alcune delle manifestazioni d’amore più diffuse riguardano i tatuaggi con cui gli appassionati decorano la propria belle, e a tal proposito è possibile leggere online questo articolo di BetwayInsider sui film e le serie tv che fungono maggiormente da ispirazione per i tattoo, pubblicato nel corrispondente blog di questo sito. Tra i generi più amati dalle persone ci sono gli horror, i quali variano a seconda dello stile e dei temi, ma che in linea di massima alternano elementi principalmente psicologici ad altri tipicamente soprannaturali. Il fascino che desta questa tipologia di film risiede nelle sensazioni trasmesse agli spettatori, i quali vengono stimolati attraverso la paura e la costante ma graduale tensione. Per ottenere dei consigli a riguardo: ecco quali sono i migliori film horror da vedere assolutamente.

L’Esorcista (1973)

Il più grande film horror di tutti i tempi è senza alcun dubbio L’Esorcista, diretto da William Friedkin. Si tratta di un capolavoro immortale del cinema, e che ha influenzato l’avvenire per i suoi elementi soprannaturali e per le intuizioni in termini di inquadrature e di montaggio, giocando con le sovraimpressioni e sui rumori. La trama è incentrata su di una bambina che viene posseduta dal demonio, e la mamma va totalmente in crisi di nervi. L’atmosfera si fa sempre più rarefatta e terrificante, fino alla scena finale dell’esorcismo.

Psyco (1960)

Uno dei film più conosciuti di Hitchcock è sicuramente Psyco, opera cinematografica che ha definito gli standard relativi al terrore psicologico e all’angoscia. Marion Crane fugge in seguito a un furto, e nel percorrere la strada la sua paranoia è crescente. La tensione costante avvertita dallo spettatore ha dei picchi clamorosi durante la storia, e la figura di Norman Bates è rimasta impressa nell’immaginario collettivo.

Halloween (1978)

Tra i fondatori del sottogenere slasher c’è Halloween, di John Carpenter. Il serial killer Michael Myers è uno degli psicopatici più iconici della storia del cinema, e quando fugge dal manicomio tornando nella città dove è cresciuto, semina il terrore nelle case altrui. Tra il design del personaggio, le sue movenze, gli omicidi commessi e la colonna sonora brillante, il risultato è decisamente coinvolgente.

Rosemary’s Baby (1968)

Capostipite nel suo genere, le influenze di Rosemary’s Baby sono evidenti nel cinema contemporaneo. Il film di Polanski narra di una donna che aspetta un bambino e si è trasferita da poco in un appartamento con il marito, ma ben presto la paura legata alla maternità assale la protagonista e si fonde con gli elementi esoterici. L’ambiguità di fondo intride l’opera e crea un elevato livello di inquietudine fino alla fine.

Hereditary (2018)

Hereditary è uno dei film più discussi degli ultimi anni, perché risulta essere una ventata d’aria fresca per il genere horror. Incentrato sulle vicende vissute da una famiglia americana, gli elementi esoterici vengono posti dinanzi allo spettatore da principio, ma pian piano invadono sempre di più lo spazio circostante, fino all’esplosione di terrore finale. La morte della nonna genera degli eventi a dir poco sinistri, e l’esperienza nel complesso è davvero disturbante nonché psichedelica.

The VVitch (2015)

In The VVitch si può osservare con ambigua curiosità la routine quotidiana di una famiglia puritana, la quale è immersa in una realtà rurale in seguito alla loro esclusione dalla precedente comunità. Nel bosco circostante sembra esserci una strega, e i suoi poteri minacciano e distruggono gradualmente l’equilibrio familiare.

Foto di copertina di Gerd Altmann da Pixabay