Modigliani: la grande retrospettiva a Livorno

0

Modigliani torna a casa dal 7 novembre 2019 al 16 febbraio 2020. Livorno ospita la retrospettiva del suo Modì.

Sono trascorsi ben cento anni dal 22 gennaio 1920, data in cui Amedeo Modigliani viene ricoverato all’Ospedale della Carità di Parigi. Due giorni dopo, all’età di 36 anni, muore.  In quel preciso istante, il mondo perde uno dei suoi più grandi artisti. Uno stile inconfondibile con cui ha reso immortali amici, amanti, collezionisti e gli eroici figli della notte parigina. 

Modì incantava tutti con il suo geniale talento. La sua passionalità mediterranea, ancora oggi, continua a stregarci. Così, ad un secolo dalla sua scomparsa, Livorno omaggia uno dei suoi più illustri figli con l’esposizione Modigliani e l’avventura di Montparnasse. Capolavori dalle collezioni Netter e Alexandre al Museo della Città di Livorno. L’appuntamento è dal 7 novembre 2019 al 16 febbraio 2020.

Modigliani

Nel team di questo magico appuntamento ci sono il Comune di Livorno insieme all’Istituto Restellini di Parigi, la Fondazione Livorno e Marc Restellini con il coordinamento di Sergio Risaliti. La retrospettiva offre al pubblico l’occasione di ammirare ben 14 dipinti e 12 disegni di Modigliani raramente esposti al pubblico. Saranno riunite le opere appartenute ai due collezionisti più importanti di Modì. 

Paul Alexandre, primo fra tutti, che era al centro di un legame tra Livorno e Parigi, che lo ha sostenuto al suo arrivo nella Ville Lumiere e che lo ha aiutato nel progetto scultoreo delle Cariatidi oltre che durante i suoi ritorni a Livorno nel 1909 e 1913. Ma anche e soprattutto Jonas Netter che ha riunito, come un esperto e geniale collezionista, i più bei capolavori del giovane livornese. 

Il curatore, Marc Restellini, spiega: “La mostra è un ritorno a casa, sono felice di questa occasione e ringrazio e mi complimento con tutta l’Amministrazione per il coraggio e la rapidità delle scelte. Non poteva esserci decisione migliore di portare la mostra di Modigliani nella sua città nell’anniversario del centenario della morte. Qui a Livorno Amedeo Modigliani ha sviluppato la sua capacità creativa e lo spiritualismo ebraico e qui a Livorno mi auguro che la storia, e non solo il mercato, possano approfittare di questa meravigliosa opportunità per dargli la giusta posizione nella storia dell’arte occidentale”.

Info:

Museo della Città – piazza del Luogo Pio, Livorno
0586-824551 
museodellacitta@comune.livorno.it

Share.